Rosangela Rinaldi resterà per i prossimi cinque anni alla presidenza dello Snag – Sindacato provinciale giornalai, attivo all’interno dell’Unione del Commercio e del Turismo. La conferma è giunta in occasione della riunione dell’assemblea dei soci della categoria, che ha avuto luogo nel pomeriggio di ieri, lunedì 18 marzo, a Sondrio.

Giornalai Snag, ecco il nuovo direttivo

Con Rinaldi sono stati confermati anche i vicepresidenti Massimo Orilieri e Riccardo Ferri, e gran parte del Consiglio direttivo uscente: Maurizio Adda, Alessandra Barral, Paola Bonazzi e Michele Ristuccia, cui si sono aggiunti due nuovi ingressi con Francesca Canclini e Laura Simonini, in sostituzione dei consiglieri uscenti Gianluca Cossi e Sergio Moretti che non si sono più ricandidati per motivi personali e che la presidente Rinaldi ha voluto ringraziare per l’impegno dedicato in questi anni.

Le parole della presidente

“Vi sono grata – ha detto la neoeletta presidente Rinaldi – per avermi confermato la vostra fiducia che onorerò rinnovando il mio impegno e la mia disponibilità a tutela della categoria. Sono tante le problematiche che riguardano il nostro settore e, in particolare, le edicole di un territorio montano come il nostro. Siamo una realtà ben radicata in provincia di Sondrio, con criticità legate alle distanze, alla presenza in paesi di mezza costa e in centri a rischio di spopolamento o in zone turistiche legate ai flussi dei visitatori. La mia intenzione è quella di far sentire con determinazione la nostra voce e di batterci per ottenere il più possibile risultati concreti”.

Un settore coeso

L’incontro di ieri, molto partecipato, ha confermato la grande coesione di una categoria tra le più unite e dinamiche all’interno della rappresentanza dell’Unione del Commercio e del Turismo. Il mondo delle edicole, infatti, è interessato da un cambiamento davvero epocale, in atto ormai da anni, ma di cui si fa ancora fatica a intravedere la precisa fisionomia. Da qui l’intensa attività dei Giornalai della provincia di Sondrio che già in questi anni si è tradotta in frequenti riunioni periodiche tra colleghi e nell’assidua partecipazione a tavoli di confronto con la dirigenza regionale e nazionale, e con la controparte formata da distributori ed editori. Tutti impegni che il neoeletto direttivo intende rinnovare.

Leggi anche:  Resca, Confimprese: “In Cina il retail è digital”

A Sondrio in vice presidente nazionale

A delineare il quadro della situazione che stanno attraversando gli operatori del settore è intervenuto durante l’assemblea il vicepresidente nazionale dello Snag (Sindacato Nazionale Autonomo Giornalai di Confcommercio) Carlo Monguzzi, a Sondrio proprio per l’occasione. “Tanti e rapidi sono i cambiamenti che hanno completamente stravolto il mondo dell’editoria ai vari livelli – ha detto Monguzzi – coinvolgendo inevitabilmente la rete di distribuzione di quotidiani e periodici”. Monguzzi ha elogiato lo Snag della provincia di Sondrio per il suo impegno e la sua dedizione, e ha detto che l’intenzione è quella di rilanciare e rendere più forte la rappresentanza a livello nazionale, a fronte di una situazione che non ha nascosto essere estremamente difficile a causa della crisi dell’editoria. “In Italia sono attive 28mila rivendite di giornali e periodici che rappresenteremo agli Stati generali dell’editoria convocati dal sottosegretario Crimi per il 25 marzo: sarà questa l’occasione per fare sentire la nostra voce”. Sul tavolo la categoria metterà in primis il difficile rapporto con gli editori e con i distributori, a cui chiederà maggiori garanzie, il problema dell’informatizzazione, la possibilità di interventi mirati con contributi e incentivi, e varie altre criticità, con l’intento di delineare il futuro dell’edicola che verrà.