Il Consiglio di Amministrazione della Bps Suisse, istituto di credito di diritto elvetico con sede a Lugano presieduto da Mario Alberto Pedranzini, controllato al 100% dalla Banca Popolare di Sondrio, ha approvato le risultanze del primo semestre 2019.

Bps Suisse, utile a 8,4 milioni di franchi svizzeri

L’utile netto, espresso secondo i principi contabili propri dell’ordinamento elvetico, ammonta 8.401.598 di franchi svizzeri, in crescita del 12,37% rispetto allo scorso anno. “La controllata ha dimostrato, in un contesto di mercato ed economico difficile, capacità di adattamento e di reazione, come risulta dall’incremento del totale di bilancio e dalla significativa redditività – si legge nella nota a commento del risultato – L’istituto elvetico, oltre a confermare il buon lavoro svolto, sta consolidando sempre più il proprio ruolo di banca del territorio”.

La struttura della Bps Suisse

La struttura conta, infatti 18 filiali che operano in sette diversi Cantoni: Grigioni, Ticino, Basilea, Zurigo, Berna, Neuchâtel e Vallese a cui si aggiungono l’unità virtuale Direct Banking di Lugano, l’Ufficio di rappresentanza di Verbier e la succursale estera di Monaco, ubicata nell’omonimo Principato.