Anche la Procura di Sondrio ha aperto un fascicolo sull’omicidio ai Caraibi del valtellinese Nicola Gerosa.

LEGGI QUI LA NOTIZIA DELL’OMICIDIO

Omicidio ai Caraibi, indagini in Valle

Le indagini avviate dalla Procura di Sondrio sono un atto dovuto. Si tratta di un provvedimento che viene sempre avviato quando un italiano resta vittima di un fatto di sangue all’estero. L’apertura del fascicolo è stata ufficializzata nella giornata di ieri, lunedì 21 ottobre. Intanto proseguono anche le indagini da parte delle forze di polizia dominicane. E soltanto nelle prossime ore, o forse nei prossimi giorni, si saprà se la salma del valtellinese sarà rimpatriata. Sicuramente prima dovrà essere effettuata l’autopsia da parte del medico legale e degli esperti dell’Istituto Nacional de Ciencias Forenses a Boca Chica, il luogo dell’agguato.

Chi era la vittima

Originario di Chiuro, Gerosa si era trasferito a Santo Domingo da diversi anni. Lì aveva aperto un locale e avviato alcune attività imprenditoriali. Era comunque legato alla Valtellina e vi faceva ritorno almeno una volta all’anno. L’ultimo suo soggiorno in Valle risale all’inizio della scorsa estate. Secondo quanto hanno raccontato alcuni conoscenti, Gerosa aveva intenzione di chiudere le proprie attività nei Caraibi per ritornare in Valle. Un progetto che era già stato avviato e che si sarebbe concretizzato nei prossimi mesi.