La Banca Popolare di Sondrio ha ricevuto dalla Bce l’approvazione per l’utilizzo del sistema interno di rating (AIRB) ai fini della misurazione dei requisiti patrimoniali relativi al rischio di credito dei portafogli corporate e retail, i cui riflessi emergeranno a partire dalle segnalazioni di vigilanza al 30 giugno 2019. Il risultato conseguito permetterà un’allocazione migliore del capitale in termini di rischio e rendimento, favorendo una maggiore redditività prospettica e un incremento molto significativo dei ratio patrimoniali, peraltro allo stato attuale già ampiamente superiori a quelli stabiliti dalla Banca Centrale Europea.

Autorizzazione della Bce, il commento di Pedranzini

Dopo la comunicazione da parte della Banca Centra Europea, il consigliere delegato e direttore generale della Bps Mario Alberto Pedranzini ha dichiarato: “Siamo molto orgogliosi del successo ottenuto, a coronamento di un approfondito e qualificato lavoro svolto con dedizione da numerosi collaboratori e sostenuto da cospicui investimenti. I sistemi che utilizziamo da anni per la misurazione e la gestione del rischio di credito ricevono ora la validazione della Banca Centrale Europea. Il beneficio di cui disporremo amplifica la nostra ambizione circa gli obiettivi strategici di crescita, di diversificazione del business, continuando a finanziare famiglie e imprese, nonché accelerando gli investimenti e il processo di de-risking ”.