Rapinava i pendolari con un mitra giocattolo: in carcere baby malvivente. I Carabinieri del Comando Provinciale di Lecco hanno infatti  dato esecuzione alla misura della custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale per i Minorenni di Milano nei confronti di un minore, nato a Lecco ma di origine magrebine per rapina aggravata.

Rapine con mitra giocattolo

Le indagini, avviate dall’Arma a seguito di alcune rapine commesse da giovani stranieri sui treni della linea Trenord in transito lungo la tratta Milano – Lecco, hanno consentito di focalizzare l’attività investigativa sull’arrestato ritenuto responsabile didue distinti episodi commessi il 29 gennaio 2018 tra le stazioni di Airuno e Leccoa  danno di un pensionato italiano e di due giovani studenti stranieri. In entrambe le circostanze il giovane, parzialmente travisato con cappuccio e bavaglio ed armato di mitragliatore giocattolo avrebbe minacciato e intimato alle vittime di consegnargli il denaro contante in loro possesso.

Si vercano i complici

Nel primo caso, avvenuto intorno alle ore 21.00, la pronta reazione dell’anziano pensionato aveva fatto desistere il rapinatore mentre nel secondo episodio, avvenuto alle 23.00 circa, il malvivente era riuscitoa ruvare una sessantina di euro. Le ndagini dei ,ilitari proseguno per tentare di individuare i complici

Leggi anche:  Due biker feriti in alta quota a Bormio e Santa Caterina

Il baby rapinatore era già in carcere

L’arrestato si trovava già in carcere per scontare la pena di 10 mesi per furto, resistenza a pubblico ufficiale  e lesioni. Reti commessi il maggio dello scorso anno al centro sportivo “Bione” di Lecco.