Una piantagione di marijuana è stata scoperta nel pomeriggio di ieri dagli agenti della Polizia di Stato in una zona boschiva della città.

Piantagione di marijuana tra Mossini e Campoledro

L’operazione antidroga è scattata nel pomeriggio di mercoledì. Una telefonata anonima giunta alla centrale operativa della questura segnalava la presenza di una presunta piantagione di marijuana in una selva tra le frazioni di Mossini e Campoledro. Sul posto sono subito intervenuti gli agenti della Polizia che hanno trovato sette piante di “erba” di altezza compresa tra i 120 e i 220 centimetri.

Scatta subito il sequestro

Le piante sono state poste subito sotto sequestro e portate in questure. Gli esperti della polizia scientifica le hanno sottoposte a un test che ha evidenziato la presenza di un quantitativo considerevole di principio attivo. Secondo la stima fornita dalla Polizia da quelle piante si poteva ricavare circa un chilo di stupefacente. Droga che una volta immessa sul mercato avrebbe fruttato circa diecimila euro agli spacciatori.

Leggi anche:  Grave incidente sulla Statale 38

Indagini in corso

Dopo il sequestro sono scattate le indagini. Gli investigatori della questura sono infatti impegnati in una serie di accertamenti per provare a risalire alle persone che avevano piantato la marijuana nel bosco.