Arrivano importanti contributi a fondo perduto alle imprese turistiche. L’iniziativa è della Camera di Commercio.

Imprese turistiche: fondo da 50 mila euro

La Camera di Commercio di Sondrio assegna contributi a fondo perduto alle imprese del comparto turistico-ricettivo e dei servizi più direttamente connessi. I contributi servono per sostenere interventi a favore della digitalizzazione e per una migliore presenza sul web e sui canali social. Per tale iniziativa è stato stanziato un fondo di 50mila euro.

Ecco quando presentare le domande e cosa viene finanziato

E’ stato attivato un avviso alle imprese, che potranno presentare domanda di contributo nel periodo compreso tra l’1 e il 28 febbraio. Sono ammesse a contributo le spese per le seguenti iniziative:
1) Ottimizzazione/sviluppo presenza sul web e sui canali “social” (codificazione dei dati con i) principali standard di mercato adeguati ai protocolli previsti per l’adesione all’”EDT – Ecosistema Digitale Turistico” (EDT, realizzato da Explora scpa);
2) servizi di consulenza finalizzati al miglioramento della presenza sul web;
3) spese di comunicazione e promozione digitale;
4) acquisizione e sviluppo contenuti atti a una migliore presenza “social” (immagini adeguate, video, “storytelling”,  attivazione di servizi SEM e SEO);
5) formazione in materia di promozione digitale;
6) acquisto di attrezzature informatiche (personal computer e tablet) adeguate alla partecipazione attiva all’ ”EDT – Ecosistema Digitale Turistico”.

Leggi anche:  Semestrale Bps: l'utile netto arriva a 74,2 milioni

Ecco chi può beneficiarne

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili, al netto di Iva, nel limite massimo di  2.500 euro  (spesa massima,  5.000 euro) e nel limite minimo di  1.000 euro (spesa minima,  2.000 euro). Possono beneficiare degli aiuti le micro, piccole e medie imprese attive con sede e/o unità produttiva nella provincia di Sondrio, che svolgono le seguenti attività economiche (codice primario o secondario): Alberghi, Alloggi per vacanze e soggiorni brevi, Ostelli, Rifugi di montagna, Affittacamere, Aree di campeggio, Noleggio auto, Noleggio attrezzature sportive e ricreative, Gestione di strutture artistiche, Gestione impianti sportivi, club sportivi, Palestre e altre attività sportive, Parchi divertimenti e parchi tematici, discoteche, sale da ballo, guide e accompagnatori turistici.

Il commento del presidente della Cciaa

Il presidente della Camera di Commercio Emanuele Bertolini commenta: “Vogliamo sostenere i processi di innovazione del settore ricettivo, stimolandone la crescita sul web e sui canali social. Abbiamo inoltre ritenuto opportuno estendere l’iniziativa anche a favore di quelle attività che vengono classificate come ancillari alla ricettività, che forniscono servizi che i turisti ricercano durante la loro permanenza e che, pertanto, devono attivarsi sugli stessi canali promozionali delle imprese ricettive”.