Una piena improvvisa la causa della morte dei due turisti in val Bodengo.

Vittime

Claus Peter Turbeis, austriaco classe ’78, e Hans Peter Althaus, tedesco nato ’71, sono deceduti mentre praticavano canyoning nelle acque del torrente Pilotera insieme ad altre 5 persone. La pioggia copiosa caduta venerdì 1 agosto non ha dato scampo ai due che sono stati sorpresi dall’aumento improvviso del livello dell’acqua.

Soccorsi

L’allarme, dato dall’agriturismo nel quale i turisti erano ospiti, è scattato nella notte tra venerdì e sabato.Una squadra del Cnsas, VII Delegazione Valtellina Valchiavenna, è partita subito, con tecnici alpini e tecnici di soccorso in forra (squadra regionale lombarda). Hanno individuato i cinque che si trovavano fuori dal torrente, di età tra i 21 e 1 44 anni, ma mancavano all’appello due persone, che si erano calate in una cascata. I soccorritori scesi nel torrente hanno visto uno dei due uomini intrappolato nelle corde, senza vita, sotto il getto della cascata. Mentre provvedevano al recupero, all’alba le condizioni di luce sono migliorate ed è quindi stato possibile localizzare anche il secondo disperso, che si trovava in una pozza circa 300 metri più a valle. L’uomo è stato avvistato dal ponte. Il recupero dei due corpi è stato particolarmente complesso e impegnativo, in un caso eseguito tramite la tecnica del contrappeso, data anche la forte portata d’acqua all’interno della cascata. Sul posto anche l’elicottero decollato da Bergamo, il Sagf – Soccorso alpino Guardia di finanza e i Vigili del fuoco. Le operazioni di recupero si sono concluse in mattinata.

Leggi anche:  Notte tra alcol e violenza, due ventenni all'ospedale

LEGGI ANCHE: Infortunio sul lavoro per operaio di 49 anni, è grave