E’ stato approvato oggi la CdA il rendiconto al 31 marzo della Bps. Nei primi tre mesi dell’anno il gruppo ha segnato un utile di 34,9 milioni di euro.

Bps, i numeri dei primi tre mesi dell’anno

L’utile netto consolidato, pari a 34,9 milioni (-18,5%), risente in misura significativa dei contributi finalizzati alla stabilizzazione del sistema bancario, pari nel trimestre a lordi 21 milioni, al netto dei quali il risultato di periodo si sarebbe attestato a circa 50 milioni di euro. In crescita gli impieghi. I finanziamenti verso la clientela si attestano a 25.962 milioni di euro, in lieve incremento (+0,5%) rispetto ai 25.845 milioni di euro di fine 2018. Confermata la tradizionale vicinanza alla clientela e alle comunità di riferimento: famiglie e imprese hanno beneficiato, da inizio anno, di nuove erogazioni per circa un miliardo. La raccolta diretta ammonta a 30.496 milioni rispetto ai 31.063 milioni di euro di fine 2018 (-1,8%); quella indiretta si attesta a  31.541 milioni rispetto ai 30.182 milioni di euro del periodo di confronto (+4,5%). La raccolta assicurativa ammonta a  1.447 milioni rispetto ai 1.410 milioni di euro del precedente esercizio (+2,6%). Il personale, principale asset aziendale, ammonta a 3.255 unità. 39 nuove assunzioni da inizio 2019.

Leggi anche:  Creval, Moody’s promuove il Piano industriale

SU CENTRO VALLE IN EDICOLA SABATO 11 MAGGIO IL SERVIZIO COMPLETO