A seguito di segnalazione giunta al numero di emergenza 112, personale della Squadra Volante ha tratto in arresto un cittadino nigeriano con l’accusa di atti persecutori.

Clandestino

D.A. di anni 22, con precedenti specifici e già arrestato in data 07.12.2017 a Pistoia per lo stesso tipo di reato, richiedente asilo nel 2015, in data 29.05.2019, era stato munito di decreto di espulsione emesso dal Prefetto di Sondrio e contestuale Ordine del Questore di Sondrio ad abbandonare il Territorio Nazionale nonostante questo è ancora in Italia. Sebbene titolare di permesso di soggiorno per motivi umanitari, non ne aveva mai richiesto il rinnovo; inoltre anche l’iter per il riconoscimento della protezione internazionale si era concluso negativamente.

Arrestato

A segnalare e di conseguenza a far arrestare lo straniero è stato un libero professionista valtellinese nel cui studio il giovane straniero ha posto in essere gli stessi comportamenti molesti e persecutori già denunciati nei giorni scorsi presso gli Uffici della Squadra Mobile della Questura. Poco dopo aver ricevuto la segnalazione gli operatori della Squadra Volante hanno raggiunto lo studio del professionista, dove hanno bloccato ed arrestato il cittadino nigeriano. Dopo l’arresto, il 22enne, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato associato presso la Casa Circondariale di Sondrio.

Leggi anche:  Bambino trovato morto in casa: il padre ha confessato

LEGGI ANCHE: La droga custodita dentro il bar, nei guai 50enne valtellinese