Sono 1.437 gli studenti delle scuole Secondarie di Secondo grado della provincia che il 20 giugno  saranno chiamati ad affrontare gli Esami di Maturità 2018. “Sono convinto che gli studenti siano stati preparati bene dai loro docenti – dichiara il dirigente dell’UST, Fabio Molinari – pertanto li invito ad affrontare con serenità uno dei primi, importanti, esami della loro vita».

Maturità 2018: ecco tutti i numeri

I ragazzi impegnati nell’esame di stato sono 481 nei Licei, 523 negli Istituti tecnici, 418 negli Istituti professionali e 15 privatisti. Le classi coinvolte saranno 71 mentre le commissioni 36 (2 per ogni classe). Ogni commissione d’esame sarà composta da 3 commissari interni, 3 esterni e 1 presidente nominati dal Miur. Oggi (martedì 5 giugno) il Ministero ha reso noto l’elenco di tutti i presidenti e commissari esterni.

Le prove scritte

Secondo quanto stabilito dal Miur, la Prima prova scritta di italiano è fissata per mercoledì 20 giugno alle 8.30 e prevede una durata massima di sei ore. La Seconda prova scritta, grafica o scritto-grafica, sarà quella specifica di ogni indirizzo e si svolgerà giovedì 21 giugno dalle 8.30, per una durata complessiva di sei ore, salva diversa specifica previsione fornita contestualmente all’indicazione della prova. La Terza prova scritta sarà lunedì 25 giugno dalle 8.30. Ogni Commissione, in relazione alla natura e alla complessità della prova, determinerà la sua durata massima. Il 25 giugno, ogni commissione predisporrà collegialmente il testo della prova sulla base delle proposte avanzate da ciascun componente e tenendo conto del documento del Consiglio di classe. Nella terza prova, che potrà prevedere domande aperte e a scelta multipla, non possono essere coinvolte più di cinque discipline ed è consentito l’uso delle calcolatrici scientifiche e grafiche che, per consentirne alla commissione d’esame il controllo, dovranno essere consegnate in occasione dello svolgimento della Prima prova.

Leggi anche:  Creval avvia una partnership industriale con Pitagora Spa

Gli orali e i voti

Spetterà alle commissioni definire la data d’inizio dei colloqui e, in base al sorteggio, l’ordine di precedenza. In ogni caso, il numero dei candidati che sostengono il colloquio, per ogni giorno, non può essere di norma superiore a cinque. Il voto finale complessivo, espresso in centesimi, sarà il risultato della somma dei punti attribuiti dalla commissione d’esame alle prove scritte (fino a 45 punti) e al colloquio (fino a 30 punti) e dei punti relativi al credito scolastico acquisito da ciascun candidato (fino a 25 punti).

A QUESTO LINK TUTTE LE COMMISSIONI D’ESAME SCUOLA PER SCUOLA

UST SONDRIO – COMMISSIONI ESAMI SI STATO