Grande concerto dello storico gruppo

Trionfo dei Nomadi a Sondalo

Lo scorso venerdì, il centro polifunzionale di Sondalo, ha ospitato un altro grande evento musicale dell’estate valtellinese. Ad esibirsi nel loro concerto “…La storia continua” sono stati i Nomadi, il famoso gruppo musicale italiano, fondato nel 1963 dal tastierista Beppe Carletti e dal cantante Augusto Daolio. La band ha all’attivo settantanove album tra dischi registrati in studio o dal vivo e raccolte varie e sono una fra le più longeve band, sia a livello nazionale che internazionale.  La formazione che si è esibita nella serata sondalina era composta da Beppe Carletti alle tastiere, Cico Falzone, chitarre e voce, Daniele Campani alla batteria, Massimo Vecchi basso e voce, Sergio Reggioli al violino, percussioni e chitarra e da Yuri Cilloni, la nuova voce del sodalizio.

I brani

Tra i loro brani eseguiti durante la serata non potevano mancare le canzoni evergreen che hanno fatto la storia della grande musica italiana. Un tripudio di cori ha accompagnato tutto il concerto, e se dopo tanti anni di storia, il motto della band è “Sempre Nomadi”, un motivo ci sarà. Una serata magica ed emozionante che nemmeno la pioggia, scesa sul finire della serata, ha saputo rovinare. Un vero spettacolo di luci e suoni reso speciale da una grande folla di persone provenienti da tutta Italia, radunate per una sera a Sondalo, nello stesso luogo che lo scorso anno ospitò un altro grande concerto del cantautore e cittadino onorario di Sondalo, Davide Van de Sfroos.

Leggi anche:  Singin' in the Rain musical Cantando sotto la pioggia: 2 biglietti al prezzo di uno con CominCom

Gli organizzatori

Molto soddisfatti gli organizzatori dell’APT di Sondalo (guidati dal presidente Gianni Pedranzini e da Valentina Cardoni) che hanno organizzato il concerto in collaborazione con la società EventVision di Andrea Terzaghi e con il Comune di Sondalo, presente alla serata con il sindaco Grassi e la giunta. Una serata che resterà nel cuore di tutti i presenti, resa possibile grazie anche al lavoro dei tanti volontari impegnati nel servizio sicurezza, bar e ristoro.