Giornata importante ieri, lunedì, per i ragazzi delle classi terze e quarte del “Corso tecnico di Cucina” e del “Corso tecnico di Sala e Bar” del Polo di Formazione Professionale Valtellina (Pfp). Un istituto che conta 400 studenti a Sondrio e 100 a Sondalo, per 7 diversi indirizzi di studio. Oggi una trentina di ragazzi si sono cimentati con la prova di fine anno scolastico alla presenza dei propri insegnanti e di diversi rappresentanti delle istituzioni chiamati ad esprimere una valutazione in merito alle pietanze e al servizio. Il pranzo preparato era valido come prima prova d’esame.

I ragazzi del Pfp giudicati anche dalle istituzioni

In sala, oltre al direttore del Pfp Evaristo Pini, anche il presidente Ettore Castoldi, insieme ai membri del CdA Erminio Tognini e Ivan Munarini. Ad assaporare i 6 diversi menu proposti ai 7 tavoli anche il presidente di Confartigianato Sondrio Gionni Gritti, il segretario Alberto Pasina, il presidente della Cm di Sondrio Tiziano Maffezzini, il presidente della Cm di Morbegno Christian Borromini, il presidente della Provincia di Sondrio Luca Della Bitta, il dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Sondrio Fabio Molinari insieme a Domenico Longobardi. Infine, non sono mancati i presidenti delle commissioni d’esame Renato Ciaponi e Andrea Bello.

I complimenti del dirigente dell’ufficio scolastico

“I miei complimenti vanno a tutti i ragazzi e ai loro docenti che si sono prodigati per la realizzazione di questo pasto eccellente – ha dichiarato soddisfatto il dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale, Fabio Molinari – Siamo stati bene e, in tutto ciò che abbiamo gustato, abbiamo avuto la possibilità di apprezzare la passione con la quale questi ragazzi hanno seguito il loro percorso di formazione”.

Leggi anche:  Il dirigente dell’Ufficio Scolastico incontra gli studenti

E quelli del presidente della Provincia

Anche il presidente della Provincia Luca Della Bitta si è complimentato con i ragazzi: “La giornata di oggi ha messo in luce ancora una volta il percorso di grande qualità e di formazione del Pfp con un’attenzione alle capacità professionali che daranno sicuramente un’opportunità a questi ragazzi ma anche all’aspetto umano, alla loro crescita personale ed educativa. La presenza del dirigente dell’Ust rappresenta un elemento ulteriore che certifica l’attenzione di tutte le istituzioni, comprese quelle del mondo scolastico, nei confronti di questa importante realtà del nostro territorio. Non a caso la Provincia è da sempre impegnata, anche con risorse economiche ingenti, per sostenere l’attività di questo importante Polo di Formazione”.