Il pane di segale 100% Valtellina sarà protagonista sabato e domenica alla Mostra del Bitto.

Il debutto del segale 100% Valtellina

Dall’amalgama degli ingredienti alla modellazione dell’impasto. Dalla lievitazione alla cottura. Fino al prodotto finale: fragranti e gustose ciambelle di pane di segale dal sapore unico e inconfondibile perché 100% Valtellina. Tutte le fasi della preparazione di questa prelibatezza saranno per la prima volta sotto gli occhi del pubblico della Mostra del Bitto. L’iniziativa porta la firma  grazie dell’Associazione Panificatori e Pasticceri  dell’Unione Cts. Ed è realizzata  con il sostegno di Valtellina Turismo. Tutto nell’ambito del progetto Pane di segale 100% Valtellina nato in collaborazione con Coldiretti.

Il progetto a un nuovo step

“Siamo giunti a un nuovo e importante step del progetto – evidenzia il presidente dei Panificatori Luigi Cao – Dopo il primo e positivo anno di sperimentazione ci apprestiamo a un ulteriore salto di qualità. E ci presentiamo in una straordinaria vetrina al cospetto del vasto pubblico proveniente anche di fuori provincia. Le squisite ciambelle verranno prodotte  direttamente in fiera nel piccolo laboratorio che sarà allestito all’interno dello spazio espositivo dedicato a questa iniziativa”.

Leggi anche:  Energia: via a prima filiera biometano da stalla a strada

Uno stand per vedere e gustare

Il pane di segale 100% Valtellina verrà prodotto sabato a partire dalle 15 circa. E si replica e domenica dalle 11 . Il pubblico della Mostra del Bitto potrà conoscerlo e apprezzarlo all’interno della tensostruttura che verrà allestita in piazza Sant’Antonio.

Gusto e turismo vanno a braccetto

Lo stand è condiviso con Valtellina Turismo. E all’interno sarà disponibile anche il materiale
promozionale dedicato all’offerta turistica della nostra provincia. Il binomio tra turismo e un
prodotto d’eccellenza del territorio è tutt’altro che casuale. Si inserisce in un contesto in cui le prelibatezze enogastronomiche sono di fatto ritenute parte integrante dell’offerta turistica.