Gianluca Bassola è il nuovo presidente del Gruppo Ristoratori.

L’assemblea del Gruppo Ristoratori

Gli operatori della ristorazione sono una realtà di riferimento per una provincia a vocazione turistica come la nostra: il loro ruolo, infatti, è quello di protagonisti nella valorizzazione dei prodotti, della cucina e, quindi, dell’identità del territorio. Con la loro esperienza e professionalità, i ristoratori danno di fatto un contributo importante nell’arricchire la cultura dell’accoglienza. Temi, questi, oggi di grande evidenza in un contesto in cui la ristorazione comincia a dare qualche incoraggiante segnale di ripresa. L’assemblea elettiva del Gruppo Ristoratori della provincia di Sondrio è stata l’occasione per ritornare su questi argomenti, con un occhio rivolto alle opportunità presenti e dell’immediato futuro. L’incontro ha avuto luogo nel pomeriggio di ieri, mercoledì 22 maggio, a Sondrio.

Il passo indietro del presidente uscente

Il presidente uscente Antonio Tonola ha ripercorso quanto fatto negli ultimi cinque anni, ringraziando il direttivo per l’impegno dedicato alla rappresentanza e lanciando un messaggio alla categoria. “Oggi noi ristoratori – ha detto – siamo sempre più un punto di riferimento per il nostro territorio, per esempio quando vengono organizzati eventi di richiamo per attirare pubblico nelle nostre località, e, cosa ancora più fondamentale, siamo considerati interlocutori nella prospettiva di una crescita turistica della nostra realtà. Un momento favorevole, che dobbiamo saper cogliere presentandoci con un forte spirito di coesione. Dopo questi cinque anni trascorsi alla presidenza, ritengo sia arrivato il momento di lasciare spazio ad altri, pur mantenendo il mio impegno all’interno del direttivo”.

Il rinnovo delle cariche

L’assemblea ha quindi proceduto al rinnovo delle cariche, eleggendo presidente Gianluca Bassola (già vicepresidente nel precedente direttivo) e vicepresidente Antonio Tonola. Un giovane, dunque, alla guida di questa categoria in fermento, ma una ventata di rinnovamento ha riguardato il direttivo in generale, all’interno del quale hanno fatto il loro ingresso protagonisti del ricambio generazionale che sta avvenendo anche nella nostra ristorazione locale. Accanto al presidente Bassola e al vicepresidente Tonola, il consiglio è risultato composto di altri 11 membri: i confermati Antonio Elia, Gianpiero Reghenzani, Paolo Tarca, Gianni Testini e Maurizio Vaninetti. Con loro i neoeletti consiglieri Alessandro Benedetti, Luca Cantoni, Aristide Cattaneo, Luca Galli, Mauro Gianola e Domenico Muti.

Leggi anche:  Creval, inaugurata la filiale di Milano San Fedele

Le parole del nuovo presidente

“Credo che questo sia un bel periodo per la Valtellina – ha dichiarato il neopresidente Gianluca Bassola, ringraziando il presidente e il consiglio uscenti e dando il benvenuto al nuovo direttivo – C’è molto lavoro da fare, ma il punto di partenza da cui non possiamo prescindere è costruire un progetto per il territorio, che sia ben definito e strutturato, per farci trovare pronti nel cogliere le opportunità che si presenteranno, anche nella prospettiva che la candidatura italiana alle Olimpiadi invernali vada in porto. Vedo molti giovani nel direttivo, un bel segnale, sono sicuro che lavoreremo bene per la crescita in qualità e professionalità della nostra categoria. Questo oggi ci chiedono i clienti, in un momento in cui la Valtellina sta facendo parlare di sé a livello internazionale per i suoi vini e i suoi prodotti, e comincia a essere conosciuta sempre di più per le sue bellezze paesaggistiche e i suoi itinerari”.