Nella notte tra venerdì 09 e sabato 10 Agosto u.s. pattuglie della Sezione Polizia Stradale di Sondrio e del dipendente Distaccamento di Mese hanno realizzato servizi mirati finalizzati al contrasto della guida in stato di alterazione da sostanze alcoliche, che hanno interessato il territorio della Val Chiavenna e della Media Valtellina. Sono state accertate in tutto dieci violazioni per guida in stato d’ebbrezza alcolica, sei delle quali aventi rilevanza penale e comportanti quindi il deferimento alla competente autorità giudiziaria.

Patenti ritirate

Le fattispecie sopra menzionate sono state riscontrate in soggetti, sei maschi e quattro femmine, che circolavano alla guida aventi tasso alcolemico superiore ai limiti di legge. In particolare, il risultato della prova etilometrica effettuata su cinque conducenti ha presentato un tasso compreso tra 0,5 e 0,8 g/l (art. 186 c. 2 lett. b del Codice della Strada), mentre in un caso il test ha presentato un risultato di 2,07 g/l (art. 186 c. 2 lett. c del Codice della Strada), nei riguardi di una conducente, classe 1993, residente in Media Valle, nei cui confronti è stato disposto il sequestro amministrativo del veicolo. Quattro sono le violazioni amministrative contestate, sempre per guida in stato d’ebbrezza, due riferite a tassi alcolemici compresi tra 0,5 e 0,8 e due riguardanti soggetti neopatentati, nei confronti dei quali vige il divieto assoluto di assunzione di sostanze alcoliche. Tutti i soggetti aventi tasso alcolemico superiore a 0,5 g/l sono stati sottoposti all’immediato ritiro della patente di guida per la successiva sospensione amministrativa che, prima di esser loro restituita, comporterà la sottoposizione a visita medica presso l’apposita commissione.

Leggi anche:  Donna accoltellata, arrestato il marito: voleva uccidersi - NUOVO AGGIORNAMENTO

LEGGI ANCHE: Dimentica il freno a mano e finisce con l’auto nella scarpata, uomo ferito gravemente