Non c’è ancora l’accordo per le Olimpiadi.

Smentita l’apertura straordinaria della Forcola

Non c’è accordo sull’apertura straordinaria del passo della Forcola di Livigno durante le possibili Olimpiadi del 2026. Lo ha confermato il direttore del Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste del Cantone dei Grigioni, Mario Cavigelli, ai media svizzeri, in merito ad alcune dichiarazioni delle autorità della Regione Lombardia apparse sui media italiani.

Le dichiarazioni

Il sottosegretario di Regione Lombardia Antonio Rossi ne aveva dato annuncio in occasione del sopralluogo della Commissione di Valutazione del Comitato Olimpico Internazionale a Livigno e a Bormio. Sul fronte svizzero però la notizia non trova riscontro e anzi le autorità retiche smentiscono: “Non è stata presa alcuna decisione definitiva. Ci siamo dichiarati disposti, in via eccezionale, a valutare la possibilità di aprire temporaneamente il passo della Forcola ma questo dipenderà da diversi fattori e non è garantito a priori”. Così Cavigelli.