Gay insultato da un barista del centro di Monza. E’ successo una decina di giorni fa in piazza San Paolo, nel cuore del centro storico della città di Teodolinda. Lo racconta il nostro portale GiornalediMonza.it

Gay  insultato da un barista

Una decina di giorni fa il 35enne Matteo Brambilla, insieme al fidanzato, ha ordinato un aperitivo al Caffè Zucchi di Monza. Poi Brambilla ha scritto una recensione negativa sul locale. Il titolare dell’esercizio commerciale ha rintracciato il cliente su Facebook per scrivergli messaggi con insulti omofobi.

Botta e risposta

La critica si articolava in tre punti. Il gestore che avrebbe imposto il tavolo nonostante il locale “mezzo vuoto”, il servizio definito scortese senza un “grazie” o un “buongiorno” all’uscita e il conto: “Sette euro per uno spritz, direi che è eccessivo”. Poi la chiosa: “del tuo locale salvo solo la location”.

La replica del barista non si è fatta attendere: “I gay mi fanno rigurgitare”.

Leggi anche:  Gioia in Brianza: esce dal coma nel giorno del compleanno della madre

Ovviamente sono esplose le polemiche, e in queste ore sui social si dibatte aspramente sul tema.

LEGGI ANCHE: Gay minacciato e insultato da un barista del centro