La Camera di commercio di Sondrio prosegue l’azione di sostegno dell’alternanza scuola-lavoro, nel quadro delle competenze assegnate con la riforma del sistema camerale nel campo del rapporto fra scuola e impresa.

750 € per ogni studente ospitato

Parte il 1° giugno la seconda edizione del bando di contributi a sostegno delle imprese che attivano percorsi di alternanza scuola-lavoro, con una dotazione di 40.000 €. Nello specifico, le imprese della provincia di Sondrio potranno ricevere un contributo di 750 € per ogni studente ospitato in alternanza per una durata di almeno 40 ore.

Contributo massimo di 3.000 € per l’alternanza scuola-lavoro

Ciascuna impresa potrà ricevere un contributo massimo di 3.000 €, aumentato fino a ulteriori 1.000 € nel caso di studenti con disabilità. Sono ammessi a contributo i percorsi di alternanza conclusi a partire dal 1° giugno, mentre per i percorsi conclusi entro il 31 maggio sarà ancora attivo (fino al 10 giugno) il bando attivato nel mese di ottobre del 2017.

Leggi anche:  Camera di Commercio: chiusura estiva

Come ottenerlo

Le modalità di presentazione delle domande di contributo sono semplici. La domanda va presentata dopo la conclusione del percorso di alternanza. Ciascuna impresa potrà presentare anche più domande, nel rispetto del limite massimo del contributo ottenibile. Per accedere ai contributi, le imprese devono essere in regola con il pagamento del diritto annuale e con gli obblighi contributivi (attestati dal Durc). Le imprese devono inoltre essere iscritte al Registro nazionale per l’alternanza scuola lavoro (RASL) gestito dalle camere di commercio. Ad oggi, sono già circa 250 le imprese iscritte al registro.