Ha riaperto i battenti Villa Carlotta, la storica dimora di Tremezzina. Fino al prossimo 3 novembre, la villa tornerà ad accogliere gli appassionati di arte, botanica, musica e tutti coloro che con curiosità avranno voglia di scoprire il giardino e il museo.  Particolare attenzione l’organizzazione ha deciso di destinare alle collezioni storiche, alle comunità del territorio, alle famiglie, alle scuole, a chi sceglie il Lago di Como come meta di vacanza pensando a progetti ad hoc.

A Villa Carlotta tre mostre per la stagione 2019

La stagione 2019 si apre con una prima mostra fotografica “Chiare, fresche e dolci acque. Viaggi fotografici sul Lago di Como” che si svolge dal 12 aprile al 9 giugno e che ripercorre un secolo di vita lariana e di storia della fotografia grazie alle opere raccolte con sapienza e meticolosità dal collezionista comasco Ruggero Pini. Un viaggio che parte nell’Ottocento con Luigi Sacchi e Pompeo Pozzi e termina con le istantanee di Alfred Stieglitz.

A seguire ci sarà un momento di ritorno alle origini di Villa Carlotta quando era ancora Villa Clerici, della famiglia che alla fine del Seicento ha edificato la residenza insieme a parte del giardino che oggi noi conosciamo. I Clerici, che iniziarono la loro attività di mercanti di lana e seta proprio sulle sponde del Lago di Como, a Domaso, un piccolo centro posto in una posizione strategica che favoriva i commerci verso il nord Europa e le Fiandre, attraverso la Valtellina. Con questo obiettivo prenderà vita la mostra “Splendori del Settecento sul Lago di Como. Villa Carlotta e i marchesi Clerici” che partirà il 22 giugno e rimarrà aperta fino al 3 novembre.

Leggi anche:  Escursioni sulle Orobie: si parte con la Valtartano, Val Belviso e Valle del Bitto

Sul filone del commercio di tessuti, la stagione prosegue con una mostra dedicata all’arte tessile con opere di arte antica e contemporanea, attentamente selezionate dall’ampia e raffinata Collezione Canclini; sempre dal 22 giugno al 3 novembre i visitatori della dimora potranno godere della mostra “Telai e trame d’autore. Da Leonardo a Maria Lai”.

Ovviamente anche quest’anno l’Ente Villa Carlotta intende valorizzare le collezioni museali interne alla dimora, argenti e ceramiche torneranno a risplendere nella Wunderkammer raccontando i riti quotidiani del Giovin Signore, dal risveglio fino all’ora della merenda e a testimonianza di luci e splendori dell’epoca d’oro.

Per tutte le informazioni è possibile consultare il sito www.villacarlotta.it.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU