Dopo anni di difficoltà chiude con un utile il bilancio 2018 del Credito valtellinese. Ieri, mercoledì, il Consiglio di Amministrazione ha approvato il preliminare al 31 dicembre.

Bilancio 2018 Creval, utile di 31,7 milioni di euro

Utile netto che sfiora i 32 milioni di euro, dimezzati i crediti deteriorati, rafforzamento della solidità patrimoniale. E ancora, volumi di credito che si attestano a 21,4 miliardi di euro al 31 dicembre 2018 a fronte dei 16,7 miliardi di inizio anno e la raccolta diretta che ammonta a 19,9 miliardi di euro, in aumento dell’1,6% rispetto al 31 dicembre 2017. Sono questi alcuni dei dati più significativi del preliminare di bilancio del Credito Valtellinese.

Presto un  nuovo piano industriale

Il Consiglio di Amministrazione, di recente nomina, ha deciso di avviare l’elaborazione di un nuovo Piano Industriale triennale che sarà oggetto di comunicazione al mercato entro il primo semestre di quest’anno. Una decisione maturata dall’analisi del quadro nazionale e internazionale e dai risultati ottenuti in questi mesi e finalizzati a ridare redditività alla banca.

Leggi anche:  Creval, concluso il riassetto del business assicurativo

SU CENTRO VALLE IN EDICOLA SABATO 9 FEBBRAIO UN AMPIO SERVIZIO CON LE DICHIARAZIONI DELL’AMMINISTRATORE DELEGATO MAURO SELVETTI.