Ieri, mercoledì 13 marzo, l’agenzia di rating DBRS ha migliorato i giudizi di rating assegnati a Creval. I ratings sui depositi sono stati portati in area Investment Grade, in particolare il Long-Term Deposits è stato aumentato di 1 notch a “BBB(low)” da “BB (high)” e lo Short-Term Deposits di 2 notch da “R-3” a “R-2(middle)”. Inoltre il Long-Term Issuer Rating è stato innalzato di 1 notch a “BB(high)” da “BB”. Il trend su tutti i rating è stato portato da positive a stable.

Premiati i progressi di Creval nella riduzione dei crediti deteriorati

L’azione di rating di DBRS riflette da un lato i progressi posti in essere da Creval nel processo riduzione dello stock di crediti lordi deteriorati che ha comportato un calo della loro incidenza sul totale dal 22% di fine 2017 all’11% di fine 2018 e dall’altro il rafforzamento patrimoniale che ha portato il CET1 ratio fully loaded a raggiungere il 13,5% a fine 2018. Tale livello inoltre, secondo DBRS, consente alla banca di poter
accelerare ulteriormente nel processo di derisking.