La Valtellina agricola cresce e con lei la Cooperativa vitivinicola di Montagna, Poggiridenti e Ponchiera che il 18 aprile ha presentato all’assemblea dei soci il bilancio 2018 con un fatturato cresciuto del 60% rispetto al 2017 e che sfiora i due milioni di euro.

Cooperativa vitivinicola di Montagna, Poggiridenti e Ponchiera da record

Sotto la guida del presidente Roberto Ruttico, le attività dell’ultimo anno si sono focalizzate innanzitutto sulla viticoltura, settore di primaria importanza per la cooperativa che garantisce assistenza in 50 ettari di vigneti terrazzati, oltre che nella cura del verde pubblico e privato. Cresce anche la superficie dei vigneti condotti con sistema biologico, oggi circa 5 ettari. Un dato che testimonia le capacità sviluppate dai tecnici e dal personale operativo nella gestione organizzativa e nella tempestività di intervento in un ambito molto complicato come quello bio, nonché il ruolo chiave della Cooperativa vitivinicola di Montagna nell’affiancare cantine e viticoltori per un’agricoltura sostenibile sempre più attenta al rispetto dell’ambiente e alla salute degli operatori.

Leggi anche:  Mostra del Bitto 2019 attraverso colori, sapori, tradizioni

Le parole del presidente Ruttico

“Per il futuro stiamo pensando a nuovi progetti che ci permetteranno di specializzarci anche nel settore zootecnico, oltre che di svilupparci sempre più nell’assistenza in ambito frutticolo e vitivinicolo –  ha commentato il presidente Ruttico, dal 2005 alla guida della cooperativa – Anche gli investimenti sul personale sempre più qualificato rimarranno un nostro obiettivo per vincere le sfide che la moderna agricoltura ci impone. Oggi abbiamo in organico 30 persone, delle quali 15 sono dedicate alla gestione dei vigneti e del verde pubblico”.

SU CENTRO VALLE IN EDICOLA SABATO 27 APRILE IL SERVIZIO COMPLETO