Scambi fra mondo della scuola e del lavoro.

Molinari incontra Iperal e Galbusera

Nuovi importanti incontri fra mondo della scuola e del lavoro. Prosegue infatti a ritmo incalzante il tour del dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale, Fabio Molinari, presso alcune aziende del territorio al fine di gettare le basi per una serie di proficue collaborazioni con gli Istituti della provincia di Sondrio. Dopo la tappa presso la “Tessuti di Sondrio”, in questi giorni Molinari ha fatto visita ad altre due delle maggiori realtà imprenditoriali valtellinesi: l’azienda Galbusera di Cosio Valtellino e la catena di ipermercati Iperal con base a Piantedo.

Molinari

“Con le visite alla Galbusera e Iperal intendo proseguire il mio itinerario per conoscere più da vicino le realtà socioeconomiche della Valtellina in modo da creare delle interessanti opportunità per le nostre scuole – dichiara il dirigente Ust, Fabio Molinari –. L’idea è quella di programmare una serie di progetti legati all’alternanza scuola-lavoro e momenti di approfondimento rivolti agli studenti che consentano loro di entrare in contatto con alcune fra le più virtuose aziende del territorio per scoprirne la storia, la filosofia e il funzionamento. E perché no, pensare ad un futuro professionale legato a tali attività. Nel frattempo ringrazio di cuore tutti coloro i quali finora mi hanno spalancato le porte delle loro realtà e si sono resi più che disponibili a tessere relazioni utili e costruttive”.

Leggi anche:  L'appello: "Valorizziamo la scuola di montagna"

Iperal

“La scuola è una delle istituzioni che ci permette di agire in coerenza con la nostra mission nella quale dichiariamo la volontà di creare valore per i clienti, per i collaboratori e per il territorio – aggiunge la responsabile selezione, formazione e sviluppo presso Iperal, Katia Tredici –. Nella scuola del nostro territorio infatti studiano i giovani, tanti dei quali clienti insieme alle proprie famiglie, che un domani potrebbero diventare nostri collaboratori. In concreto ci piacerebbe sostenere la formazione degli studenti, integrando il programma ministeriale con conoscenze specifiche ricercate dalle aziende, portando in aula docenti o consulenti esperti in materia; questo permetterebbe agli studenti di acquisire un know-how spendibile nel mondo del lavoro del proprio territorio quando lasceranno i banchi scolastici”.

Galbusera

“L’incontro con il dirigente è la conferma ufficiale della volontà di aprire le porte del nostro stabilimento di Cosio Valtellino al mondo della scuola – spiega il responsabile produzione della Galbusera, Valerio Tocalli –. Già negli ultimi anni la fabbrica ha avuto modo di ospitare alcune scolaresche dedicando ai ragazzi visite guidate e presentazioni ad hoc. In tali occasioni sono previsti anche momenti dedicati ad illustrare ai giovani i profili professionali occupati in azienda e le competenze più richieste. Ad oggi abbiamo ospitato all’interno della Galbusera anche alcuni stage e tirocini formativi oltre e progetti di alternanza scuola-lavoro che intendiamo ripetere nel futuro”.