Sabato 22 settembre il Centro di studi storici valchiavennaschi e il Museo della Valchiavenna terranno una visita guidata alla chiesa di San Giacomo vecchia a Livo sul lago di Como, con ritrovo direttamente di fronte alla chiesa alle ore 14,30. La località è raggiungibile comodamente in automobile in una quindicina di minuti da Gravedona. La chiesa è ricca di affreschi, tra i quali quelli eseguiti nel 1517 dal pittore valchiavennasco Sebastiano da Piuro.

Alla Chiesa di Livo

L’antica chiesa, posta oltre l’abitato di Livo in prossimità del cimitero e documentata per la prima volta nel 1297, divenne parrocchiale nel 1446. A questo periodo risalgono la ristrutturazione con navata ad archi traversi ogivali dipinti a fasce bianche e nere, presbiterio rettangolare e abside semicircolare del più antico edificio e l’elegante campanile. Fu consacrata nell’agosto del 1514 da monsignor Galeazzo de Baldis, vescovo titolare di Tiberiade e suffraganeo nella città e diocesi di Como.

Clavenna

Chi volesse avere informazioni sulla visita o sul Centro di studi storici valchiavennaschi, avente per scopo lo studio della storia del territorio valchiavennasco e la salvaguardia delle sue opere d’arte, può visitare il sito internet www.clavenna.it, telefonare al numero 0343 35382 o recarsi direttamente in sede, aperta il venerdì dalle ore 15 alle 18, al primo piano del palazzo Pestalozzi-Luna in via Carlo Pedretti 2 a Chiavenna. Tutti coloro che vorranno iscriversi all’associazione, la cui quota annuale è di soli 20 euro, riceveranno in giugno il bollettino annuale “Clavenna”, volume di oltre 300 pagine spettante gratuitamente ai soci, contenente una quindicina di articoli di storia locale e l’attività svolta dal Centro di studi storici valchiavennaschi durante l’anno precedente.