Arrivano dalla Brianza, dalla zona del lago di Como e da altre province della Lombardia, oltre che dalla Valtellina, sono al momento più di mille, fra bambini e ragazzi: tutti, accompagnati da parroci e animatori, nei mesi di giugno e luglio, trascorreranno una giornata in Valchiavenna nell’ambito del programma che i rispettivi Oratori, una ventina in totale, hanno allestito per il Grest. Numeri ancora approssimativi e destinati a crescere nei prossimi giorni con le conferme di altri gruppi che nei mesi scorsi hanno contattato il Consorzio turistico della Valchiavenna per le prenotazioni.

Proposta disegnata sulle specifiche esigenze degli Oratori

«La proposta che abbiamo definito l’anno scorso con la Comunità pastorale di Chiavenna e affinato per questa estate, sulla base dei riscontri avuti, è disegnata sulle specifiche esigenze degli Oratori – sottolinea il direttore del Consorzio turistico Filippo Pighetti -. Il programma è dettagliato e unisce alla parte didattica e religiosa l’intrattenimento, com’è nello spirito del Grest: i numeri sono più che positivi, in netto aumento rispetto al 2018. Il nostro obiettivo è quello di accogliere i ragazzi confidando che possano fare da traino nei confronti di familiari e amici convincendoli a programmare una visita o una vacanza in Valchiavenna».

LEGGI ANCHEUna valle a portata di mano

Nuovo canale turistico

Un progetto lanciato dal Consorzio turistico in collaborazione con la Comunità pastorale di Chiavenna giusto un anno fa che, dopo il positivo esordio, sta raccogliendo i frutti del lavoro di promozione svolto e del gradimento da parte dei gruppi degli Oratori. Il Consorzio ha aperto un nuovo canale turistico che consente sia di allargare la fruizione intercettando i più giovani sia di migliorare la notorietà dell’offerta turistica della valle. Quello che viene proposto è un percorso educativo e didattico incentrato sulla figura di suor Maria Laura Mainetti attraverso i luoghi ai quali è legata la sua vita. Nel programma della giornata ci sono la proiezione del video che ne racconta la storia, la visita alla stanza che occupava presso l’ex Convento dell’Immacolata e alla Collegiata di San Lorenzo dove è sepolta. Nel pomeriggio spazio al divertimento con pic-nic alle cascate dell’Acquafraggia e laboratorio presso la fattoria didattica dell’agriturismo Acqua Fracta. I ragazzi e i loro accompagnatori sono guidati dai coetanei della Comunità pastorale di Chiavenna che volentieri hanno messo a disposizione il loro tempo, prima nella preparazione poi nell’impegno, per trascorrere l’intera giornata con i diversi gruppi.

Leggi anche:  Incendio a Chiavenna, sei capre muoiono tra le fiamme

Riflettere sulla forza dell’amore

«Attraverso queste gite, accogliendo centinaia di ragazzi provenienti dal resto della nostra diocesi e da altre zone della Lombardia – spiega il vicario degli Oratori don Lorenzo Pertusini che ha coordinato l’iniziativa -, come Comunità pastorale abbiamo l’opportunità di raccontare la vita di suor Maria Laura invitando a riflettere sulla forza dell’amore verso gli altri, sulla dedizione e sull’aiuto al prossimo. Un insegnamento di vita che crediamo importante per i più giovani e che ben si inserisce nei programmi degli Oratori. Senza dimenticare che il Grest è anche divertimento e condivisione con le proposte del pomeriggio che consentono ai ragazzi di scoprire le bellezze della valle».

Nel frattempo, subito dopo la conclusione dell’anno scolastico, le gite sono già iniziate: nei giorni scorsi la Valchiavenna ha accolto i ragazzi di Como, Traona, Casalpusterlengo, Cosio Valtellino e Grandate. A partire dalla settimana prossima sono attesi i gruppi provenienti da Lesmo, Villa Guardia, Colorina, Lomazzo e Rovellasca.