Due interventi ieri pomeriggio per la VII Delegazione Valtellina Valchiavenna del Soccorso alpino.

Turista infortunata

Il primo sul confine tra la provincia di Sondrio e quella di Bergamo, appena sotto il rifugio Benigni. L’attivazione è partita intorno alle 14:00 per una donna di Monza di 32 anni che si era fatta male a una caviglia. I tecnici Cnsas di Morbegno e i militari del Sagf – Soccorso alpino Guardia di finanza l’hanno raggiunta a piedi dopo un’ora circa di cammino. Era in un canale, situato in una zona molto impervia e caratterizzata dalla presenza di sassi. Una volta raggiunta, l’hanno imbarellata e portata fino all’ambulanza, nel piazzale degli impianti di Pescegallo. Il recupero è avvenuto per mezzo di una serie di calate. L’intervento si è concluso intorno alle 20:00. Nel frattempo, mentre era in corso la prima operazione, è arrivata la richiesta per un altro intervento. Un uomo e una donna avevano perso l’orientamento nella zona del Monte Berro, nel territorio del comune di Bema. Sul posto l’elicottero dei Vigili del fuoco, impegnate anche le squadre Cnsas di Morbegno e Sondrio. Le due persone sono state recuperate dall’elicottero e portate in salvo, illese.