Ricominciano le scuole e, puntuale, ritorna “Risparmiacquando si impara!”, il concorso per le scuole sul tema idrico indetto da Secam.

Il concorso

La formula rimane la stessa: gli istituti partecipanti dovranno presentare esempi di risparmio domestico dell’acqua in forma simpatica e accattivante. Non è prevista alcuna limitazione né di genere né di formato. Potranno perciò essere inviati video, canzoni, fumetti, volantini; insomma tutto quello che può veicolare in maniera divertente il concetto di corretta gestione della risorsa acqua nella vita di tutti i giorni. Non limitare le possibilità creative stimola le scuole a presentare progetti interdisciplinari.
Aspetto fondamentale del quale si dovrà tenere conto in fase di elaborazione è il possibile, effettivo utilizzo da parte di Secam dei lavori presentati per finalità informative ed educative.

LEGGI ANCHE:I fontanelli Secam finiscono in TV

La partecipazione

La partecipazione a “Risparmiacquando si impara” è riservata alle scuole e non ai singoli studenti. Il premio di 1.000 euro per l’acquisto di materiale didattico sarà infatti attribuito all’istituto di provenienza della scuola vincitrice nelle categorie primaria, secondaria di primo e secondaria di secondo grado. Il termine per la presentazione delle richieste di partecipazione è fissato per il giorno 31 gennaio 2020. Gli elaborati dovranno pervenire entro e non oltre il giorno 30 aprile 2020. Il bando integrale e il form di iscrizione si possono trovare sul sito www.secam.net nella sezione “Area cittadini – Le attività di educazione ambientale”.