Per ricordare Fabrizio De Andrè in Alta Valle è arrivata anche Dori Ghezzi.

Cose che non dimmentico

Durante il week end scorso al polifunzionale Rasin di Valdidentro si è svolta la rassegan musicale in memoria di Fabrizio De André. «20 anni dalla scomparsa di FABER “COSE CHE NON DIMENTICO” » il titolo dele due serate organizzate da Progetto Alfa con il patrocinio del «PREMIO FABRIZIO DE ANDRE’ ”E TI PIACE LASCIARTI ASCOLTARE”» dell’Associazione Culturale Cous Cous.

Ospiti

Le serate sono state presenziate da Luisa Melis, direttrice artistica del premio De André, Vincenzo Constantino detto Cinaski, poeta, scrittore e cantautore, Dario Salvatori, giornalista, insegnante, critico musicale, conduttore radiofonico e scrittore, Mauro Ermanno Giovanardi, cantautore, bassista e discografico, Alessio Bonomo, cantautore ed, infine, Gian Pieretti, cantautore, paroliere e compositore, alla serata ha partecipato appunto anche Dori Ghezzi.

Finalità

“Tale edizione è la prima in Italia che commemora la scomparsa di Faber, godendo del patrocinio del premio de André e che è concepita al fine di stimolare e promuovere compositori, interpreti ed esecutori di musica italiana esordienti o comunque non noti al grande pubblico,  che abbiano una creatività libera e scevra da tendenze legate alle mode, ai generi e ai falsi concetti di commerciabilità, al fine di ridare originalità e vitalità alla produzione artistica” hanno spiegato gli organizzatori.