Il caso dei prestiti sospetti è arrivato anche all’assemblea degli azionisti del Credito Valtellinese. E il presidente del CdA Alessandro Trotter ha annunciato l’intenzione di andare fino in fondo.

Il caso dei vecchi prestiti sospetti

Il caso era esploso a fine marzo quando in una nota informativa il Consiglio di Amministrazione aveva annunciato l’apertura di un’inchiesta interna su finanziamenti e fidi varati dai vecchi CdA di Creval e di una società controllata. La vicenda è stata inserita anche nell’ordine del giorno dell’assemblea svoltasi martedì e in quella sede Trotter ha annunciato l’intenzione della banca di fare chiarezza e di far perseguire le eventuali responsabilità che dovessero emergere dalle verifiche.

SU CENTRO VALLE IN EDICOLA OGGI, SABATO 4 MAGGIO, IL SERVIZIO COMPLETO.