L’inizio dell’anno scolastico 2018/2019 è ormai alle porte anche per gli oltre 23.760 studenti delle scuole della provincia di Sondrio. Di questi 3.011 sono iscritti alla scuola dell’infanzia, 7.968 alla primaria, 4.967 alla secondaria di primo grado e 7.821 alla secondaria di secondo grado. La prima campanella suonerà il 12 settembre, anche se, ogni singolo istituto, ha facoltà di anticipare tale data.

I numeri della provincia di Sondrio

Scuola secondaria primo grado

Quest’anno gli studenti della scuola secondaria di primo grado in provincia di Sondrio sono 4.967, divisi in 243 classi:
– 167 all’Istituto comprensivo Fumasoni di Berbenno (suddivisi in 8 classi)
– 256 all’Ic di Livigno (suddivisi in 12 classi)
– 274 all’Ic di Ponte in Valtellina (suddivisi in 13 classi)
– 241 all’Ic Bertacchi di Chiavenna (suddivisi in 11 classi)
– 217 all’Ic Garibaldi di Chiavenna (suddivisi in 13 classi)
– 268 all’Ic di Teglio (suddivisi in 15 classi)
– 146 all’Ic di Cosio Valtellino (suddivisi in 7 classi)
– 179 all’Ic di Traona (suddivisi in 9 classi)
– 256 all’Ic di Delebio (suddivisi in 12 classi)
– 137 all’Ic Gavazzeni di Talamona (suddivisi in 6 classi)
– 171 all’Ic Vanoni di Ardenno(suddivisi in 8 classi)
– 199 all’Ic di Novate Mezzola (suddivisi in 12 classi)
– 266 all’Ic Spini-Vanoni di Morbegno (suddivisi in 12 classi)
– 256 all’Ic di Tirano (suddivisi in 12 classi)
– 337 all’Ic Sondrio “Centro” (suddivisi in 15 classi)
– 392 all’Ic Sondrio “Paesi Retici” (suddivisi in 17 classi)
– 204 all’Ic Sondrio “Paesi Orobici” (suddivisi in 12 classi)
– 438 all’Ic Anzi di Bormio (suddivisi in 22 classi)
– 262 all’Ic 2 Damiani di Morbegno (suddivisi in 11 classi)
301 all’Ic Grosio, Grosotto, Sondalo (suddivisi in 16 classi)

Scuola secondaria secondo grado

Gli studenti della scuola secondaria di secondo grado sono 7.821, divisi in 379 classi:
– 738 al Liceo Piazzi-Perpenti di Sondrio (suddivisi in 37 classi)
– 541 al Liceo scientifico Donegani di Sondrio (suddivisi in 24 classi)
– 869 all’Istituto Balilla-Pinchetti di Tirano (suddivisi in 44 classi)
– 818 al Liceo Nervi-Ferrati di Morbegno (suddivisi in 38 classi)
– 756 all’Istituto Alberti di Bormio (suddivisi in 36 classi)
– 500 all’Istituto Leonardo Da Vinci di Bormio (suddivisi in 23 classi)
– 401 all’Istituto Besta-Fossati di Sondrio (suddivisi in 20 classi)
– 583 all’Istituto Crotto-Caurga di Chiavenna (suddivisi in 32 classi)
– 767 all’istituto Saraceno-Romegialli di Morbegno (suddivisi in 39 classi)
– 378 all’Istituto tecnico agrario di Sondrio (suddivisi in 18 classi)
– 527 all’Istituto De Simoni-Quadrio di Sondrio (suddivisi in 25 classi)
– 943 all’Iti Mattei di Sondrio (suddivisi in 43 classi)

Leggi anche:  La scuola di Villa mette la penna

Sostegno

Al momento, gli alunni della provincia di Sondrio che, per l’anno scolastico 2018/2019, usufruiranno delle attività sostegno sono complessivamente 669. Di questi 57 nella scuola dell’infanzia, 239 nella primaria, 181 nella secondaria di primo grado e 192 nella secondaria di secondo grado. Ad oggi i posti per i docenti di sostegno assegnati dall’Ufficio scolastico regionale della Lombardia (USR) sono 320 e l’Ufficio scolastico territoriale di Sondrio (UST) ha già inviato richiesta per integrare l’organico.

Augurio

“Ci siamo, è il momento di raccogliere ancora le energie e di prepararci ad iniziare un nuovo cammino di lavoro, di collaborazione ed anche di sacrifici – dichiara il dirigente dell’Ust di Sondrio, Fabio Molinari –. Rivolgo a tutti ed a ciascuno un saluto ed un augurio affettuoso per la ripresa delle lezioni e delle attività ad esse legate. Saluto tutti coloro che fanno parte della grande famiglia della scuola ed in particolar modo chi è entrato a farne parte in questi giorni. Un pensiero particolare, come d’abitudine, lo rivolgo agli studenti, che rappresentano il vero centro della scuola, a cui tutti dobbiamo dedicare le nostre forze, nel rispetto dei reciproci ruoli. Ai ragazzi raccomando di essere attenti e motivati, di impegnarsi costantemente nello studio e nelle attività ad esso legate, di vivere gli eventuali insuccessi non come fallimenti personali ma come ostacoli da superare per poter migliorare la propria preparazione”.

Cerimonia inizio anno

La tradizionale cerimonia nazionale di apertura dell’anno scolastico quest’anno si terrà il 17 settembre presso l’Istituto “Cerboni” dell’Isola d’Elba, alla presenza del Presidente della Repubblica, del Ministro dell’Istruzione e delle alte cariche dello Stato. La Cerimonia ospiterà le eccellenze del mondo della scuola, espressione del costante e prezioso lavoro che quotidianamente vede impegnati dirigenti scolastici e docenti nella crescita educativa, culturale e sociale dei cittadini di domani. Per l’occasione una delegazione di studenti valtellinesi prenderà parte all’evento, in virtù dell’impegno dimostrato sulle tematiche della legalità, dell’integrazione e della cittadinanza attiva.