C’e’ tempo fino al 21 gennaio per presentare progetti sul tradizionale bando congiunto di Fondazione Pro Valtellina e Fondazione Gruppo Credito Valtellinese dedicato anche per quest’anno ai servizi in favore degli studenti.

Pro Valtellina e Fondazione Creval insieme per i giovani

Pro Valtellina e Fondazione Creval mettono a disposizione centomila euro a sostegno delle generazioni future e delle loro famiglie: dopo scuola, sostegno in orario scolastico, avvicinamento alle scienze matematiche, fisiche, astronomiche e geografiche, percorsi di formazione scolastica che favoriscano l’avvicinamento degli studenti al mondo del lavoro. Si punta ancora una volta alle nuove generazioni e alla loro formazione.

Progetti per attività durante e dopo la scuola

Centomila euro per progetti volti a sostenere attività quotidiane e organiche di “dopo scuola” dove gli studenti possano essere seguiti ed aiutati sia nello studio sia nell’attività sportiva e progetti che garantiscano un sostegno durante l’orario scolastico a studenti in difficoltà per condizioni fisiche e/o mentali. Saranno anche privilegiati percorsi innovativi (esperienziali, interattivi) per l’avvicinamento, l’apprendimento e l’approfondimento delle scienze matematiche, fisiche, astronomiche e geografiche, e progetti volti a supportare, incentivare e diffondere le eccellenze formative in ambito scolastico.

Leggi anche:  L'industria rallenta e l'edilizia è sempre in crisi

Avvicinarsi al mondo del lavoro

Saranno inoltre favoriti i percorsi di formazione scolastica che favoriscano la conoscenza e l’avvicinamento degli studenti al mondo del lavoro. Un obiettivo importante e molto concreto per aiutare gli studenti e le loro famiglie nel percorso di scolarizzazione, prevenendo situazioni di abbandono scolastico e devianza, e favorendo materie generalmente considerate difficili come la matematica o la fisica. Un interesse quindi rinnovato anche per l’astronomia e la geografia, materie trascurate che potrebbero invece diventare fondamentali nel percorso di studio.