Ancora da capire le cause dell’incendio che ha distrutto il piano superiore del condominio di via Brigate Orobiche la mattina di venerdì 4 geannaio 2019.

Indagini in corso

Per ora solo ipotesi sull’origine del rogo che ha bruciato due mansarde e il tetto della palazzina e mentre si indaga l’edificio è stato dichiarato inagibile, i 19 condomini sono tutt’ora impossibilitati a tornare nelle loro abitazioni e il supermercato posto al piano terra rimane chiuso. Sono infatti ingenti i danni causati dal rogo e dalla successiva operazione di spegnimento che ha comportato un’ingente mobilitazione di uomini e mezzi da parte dei vigili del fuoco. Delle famiglie evacuate alcune ora sono sistemate da parenti e amici altre sono state ospitate in albergo con l’aiuto del comune. In attesa della ricostruzione da parte dei Vigili del Fuoco, la Procura ha aperto un’indagine contro ignoti per incendio colposo.

Tante emergenze

E di incendi si continua a parlare. Ultimi quelli ad Aprica (LEGGI QUI) e a Sondalo (LEGGI QUI) , oltre ai grossi roghi sulle montagna sull’Alto Lago e in Valchiavenna (LEGGI QUI). Senza scordare la tragedia di inizio anno legata al mal funzionamento della stufa che ha causato il decesso di un giovane di Valdisotto (LEGGI QUI)