Questa mattina, giovedì 6 giugno , è stato presentato ufficialmente nella sede dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Sondrio il bando del “VI Concorso internazionale di poesia Giovanni Bertacchi” destinato anche alle scuole di ogni ordine e grado, al fine di coinvolgere i giovani Under 18 per i quali è previsto un premio di categoria loro destinato.

Premio Giovanni Bertacchi, la presentazione

Ad intervenire nel corso della mattinata Fabio Molinari, Dirigente Ust di Sondrio; il professor Guido Scaramellini, Presidente Centro di Studi Storici Valchiavennaschi; Massimiliano Greco, Direttore Generale e artistico del “Premio internazionale di poesia Giovanni Bertacchi”, e Antonio Muraca, Presidente Comitato Scientifico “Premio internazionale di poesia Giovanni Bertacchi”.

 

Le parole di Molinari

“Il Concorso rappresenta una preziosa occasione per i nostri studenti di dar libero sfogo al proprio estro creativo cimentandosi nell’uso del linguaggio poetico – ha esordito il Dirigente UST di Sondrio, Fabio Molinari –. Un’iniziativa interessante che consentirà loro di riscoprire le proprie radici e rafforzare la propria identità culturale attraverso l’esempio di Bertacchi di cui quest’anno celebriamo il 150esimo anniversario dalla nascita. Invito tutti gli studenti a lasciarsi ispirare da un modello tanto virtuoso che ha saputo dare grande lustro a questa terra e a partecipare numerosi al concorso poiché la poesia non resti solo qualcosa di relegato al passato”.

L’intervento di Muraca e Greco

L’iniziativa, promossa dall’Associazione culturale “Progetto Alfa”, mira a favorire percorsi di interscambio culturale in ambito macroregionale, europeo e internazionale volti a valorizzare l’attrattività del territorio valtellinese e a promuovere il coinvolgimento del pubblico anche in contesti inusuali o attraverso la sperimentazione di nuove forme di fruizione – hanno spiegato ai presenti i promotori del concorso, Antonio Muraca e Massimiliano Greco –. Il progetto prevede manifestazioni e studi per la commemorazione di personalità storico-letterarie che hanno contribuito con la loro opera ad elevare il prestigio e l’immagine del nostro territorio a livello nazionale e, grazie al tale progetto, anche a internazionale. L’attenzione verrà focalizzata su Giovanni Bertacchi e Giosué Carducci, amico del Bertacchi e frequentatore delle nostre valli”.

Leggi anche:  Viticoltura, il carico dei grappoli è buono

Il Bertacchi visto dallo storico Scaramellini

“Bertacchi è il poeta che più è emerso nella nostra provincia, molto apprezzato ai suoi tempi come poeta, ma nel tempo, purtroppo, trascurato dalla critica letteraria a causa della sua scelta di non aderire al partito Fascista – ha raccontato lo storico Guido Scaramellini illustrando la figura del poeta –. Tuttavia oggi è conosciuto e apprezzato perché nessuno, prima di lui, è riuscito a mettere al centro delle sue opere la sua terra e le sue alpi”.

La dichiarazione del sindaco di Chiavenna

“Ringrazio tutti coloro che stanno lavorando a questa importante iniziativa dedicata ad una figura di grande rilievo per la nostra città: il celebre “Cantore delle Alpi” – dichiara il Sindaco di Chiavenna, Luca Della Bitta, che ha voluto lasciare un messaggio circa l’iniziativa –. Il progetto trova il pieno supporto da parte dell’Amministrazione comunale: una sfida che in questi anni abbiamo voluto affrontare coinvolgendo anche le nuove generazioni per fare in modo che conoscessero il passato, storia, cultura e le numerose ricchezze della nostra città per esserne ancor più orgogliosi e diventare i primi testimoni di quello che la storia ci ha insegnato anche per cogliere nuove opportunità”.

SCOPRI COME PARTECIPARE A QUESTO LINK