Tragedia a Montagna. Pensionato muore in cantina mentre sta sistemando le botti. E’ accaduto oggi, lunedì 2 ottobre, nel primo pomeriggio.

Pensionato muore in cantina

Pensionato muore in cantina mentre è intento a predisporre le botti. La tragedia si è verificata oggi, lunedì 2 ottobre, a Montagna. L’anziano, Gianni Sceresini, di 71 anni, del posto, stava predisponendo tutto l’occorrente in questo periodo della vendemmia. Le botti avrebbero ben presto accolto le uve per la fermentazione e poi la produzione del vino. Ma proprio in cantina è avvenuta la disgrazia. L’anziano era uscito di casa, che si trova a pochi metri dalla sua cantina, proprio per andare a sistemare le botti. Ma non vedendolo più tornare sua moglie ha lanciato l’allarme.

L’anziano è stato trovato privo di vita

L’anziano è stato trovato privo di vita ed era all’interno di una botte che stava preparando per riporre il mosto. Dopo essere stati allertati, gli operatori del 118 sono giunti sul posto, ma purtroppo per l’uomo non c’era ormai più nulla da fare. Sul luogo della disgrazia si sono anche portati i Vigili del fuoco e personale dei Carabinieri di Sondrio. Toccherà agli inquirenti ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto. Si esclude un malore a causa delle esalazioni del mosto, perché in cantina non si trovavano ancora le uve della recente vendemmia. Sia dentro che fuori dalla botte vi erano due scalette. Non si può ancora sapere se l’agricoltore si sia sentito male e sia caduto in seguito oppure se a provocare la morte sia stata la caduta. La botte era alta all’incirca due metri.

Leggi anche:  Motoscafo contro la scogliera nelle acque del lago, un ferito grave

Un lavoro che conosceva molto bene

Il pensionato di Montagna trovato morto nella cantina conosceva molto bene il lavoro di vignaiolo. Da tempo infatti coltivava la sua vigna che si trova proprio vicina alla sua abitazione nei terrazzamenti vitati sopra il convento di Colda. L’uomo è stato portato in camera mortuaria presso l’ospedale di Sondrio.