Si annuncia alta la qualità del Bitto 2017. A confermarlo i primi test svolti dal consorzio in vista del concorso formaggi alla Mostra del Bitto.

Bitto 2017: buoni segnali

Al termine di un’annata d’alpeggio complessivamente favorevole, seppure chiusa in leggero anticipo, il concorso darà i primi responsi sulla qualità del Bitto 2017. Un’indicazione importante sulla qualità del re dei formaggi valtellinesi. In valle regna l’ottimismo poiché i primi riscontri del Consorzio di tutela, che ha avviato la marchiatura delle forme dopo i settanta giorni previsti dal disciplinare di produzione, sono positivi sia sul fronte della qualità che su quello della quantità.

Il commento del presidente del Consorzio

Il presidente del Consorzio Vincenzo Cornaggia è ottimista. “Le condizioni meteorologiche hanno creato qualche problema agli alpeggiatori, ma l’annata è da considerare positiva. Si segnala comunque qualche differenza da zona a zona, ma anche a questo siamo abituati. La chiusura anticipata della stagione ha inciso in maniera limitata, considerato che i picchi di produzione si registrano nelle settimane centrali dell’estate. E dai primi assaggi il Bitto del 2017 sembra di alta qualità. In vista del concorso e in attesa delle valutazioni della giuria siamo molto fiduciosi”.

Leggi anche:  La Valtellina è pronta per "L'Artigiano in fiera"

Appuntamento alla Mostra con il concorso

Per capire se davvero le previsioni saranno confermate occorrerà attendere il pronunciamento delle giurie del concorso formaggi alla Mostra del Bitto. La manifestazione si terrà a Morbegno il 14 e 15 ottobre. E la sera del sabato ci sarà la cerimonia di premiazione dei casari. Programmato alle 20.30 nell’auditorio Sant’Antonio, l’evento sarà seguito da uno spettacolo che si svolgerà sulla piazza.

Su Centro Valle tutti i dettagli

Sul numero di Centro Valle in edicola sabato 23 settembre tutti i dettagli sulla produzione annuale di Bitto, sul concorso e sulle novità che riguardano il Consorzio.