Per evitare di farsi prendere con la droga ha addirittura provato a scappare saltando dalla finestra. Ma insieme a un complice è finito in manette.

Droga, arrestati due richiedenti asilo

I Carabinieri del Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Sondrio hanno proceduto all’arresto di due richiedenti asilo accusati a vario titolo di produzione, coltivazione e spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a Pubblico Ufficiale.

L’operazione dei carabinieri

Nella mattinata di ieri, mercoledì, i militari davano esecuzione ad una perquisizione delegata dall’Autorità Giudiziaria di Sondrio rivolta a un nigeriano, richiedente asilo, del ‘92 regolare sul territorio italiano. Nell’appartamento hanno trovato lo straniero in compagnia di un connazionale che alla vista dei militari scattava all’interno di una stanza che chiudeva a chiave per avere il tempo di scappare. Lo straniero, infatti, decideva di lanciarsi dalla finestra del primo piano dello stabile. La fuga in strada durava pochi metri infatti veniva acciuffato da alcuni Carabinieri. Vani i suoi tentativi, con spallate e gomitate, di divincolarsi dalla presa. Così l’uomo, un altro richiedente asilo di nazionalità nigeriana, è stato denunciato anche per resistenza a pubblico ufficiale.

Leggi anche:  Frana a Cernobbio quasi terminato il ponte bailey FOTO

L’esito della perquisizione

La perquisizione personale faceva trovare, all’interno degli indumenti intimi, 17 involucri contenenti cocaina. Durante la perquisizione domiciliare, invece, i Carabinieri rinvenivano, circa 6000 euro, soldi
riconducibili all’attività di spaccio, due dosi di eroina e cocaina, sostanza per il taglio e materiale per il confezionamento.