Giornale di Sondrio https://giornaledisondrio.it Wed, 14 Nov 2018 13:37:44 +0000 it-IT hourly 1 Vent’anni di Orio Center, sabato 24 una grande festa con radio Rtl 102.5 https://giornaledisondrio.it/attualita/ventanni-di-orio-center-sabato-24-una-grande-festa-con-radio-rtl-102-5/ https://giornaledisondrio.it/attualita/ventanni-di-orio-center-sabato-24-una-grande-festa-con-radio-rtl-102-5/#respond Wed, 14 Nov 2018 13:37:44 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45422 Oriocenter compie vent’anni, e lo fa in grande stile. Da poche ore, Rtl 102.5 ha iniziato a trasmettere la pubblicità dell’evento più importante nell’ambito dei festeggiamenti per il compleanno del grande centro commerciale. Discoteca Nazionale, trasmissione storica della radio più ascoltata d’Italia, trasmetterà in tutta la nazione proprio dal selected store più grande d’Italia: Oriocenter appunto, […]

Continua la lettura di Vent’anni di Orio Center, sabato 24 una grande festa con radio Rtl 102.5 su Giornale di Sondrio.

]]>
Oriocenter compie vent’anni, e lo fa in grande stile. Da poche ore, Rtl 102.5 ha iniziato a trasmettere la pubblicità dell’evento più importante nell’ambito dei festeggiamenti per il compleanno del grande centro commerciale. Discoteca Nazionale, trasmissione storica della radio più ascoltata d’Italia, trasmetterà in tutta la nazione proprio dal selected store più grande d’Italia: Oriocenter appunto, che nel giorno del suo ventesimo compleanno (il 24 novembre) diventerà la «discoteca più grande d’Europa».

Vent’anni di Oriocenter

Sarà quindi un incontro tra numeri uno l’evento per i vent’anni di Oriocenter, occasione che si promette imperdibile, con i 280 negozi aperti fino a mezzanotte e l’area di food court e Uci addirittura fino all’una. «24 novembre 1998, 24 novembre 2018: vent’anni insieme. Oriocenter: mai così grande, mai così unico». La pubblicità dell’evento è sontuosa, e grazie a quella Oriocenter è ntrato nelle auto e nelle case di milioni di persone in tutta Italia. Del resto è «Big and Unique», come recita il suo slogan. Per chi non lo sapesse, Discoteca Nazionale è una trasmissione radiofonica di Rtl 102.5 condotta da Angelo Di Benedetto e Andrea De Sabato, con musica mixata dal dj Angel Gravagno, più noto come Dj Sautufau. Ogni sabato, da mezzanotte all’una, Discoteca Nazionale trasmette musica dance e house con un occhio per le hit commerciali del momento: proprio come una vera discoteca. Nato nel 2013, il programma lega la sua storia alla Sicilia, e specialmente al Caparena Club di Taormina, da dove venivano trasmesse le dirette nella prima stagione: in quell’estate, il programma doveva andare in onda fino al 25 agosto, ma il successo riscontrato convinse Rtl a “prorogare” il finale di stagione. Successo che ha permesso alla trasmissione di continuare ad accumulare ascolti e consensi, fino a questa collaborazione con Oriocenter.

Una delle realtà più vincenti dell’intera nazione

In questi vent’anni, Oriocenter è passato dall’essere un progetto guardato con scetticismo a diventare una delle realtà più vincenti dell’intera nazione. Due anni fa, Antonio Percassi, in un’intervista rilasciata a Bergamo Post, raccontava di quando la gente lo guardava storto perché aveva comprato «un’area di zanzare e nebbia». Insomma, in vent’anni si è fatta tanta strada. Ed è giusto che si festeggi nel migliore dei modi. Oggi, a maggior ragione, con Rtl che scandisce il nome di Oriocenter, le parole allora pronunciate da Percassi sembrano ancora di più quelle di un uomo che sa di avere avuto un colpo di genio. Anche perché il centro è diventato oggi una vera e propria città frequentata da milioni di persone. Che il 24 novembre potranno fare festa

Leggi anche:  Lavoro a Lecco: quasi cinquemila assunzioni entro fine anno

Continua la lettura di Vent’anni di Orio Center, sabato 24 una grande festa con radio Rtl 102.5 su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/attualita/ventanni-di-orio-center-sabato-24-una-grande-festa-con-radio-rtl-102-5/feed/ 0
Via l’eco mostro dalle Orobie https://giornaledisondrio.it/attualita/via-leco-mostro-dalle-orobie/ https://giornaledisondrio.it/attualita/via-leco-mostro-dalle-orobie/#respond Wed, 14 Nov 2018 13:32:11 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45419 Una spina nel fianco che duole dal 1983. Un eco mostro a 1300 metri di quota che imbruttisce un gioiello naturalistico. Ora finalmente gli sceletri dei due ski lift dei Campelli, sopra Albosaggia, spariranno insieme anche alla struttura una volta adibita a ristoro. Questo il più importante di una serie di progetti che verranno attuati […]

Continua la lettura di Via l’eco mostro dalle Orobie su Giornale di Sondrio.

]]>
Una spina nel fianco che duole dal 1983. Un eco mostro a 1300 metri di quota che imbruttisce un gioiello naturalistico. Ora finalmente gli sceletri dei due ski lift dei Campelli, sopra Albosaggia, spariranno insieme anche alla struttura una volta adibita a ristoro. Questo il più importante di una serie di progetti che verranno attuati grazie ad un bando regionale di riqualifica del territorio.

Progetto di valorizzazione per l’area dei Campelli

Una pericolosa macchia di incuria verrà pulita dopo anni dall’area dove adesso si trova un maggengo con prati ben tenuti, boschi rigogliosi e numerose abitazioni stagionali. Un progetto per valorizzare la montagna che aspettava solo i fondi per essere attuato ed ora i soldi ci sono grazie ad un bando di regione Lombardia che garantisce al Parco Delle Orobie Valtellinesi le risorse necessarie. L’intervento è stato presentato presso la sede dell’Ente ad Albosaggia, alla presenza del presidente Walter Raschetti, del coordinatore Claudio La Ragione, del consigliere del Parco e sindaco di Cedrasco Nello Oberti, del sindaco di Albosaggia Graziano Murada e dell’assessore alla Montagna Vittorio Ruttico.

Turismo

“Il problema ci era ben noto da tempo – ha esordito il presidente Raschetti – e non appena si è presentata l’opportunità offerta dal bando per il recupero delle zone degradate abbiamo presentato il progetto. Grazie a questo intervento potremo riqualificare un’area posta all’interno della Rete europea Natura 2000 denominata “Valle del Livrio” molto frequentata tutto l’anno per trekking, escursioni e sci alpinismo”.

TUTTI I DETTAGLI NEL SERVIZIO COMPLETO IN EDICOLA SU CENTRO VALLE DEL 17 NOVEMBRE 2018

Continua la lettura di Via l’eco mostro dalle Orobie su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/attualita/via-leco-mostro-dalle-orobie/feed/ 0
Integrazione vera e infrastrutture necessarie | Il governatore risponde https://giornaledisondrio.it/attualita/integrazione-vera-e-infrastrutture-necessarie-il-governatore-risponde/ https://giornaledisondrio.it/attualita/integrazione-vera-e-infrastrutture-necessarie-il-governatore-risponde/#respond Wed, 14 Nov 2018 13:21:26 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45417 Rubrica “Il governatore risponde”: per inviare le vostre domande al presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana scrivete a ilgovernatorerisponde@netweek.it. Le domande di questa settimana: basta profughi per la cura del verde Egregio governatore, mi aiuti a capire meglio: è giusto che ognuno faccia il suo mestiere e far curare il verde pubblico a degli esperti mi sembra corretto. […]

Continua la lettura di Integrazione vera e infrastrutture necessarie | Il governatore risponde su Giornale di Sondrio.

]]>

Rubrica “Il governatore risponde”: per inviare le vostre domande al presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana scrivete a ilgovernatorerisponde@netweek.it.

Le domande di questa settimana: basta profughi per la cura del verde

Egregio governatore, mi aiuti a capire meglio: è giusto che ognuno faccia il suo mestiere e far curare il verde pubblico a degli esperti mi sembra corretto. Ma allora trovate altro da fare ai profughi, perché non ci si può lamentare che stiano tutto il giorno con le mani in mano e poi vietare loro di mettersi a disposizione della collettività. Non capisco, poi, perché allora dare priorità a cittadini italiani disoccupati senza competenze professionali: non torna con l’obiettivo di evitare che il settore florovivaistico sia danneggiato nell’utilizzo di personale improprio.
Maria – Bergamo

Il governatore risponde

Il concetto è sempre lo stesso: bisogna avere finalmente il coraggio di realizzare progetti di integrazione vera e utile, che è l’unica accettabile. Altrimenti, si cercano solo di mettere delle toppe, che risultano ancora peggiori del buco che si è creato. Penso che iniziative come quelle avviate da alcuni Comuni, che prevedono l’impiego dei richiedenti asilo nella manutenzione del verde pubblico, siano fini a sé stesse, nel senso che cercare a tutti i costi di trovare con questi finti lavori una giustificazione alla presenza di quelli che, in grande maggioranza, si rivelano essere clandestini senza requisiti per ottenere lo status di profugo, mi sembra demagogia pura.

Le domande di questa settimana: Tav e Pedemontana vanno fatte

Presidente Fontana, ma Tav e Pedemontana si fanno o no? Ho letto dei dubbi, diciamo così, sollevati dal Governo, anche dal suo leader Matteo Salvini. Non le pare inutile e controproducente fermarsi adesso, dopo tutti i soldi spesi, e lasciare delle opere incompiute, le solite cattedrali nel deserto tipiche del nostro Paese? Spero possa convincere i politici nazionali a fare la scelta giusta. La ringrazio per l’attenzione.
Elio – Pero

Il governatore risponde

La Lega è diversa dai grillini, su alcuni temi abbiamo visioni politiche divergenti: noi crediamo che le infrastrutture siano necessarie, per sviluppare il Paese rimanendo al passo col resto del mondo. Se perdiamo il treno del progresso, blocchiamo lo sviluppo economico e questo non è accettabile. Per la Lombardia, la Tav è un’opera fondamentale per rientrare in Europa attraverso un asse commerciale importante, altrimenti le merci viaggeranno un po’ più a nord e noi restiamo tagliati fuori. Sento molto questa richiesta da parte del mondo economico lombardo, e la domanda di infrastrutture riguarda anche l’autostrada Pedemontana e il trasporto dei pendolari, cioè dei lavoratori. Serve più autonomia, anche politica, per modulare le scelte in base alle esigenze dei territori: dobbiamo liberarci dei condizionamenti di Roma, che spesso frenano anziché aiutare. In quest’ottica, l’elezione di Maurizio Fugatti in Trentino, dopo quelle di Massimiliano Fedriga, la mia e quella di Luca Zaia, è un fatto politico importantissimo; con il nuovo asse del Nord avremo sia l’autonomia che le infrastrutture. Chiediamo una macchina pubblica più efficiente, di poter lavorare meglio e far valere le nostre capacità, anche assumendoci nuove responsabilità.

Continua la lettura di Integrazione vera e infrastrutture necessarie | Il governatore risponde su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/attualita/integrazione-vera-e-infrastrutture-necessarie-il-governatore-risponde/feed/ 0
Primarie Pd, Vinicio Peluffo a Sondrio https://giornaledisondrio.it/politica/primarie-pd-vinicio-peluffo-a-sondrio/ https://giornaledisondrio.it/politica/primarie-pd-vinicio-peluffo-a-sondrio/#respond Wed, 14 Nov 2018 13:18:48 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45414 Il candidato alla segreteria regionale Vincenzo Peluffo è stato ieri a Sondrio in vista delle Primarie Pd di domenica. Le Primarie Pd Al motto di “Ripartiamo dal Pd” Vinicio Peluffo, candidato alla segreteria regionale del Partito democratico si è presentato martedì 13, nella sede provinciale del Pd, ai tesserati del partito, ai simpatizzanti. Al suo […]

Continua la lettura di Primarie Pd, Vinicio Peluffo a Sondrio su Giornale di Sondrio.

]]>
Il candidato alla segreteria regionale Vincenzo Peluffo è stato ieri a Sondrio in vista delle Primarie Pd di domenica.

Le Primarie Pd

Al motto di “Ripartiamo dal Pd” Vinicio Peluffo, candidato alla segreteria regionale del Partito democratico si è presentato martedì 13, nella sede provinciale del Pd, ai tesserati del partito, ai simpatizzanti. Al suo fianco tre candidati locali che lo affiancheranno nella sua campagna (Pierluigi Morelli, Roberta Songini ed Elena Rossi). La scelta, quest’anno, è di partire da una votazione aperta a tutti i simpatizzanti, non solo ai tesserati, a tutti coloro cioè che si riconoscono nelle linee guida e nei valori del Pd. Possono infatti votare tutti coloro che hanno compiuto i 16 anni di età alla data delle primarie, cittadini comunitari non italiani o extracomunitari in possesso di regolare permesso di soggiorno. L’altro candidato alla segreteria regionale è Eugenio Comincini che sarà in Valle sabato.

Le parole di Peluffo e di Iannotti

“Al Pd serve un percorso congressuale aperto. Torniamo, insieme, a trovarci e a discutere anche quando non siamo d’accordo però cerchiamo di tornare a ricostruire tessuto”, ha esordito Peluffo.
È intervenuto anche Michele Iannotti, capogruppo del Pd in comune ed ex vice- sindaco di Sondrio: «Quella di Vinicio Peluffo è un candidatura che condividiamo e sosteniamo con convinzione perché è un uomo di territorio, sa fare squadra, ha messo insieme tutte le anime del Pd attorno alla sua candidatura che non è stata imposta da nessuno; non ha incarichi istituzionali, per cui ha tutto il tempo per occuparsi dei vari territori della nostra regione. Lo aspettiamo a Sondrio in veste di segretario regionale per affrontare insieme i temi che ci interessano da vicino. Tra le persone che hanno scelto di scendere in campo, c’è anche Alessandro Secchi, ragazzo che frequenta il Politecnico, un giovane che vede nel Pd una speranza, un partito in grado di affrontare in maniera responsabile i problemi del nostro Paese contrastando un becero populismo”.

I temi della candidatura di Peluffo alle Primare Pd

“Invito tutti a consultare le mie linee programmatiche e la piattaforma creata – ha detto Peluffo –  Abbiamo bisogno di unità e slancio verso il futuro. Alle elezioni del 4 marzo abbiamo perso le politiche e le regionali, ricominciamo. Per l’elezione del segretario regionale votano anche i non iscritti, proprio per dare un segnale di apertura e chiediamo a tutti di darci una mano per ripartire. Percorso aperto significa confrontarsi con persone che condividono i nostri valori. E un percorso aperto è anche quello che inizia a delinearsi nella società: ci sono state tante manifestazioni e mobilitazioni. Noi dobbiamo essere i protagonisti di un’opposizione dura e onesta. Dobbiamo parlare di temi che fanno parte della vita quotidiana delle persone, che ora sono fuori dal dibattito pubblico e complessivo. Dobbiamo parlare del problema trasporti. Ora Trenord dice che sostituirà i treni con gli autobus perché non sono stati fatti sufficienti investimenti. Mi chiedo se nel 2018 sia possibile tutto ciò ?”.

In agenda anche l’ambiente

In agenda c’è anche l’ambiente. “In regione si registra una cattiva qualità dell’aria – ha rincarato – Il tema ambientale è centrale, perché ambiente vuol dire qualità dello sviluppo, che significa attenzione ai territori. Dobbiamo passare dall’io al noi. E in questo il confronto con i cittadini è fondamentale. Cerchiamo di litigare meglio e mettiamo l’energia che abbiamo nei contenuti. Ho intenzione anche di occuparmi di tematiche giovanili: dal 1961 ad oggi ci sono più under 60 che under 30. È necessario andare verso una parità tra uomini e donne e investire sull’occupazione femminile per il rilancio del Paese anche dal punto di vista demografico”.

Continua la lettura di Primarie Pd, Vinicio Peluffo a Sondrio su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/politica/primarie-pd-vinicio-peluffo-a-sondrio/feed/ 0
Italia-Svizzera: 25 milioni alle imprese di frontiera https://giornaledisondrio.it/politica/italia-svizzera-25-milioni-alle-imprese-di-frontiera/ https://giornaledisondrio.it/politica/italia-svizzera-25-milioni-alle-imprese-di-frontiera/#respond Wed, 14 Nov 2018 12:55:44 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45411 “Grazie al Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Svizzera  destiniamo quasi 25 milioni ai territori di frontiera che svilupperanno iniziative di collaborazione nel campo della competitività delle imprese. E di questi fondi, quasi 9 milioni sono a favore dei 13 soggetti lombardi selezionati”. Lo ha annunciato  l’assessore regionale con delega ai Rapporti con la Svizzera Massimo Sertori. Beneficiarie 115 […]

Continua la lettura di Italia-Svizzera: 25 milioni alle imprese di frontiera su Giornale di Sondrio.

]]>
“Grazie al Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Svizzera  destiniamo quasi 25 milioni ai territori di frontiera che svilupperanno iniziative di collaborazione nel campo della competitività delle imprese. E di questi fondi, quasi 9 milioni sono a favore dei 13 soggetti lombardi selezionati”. Lo ha annunciato  l’assessore regionale con delega ai Rapporti con la Svizzera Massimo Sertori.

Beneficiarie 115 realtà di frontiera

Con un totale di risorse attivate pari a euro 16,7 milioni per l’Italia e 9, 1 milioni di franchi per la Svizzera, l’approvazione della graduatoria relativa all’Asse 1 (‘Competitività delle Imprese’) riconosce a 115 beneficiari dei territori di frontiera, di Regione Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Provincia di Bolzano, Cantoni Ticino, Grigioni e Vallese, risorse per un’intensità di aiuto del 100% agli enti pubblici, fino all’85% per i soggetti privati italiani con un corrispettivo svizzero massimo del 50%.

L’interreg Italia-Svizzera premia la Lombardia

“A fronte di 41 progetti presentati, l’Autorità di Gestione del Programma ne ha approvati 18, di cui ben 13 con soggetti lombardi – ha sottolineato Sertori – Si tratta di un risultato molto significativo perché mettiamo a disposizione risorse importanti a favore di imprese allocate in territori di frontiera ancora troppo poco aiutati. Sono state utilizzate tutte le risorse a disposizione sull’asse 1 per finanziare tutti i progetti risultati finanziabili.  Un esito certamente non scontato che conferma il ruolo strategico della cooperazione transfrontaliera quale punto nevralgico nelle politiche alpine sempre più orientate a promuovere forme virtuose di economia e migliorare la qualità della vita delle persone che abita in queste aree”.

Cos’è il programma Interreg Italia-Svizzera

Il Programma Interreg Italia Svizzera 2014-2020 è un programma di cooperazione transfrontaliera che coinvolge Regione Lombardia, Regione Piemonte, Regione Autonoma Valle d’Aosta, Provincia Autonoma di Bolzano, Cantone Grigioni, Cantone Ticino e Cantone Vallese. Regione Lombardia ha assunto l’incarico di essere autorità di gestione dell’intero programma. A fine maggio 2018 è avvenuta l’approvazione dei primi 10 progetti con un valore complessivo di 10 milioni di euro.

In arrivo altri fondi per ambiente e cultura

“Entro dicembre – ha concluso Sertori – verrà approvata anche la graduatoria dei progetti finanziati a valere sul Programma Interreg Italia-Svizzera relativi all’Asse 2 dedicato ai progetti di valorizzazione del patrimonio naturale e culturale”.

Continua la lettura di Italia-Svizzera: 25 milioni alle imprese di frontiera su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/politica/italia-svizzera-25-milioni-alle-imprese-di-frontiera/feed/ 0
Olimpiadi 2026, ancora più chances per la Valtellina https://giornaledisondrio.it/attualita/olimpiadi-2026-ancora-piu-chances-per-la-valtellina/ https://giornaledisondrio.it/attualita/olimpiadi-2026-ancora-piu-chances-per-la-valtellina/#respond Wed, 14 Nov 2018 12:13:02 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45409 Aumentano le chances per la candidatura italiana in vista delle Olimpiadi 2026. I cittadini di Calgary hanno detto no alla corsa della città canadese. Olimpiadi 2026: sarà duello Italia-Svezia? La corsa per ospitare le Olimpiadi Invernali 2026 potrebbe diventare un duello tra Italia e Svezia. E magari – visto che si parla di sport – […]

Continua la lettura di Olimpiadi 2026, ancora più chances per la Valtellina su Giornale di Sondrio.

]]>
Aumentano le chances per la candidatura italiana in vista delle Olimpiadi 2026. I cittadini di Calgary hanno detto no alla corsa della città canadese.

Olimpiadi 2026: sarà duello Italia-Svezia?

La corsa per ospitare le Olimpiadi Invernali 2026 potrebbe diventare un duello tra Italia e Svezia. E magari – visto che si parla di sport – darci l’opportunità di “vendicare” l’estromissione proprio ad opera degli svedesi della nazionale di calcio dagli ultimi mondiali.

Il referendum a Calgary

I cittadini di Calgary hanno infatti votato contro il piano della città per ospitare i Giochi. I no hanno prevalso con il 56,4% delle preferenze.  Un risultato che era previsto dagli ultimi sondaggi e che potrebbe spingere al ritiro della candidatura della città canadese che aveva ospitato i giochi a cinque cerchi nel 1988. Un’olimpiade che per l’Italia fu nel segno di Alberto Tomba, vincitore dell’oro in slalom e in gigante. Ora la parola definitiva spetta al consiglio comunale della città. Se dovesse – come appare probabile – ratificare la decisione dei cittadini, il Canada ritirerebbe la propria candidatura lasciando spazio quindi a quelle di Stoccolma e di Milano-Cortina, con la Valtellina protagonista. Da noi le gare dovrebbero svolgersi in Alta Valle, tra Bormio e Livigno.

Il commento del governatore lombardo Fontana

Sul referendum canadese si è espresso il presidente lombardo Attilio Fontana: “Restiamo più concentrati che mai sul nostro obiettivo. Le notizie che giungono da altre parti del mondo non devono distrarci, Milano e la Lombardia con Cortina e il Veneto proseguono spedite nel loro lavoro per dimostrare come i nostri territori e le nostre potenzialità siano le migliori per raggiungere il traguardo dell’organizzazione delle Olimpiadi invernali del 2026”.

Continua la lettura di Olimpiadi 2026, ancora più chances per la Valtellina su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/attualita/olimpiadi-2026-ancora-piu-chances-per-la-valtellina/feed/ 0
Dell’Acqua ospite dell’Unitre di Tirano https://giornaledisondrio.it/attualita/dellacqua-ospite-dellunitre-di-tirano/ https://giornaledisondrio.it/attualita/dellacqua-ospite-dellunitre-di-tirano/#respond Wed, 14 Nov 2018 12:00:37 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45398 Seguita conferenza. Dell’Acqua ospite dell’Unitre di Tirano Marco Dell’Acqua, tiranese, commercialista, presidente Pro Valtellina e rappresentante valtellinese nella Commissione Centrale di beneficenza della Fondazione Cariplo, è stato martedì pomeriggio il relatore di una partecipata e interessante lezione presso l’Unitre di Tirano. Invitato dalla direttrice dei corsi e sua professoressa Carla Soltoggio Moretta, Dell’Acqua ha spiegato […]

Continua la lettura di Dell’Acqua ospite dell’Unitre di Tirano su Giornale di Sondrio.

]]>
Seguita conferenza.

Dell’Acqua ospite dell’Unitre di Tirano

Marco Dell’Acqua, tiranese, commercialista, presidente Pro Valtellina e rappresentante valtellinese nella Commissione Centrale di beneficenza della Fondazione Cariplo, è stato martedì pomeriggio il relatore di una partecipata e interessante lezione presso l’Unitre di Tirano. Invitato dalla direttrice dei corsi e sua professoressa Carla Soltoggio Moretta, Dell’Acqua ha spiegato il suo ruolo nella Fondazione Cariplo e soprattutto quello di Pro Valtellina nell’aiuto concreto alle realtà valtellinesi negli ambiti culturale, sociale, ambientale. Approfondimento su Centro Valle di sabato prossimo.

Continua la lettura di Dell’Acqua ospite dell’Unitre di Tirano su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/attualita/dellacqua-ospite-dellunitre-di-tirano/feed/ 0
Provincia di Sondrio, lunedì il giuramento di Moretti https://giornaledisondrio.it/politica/provincia-di-sondrio-lunedi-il-giuramento-di-moretti/ https://giornaledisondrio.it/politica/provincia-di-sondrio-lunedi-il-giuramento-di-moretti/#respond Wed, 14 Nov 2018 11:40:39 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45407 E’ in programma per lunedì 19 novembre alle 18.30 a Palazzo Muzio la prima seduta del nuovo Consiglio della Provincia di Sondrio. Provincia di Sondrio, giura il nuovo presidente Il Consiglio provinciale è stato rinnovato con il voto dello scorso 31 ottobre (LEGGI QUI CHI E’ STATO ELETTO). La presidenza dell’ente è andata al sindaco […]

Continua la lettura di Provincia di Sondrio, lunedì il giuramento di Moretti su Giornale di Sondrio.

]]>
E’ in programma per lunedì 19 novembre alle 18.30 a Palazzo Muzio la prima seduta del nuovo Consiglio della Provincia di Sondrio.

Provincia di Sondrio, giura il nuovo presidente

Il Consiglio provinciale è stato rinnovato con il voto dello scorso 31 ottobre (LEGGI QUI CHI E’ STATO ELETTO). La presidenza dell’ente è andata al sindaco di Teglio, Elio Moretti. E proprio il suo giuramento, dopo la convalida degli eletti, è uno dei punti all’ordine del giorno della seduta.

La prima seduta del Consiglio provinciale

La prima seduta, quella di insediamento, del nuoco Consiglio provinciale ha all’ordine del giorno anche altri punti. Tra questi la ratifica della deliberazione del Presidente della Provincia n. 72 del 26 ottobre 2018  riguardante la prima variazione al bilancio di previsione per il triennio 2018/2020. Prima della conclusione dei lavori sono previste anche le comunicazioni del nuovo presidente.

Continua la lettura di Provincia di Sondrio, lunedì il giuramento di Moretti su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/politica/provincia-di-sondrio-lunedi-il-giuramento-di-moretti/feed/ 0
Domenica a Sondrio la Giornata Provinciale dell’Artigianato https://giornaledisondrio.it/attualita/domenica-a-sondrio-la-giornata-provinciale-dellartigianato/ https://giornaledisondrio.it/attualita/domenica-a-sondrio-la-giornata-provinciale-dellartigianato/#respond Wed, 14 Nov 2018 11:33:03 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45401 Sono ormai in fase di definizione gli aspetti organizzativi per la ventisettesima Giornata Provinciale dell’Artigianato. La manifestazione è in programma domenica 18 novembre a Sondrio. Si svolgerà al Teatro Sociale di piazza Garibaldi. E’ la festa dell’artigianato valtellinese e valchiavennasco Si tratta della festa per gli artigiani di Valtellina e Valchiavenna. Quest’anno la manifestazione, organizzata […]

Continua la lettura di Domenica a Sondrio la Giornata Provinciale dell’Artigianato su Giornale di Sondrio.

]]>
Sono ormai in fase di definizione gli aspetti organizzativi per la ventisettesima Giornata Provinciale dell’Artigianato. La manifestazione è in programma domenica 18 novembre a Sondrio. Si svolgerà al Teatro Sociale di piazza Garibaldi.

E’ la festa dell’artigianato valtellinese e valchiavennasco

Si tratta della festa per gli artigiani di Valtellina e Valchiavenna. Quest’anno la manifestazione, organizzata da Confartigianato Imprese Sondrio, torna nel capoluogo legandosi idealmente alla prestigiosa manifestazione Sondrio Festival. Un connubio con i grandi eventi che ripropone quello del 2017, quando a ospitare la Giornata dell’Artigianato era stata la Mostra del Bitto a Morbegno.

“Fare Impresa in un territorio montano”

Ricco il programma della giornata che inizierà alle ore 8.45 con la messa presso il Santuario della Madonna della Sassella a cui seguirà alle ore 11.00 – presso il Teatro Sociale in piazza Garibaldi – la cerimonia di premiazione delle eccellenze imprenditoriali con i saluti del sindaco di Sondrio, Marco Scaramellini e del presidente della Sezione di Sondrio, Stefano Ramponi. Quindi ci sarà l’intervento del presidente di Confartigianato Imprese Sondrio Gionni Gritti con la relazione introduttiva dal titolo “Fare Impresa in un territorio montano”.

Gli ospiti

Hanno già assicurato la proprio presenza i vertici regionali e nazionali di Confartigianato: il presidente di Confartigianato Lombardia Eugenio Massetti e il presidente nazionale di Confartigianato Giorgio Merletti. Saranno quindi gli ospiti insieme ai presidenti delle sezioni territoriali, a premiare le sei imprese artigiane segnalate dalle rispettive Sezioni. Un evento che ogni anno richiama l’attenzione dei soci, delle loro famiglie, della società e delle istituzioni valtellinesi e valchiavennasche sul mondo dell’artigianato.

SU CENTRO VALLE IN EDICOLA SABATO 17 NOVEMBRE IL SERVIZIO COMPLETO E L’INTERVISTA AL PRESIDENTE GIONNI GRITTI

Continua la lettura di Domenica a Sondrio la Giornata Provinciale dell’Artigianato su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/attualita/domenica-a-sondrio-la-giornata-provinciale-dellartigianato/feed/ 0
Tirano, Open Day al Pinchetti https://giornaledisondrio.it/attualita/tirano-open-day-al-pinchetti/ https://giornaledisondrio.it/attualita/tirano-open-day-al-pinchetti/#respond Wed, 14 Nov 2018 10:46:10 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45394 Sabato prossimo. Tirano, Open Day al Pinchetti In occasione dell’inaugurazione del nuovo Laboratorio di Storia realizzato dagli studenti del Liceo, dell’aggiornamento del Laboratorio di informatica dell’indirizzo tecnico e al fine di presentare a tutta la cittadinanza l’impianto laboratoriale degli indirizzi professionali rinnovati dalla Riforma, sabato 17 novembre, dalle ore 14.30 alle ore 17.30, l’Istituto di […]

Continua la lettura di Tirano, Open Day al Pinchetti su Giornale di Sondrio.

]]>
Sabato prossimo.

Tirano, Open Day al Pinchetti

In occasione dell’inaugurazione del nuovo Laboratorio di Storia realizzato dagli studenti del Liceo, dell’aggiornamento del Laboratorio di informatica dell’indirizzo tecnico e al fine di presentare a tutta la cittadinanza l’impianto laboratoriale degli indirizzi professionali rinnovati dalla Riforma, sabato 17 novembre, dalle ore 14.30 alle ore 17.30, l’Istituto di Istruzione Superiore Balilla Pinchetti di Tirano apre le proprie porte alle famiglie e agli studenti della classe 3^ della scuola secondaria di I grado.

Accoglienza

I ragazzi, i docenti, la dirigente scolastica e tutto il personale saranno lieti di accogliere tutti gli interessati e illustrare l’offerta formativa della scuola sia nella sede di via Monte Padrio 12, per gli indirizzi liceale e tecnico, che presso la sede di via Lungo Adda IV Novembre per gli indirizzi professionali.

Continua la lettura di Tirano, Open Day al Pinchetti su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/attualita/tirano-open-day-al-pinchetti/feed/ 0
Strage di Erba: i giudici negano la perizia a Rosa e Olindo https://giornaledisondrio.it/cronaca/strage-di-erba-i-giudici-negano-la-perizia-a-rosa-e-olindo/ Wed, 14 Nov 2018 10:15:32 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45402 Strage di Erba: niente incidente probatorio per Rosa e Olindo. LEGGI ANCHE Strage di Erba Olindo si confessa a Le Iene. Il popolo social: “E’ stato lui” VIDEO La pronuncia dei giudici Come riporta il giornaledicomo.it giudici di Brescia hanno negato l’incidente probatorio per la Strage di Erba, richiesta dagli avvocati difensori di Rosa Bazzi e […]

Continua la lettura di Strage di Erba: i giudici negano la perizia a Rosa e Olindo su Giornale di Sondrio.

]]>
Strage di Erba: niente incidente probatorio per Rosa e Olindo.

LEGGI ANCHE Strage di Erba Olindo si confessa a Le Iene. Il popolo social: “E’ stato lui” VIDEO

La pronuncia dei giudici

Come riporta il giornaledicomo.it giudici di Brescia hanno negato l’incidente probatorio per la Strage di Erba, richiesta dagli avvocati difensori di Rosa Bazzi e Olindo Romano. La Corte di Cassazione ha ha però lasciato aperta una porta: i legali dei coniugi erbesi potranno effettuare le analisi sui reperti non presi in considerazione in fase processuale per eseguire delle indagini difensive. La Cassazione, dunque, ha deciso di respingere il ricorso degli avvocati di Rosa e Olindo contro la decisione della Corte d’Appello di Brescia di dichiarare inammissibile l’incidente probatorio. Eppure i magistrati hanno lasciato aperto un piccolo spiraglio che probabilmente non porterà a una revisione del processo.

Continua la lettura di Strage di Erba: i giudici negano la perizia a Rosa e Olindo su Giornale di Sondrio.

]]>
32enne morto a Chiavenna, a Verceia i funerali di Cristian https://giornaledisondrio.it/cronaca/32enne-morto-a-chiavenna-a-verceia-i-funerali-di-cristian/ https://giornaledisondrio.it/cronaca/32enne-morto-a-chiavenna-a-verceia-i-funerali-di-cristian/#respond Wed, 14 Nov 2018 09:44:02 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45390 Dopo l’autopsia avvenuta ieri, è stato dato il nulla osta per il funerale di Cristian Guglielmana, valchiavennasco morto a Chiavenna in circostanze ancora misteriose. Morto a Chiavenna Cristian Guglielma, 32 anni di Samolaco, è morto domenica mattina dopo essere stato trovato in fin di vita in una via di Chiavenna. La vicenda è ancora molto […]

Continua la lettura di 32enne morto a Chiavenna, a Verceia i funerali di Cristian su Giornale di Sondrio.

]]>
Dopo l’autopsia avvenuta ieri, è stato dato il nulla osta per il funerale di Cristian Guglielmana, valchiavennasco morto a Chiavenna in circostanze ancora misteriose.

Morto a Chiavenna

Cristian Guglielma, 32 anni di Samolaco, è morto domenica mattina dopo essere stato trovato in fin di vita in una via di Chiavenna. La vicenda è ancora molto oscura. L’esito dell’esame autoptico chiarirà l’esatta causa della morte ma rimane un mistero cosa sia accaduto quella notte.

Funerali

Sul decesso indagano i Carabinieri che stanno cercando di unire i tasselli. Tra le ipotesi più accreditate quella che la morte del 32enne sia collegata all’incidente avvenuto la stessa notte in via Consoli Chiavenna. Intanto domani 15 novembre 2018 presso la Parrocchia di Verceia alle ore 10 si svolgeranno i funerali del valchiavennasco.

LEGGI ANCHE: 32enne morto a Chiavenna, un mistero la causa del decesso

Continua la lettura di 32enne morto a Chiavenna, a Verceia i funerali di Cristian su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/cronaca/32enne-morto-a-chiavenna-a-verceia-i-funerali-di-cristian/feed/ 0
Senso unico alternato al Passo dell’Aprica https://giornaledisondrio.it/attualita/senso-unico-alternato-al-passo-dellaprica/ https://giornaledisondrio.it/attualita/senso-unico-alternato-al-passo-dellaprica/#respond Wed, 14 Nov 2018 09:09:28 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45387 Senso unico alternato al Passo dell’Aprica Lavori al Passo dell’Aprica Anas comunica che, per consentire all’Amministrazione comunale di Aprica, in provincia di Sondrio, di effettuare la manutenzione del marciapiede comunale di Via Valtellina, da oggi, 14 novembre fino al 6 dicembre sarà istituito il senso unico alternato nel tratto compreso tra il km 12,200 e […]

Continua la lettura di Senso unico alternato al Passo dell’Aprica su Giornale di Sondrio.

]]>
Senso unico alternato al Passo dell’Aprica

Lavori al Passo dell’Aprica

Anas comunica che, per consentire all’Amministrazione comunale di Aprica, in provincia di Sondrio, di effettuare la manutenzione del marciapiede comunale di Via Valtellina, da oggi, 14 novembre fino al 6 dicembre sarà istituito il senso unico alternato nel tratto compreso tra il km 12,200 e il km 12,600 della statale 39 “del Passo di Aprica”, nell’ambito dello stesso territorio comunale. La limitazione sarà sospesa durante i giorni festivi.

 

LEGGI ANCHE: Scatta l’obbligo Catene e pneumatici invernali, ecco quando e dove

Continua la lettura di Senso unico alternato al Passo dell’Aprica su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/attualita/senso-unico-alternato-al-passo-dellaprica/feed/ 0
Ad Arzo si corre per beneficenza https://giornaledisondrio.it/sport/ad-arzo-si-corre-per-beneficenza/ https://giornaledisondrio.it/sport/ad-arzo-si-corre-per-beneficenza/#respond Wed, 14 Nov 2018 08:50:17 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45385 Frontali accese questa sera a Morbegno per l’Arz-Up. Con la 10ª prova si chiuderà il circuito di vertical a scopo benefico che, prova dopo prova, ha saputo raccogliere tantissime adesioni. Dietro la quinte il Team Valtellina del presidente Vitale Tacchini è pronto a chiudere in bellezza una stagione di corse in verticale… a scopo benefico. […]

Continua la lettura di Ad Arzo si corre per beneficenza su Giornale di Sondrio.

]]>
Frontali accese questa sera a Morbegno per l’Arz-Up. Con la 10ª prova si chiuderà il circuito di vertical a scopo benefico che, prova dopo prova, ha saputo raccogliere tantissime adesioni. Dietro la quinte il Team Valtellina del presidente Vitale Tacchini è pronto a chiudere in bellezza una stagione di corse in verticale… a scopo benefico.

ArzUp

La prova di sola salita con partenza a Morbegno, dalla centralissima Via Garibaldi, percorrerà nella prima parte la Via Priula fino al Tempietto Votivo. Da qui proseguirà in senso contrario sulla discesa del mitico trofeo Vanoni, passando in località Bellini per poi inerpicarsi nel bosco fino a giungere nell’abitato di Arzo. Qui sarà posto il traguardo dopo 2,4 km di ascesa con 455m dislivello positivo. Come per tutte le prove del circuito il costo dell’iscrizione per chi darà la propria adesione nel pre gara è di 12 euro.

Beneficenza

Per tutti gli iscritti come di consueto ci sarà all’arrivo Panino e Salsiccia più Birra o Bibita. Si ricorda che € 3,00 di ogni iscrizione andranno in beneficienza alle associazioni Navicella e Gruppo della Gioia.

Classifica

Per quanto riguarda la classifica parziale del circuito, ad un prova dalla conclusione la conquista della vittoria finale è più che mai incerta. In testa alla graduatoria femminile troviamo la giovane Federica Morosini, sorpresa di questa stagione con 1192 punti. Alle sue spalle la portacolori del Team Valtellina Eleonora Armenia a solo 5 punti di distacco, e terza posizione parziale per Claudia Ciapponi a 10 punti dalla testa. Seguono in quarta posizione Lara Rizzi (As Premana) con 1170 punti e quinta Francesca Galli (Team Valtellina) con 1166 punti. Classifica maschile ancora più incerta con l’atleta del Ca Lizzoli Mattia Curtoni attualmente in testa con 1192 punti, seguito a soli 2 punti da Marco Leoni (Team Valtellina). Terza posizione parziale per Filippo Curtoni (Ca Lizzoli) con 1185 punti, seguito al quarto posto con 1181 punti da Tommaso Caneva (Gp Talamona) e in quinta posizione Davide Zugnoni (Gs Valgerola) con 1176 punti.

LEGGI ANCHE: GOinUp 2018, la tappa del Vertical Lino

Continua la lettura di Ad Arzo si corre per beneficenza su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/sport/ad-arzo-si-corre-per-beneficenza/feed/ 0
Coca e hashish in auto, 29enne in manette https://giornaledisondrio.it/cronaca/coca-e-hashish-in-auto-29enne-in-manette/ https://giornaledisondrio.it/cronaca/coca-e-hashish-in-auto-29enne-in-manette/#respond Wed, 14 Nov 2018 06:52:53 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45382 Coca e hashish in auto: arrestato per spaccio. A finire in manette, nel pomeriggio del 12 novembre, è stato Nicholas Rusconi, 29enne, domiciliato a Dervio già noto alle Forze di Polizia. Aveva coca e hashish in auto A far scattare le manette intorno ai suoi polsi sono stati i Carabinieri della Stazione di Colico che […]

Continua la lettura di Coca e hashish in auto, 29enne in manette su Giornale di Sondrio.

]]>
Coca e hashish in auto: arrestato per spaccio. A finire in manette, nel pomeriggio del 12 novembre, è stato Nicholas Rusconi, 29enne, domiciliato a Dervio già noto alle Forze di Polizia.

Aveva coca e hashish in auto

A far scattare le manette intorno ai suoi polsi sono stati i Carabinieri della Stazione di Colico che durante un servizio di controllo del territorio hanno intercettato nel comune di Dervio l’autovettura condotta dal 29enne. E’ stata effettuata una perquisizione e Rusconi è stato trovato in possesso di 6 grammi di hashish, 0,1 grammi di cocaina. Non solo ma aveva anche di un bilancino di precisione utilizzato per la preparazione di singole dosi. A quel punto il giovane è stato fermato con l’accusa detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Rusconi nella mattinata oggi è stato condotto presso il Tribunale di Lecco per il giudizio direttissimo a seguito del quale il Giudice, nel convalidare l’arresto, ha disposto l’obbligo di dimora nel comune di Dervio.

Continua la lettura di Coca e hashish in auto, 29enne in manette su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/cronaca/coca-e-hashish-in-auto-29enne-in-manette/feed/ 0
Livigno, il 20 novembre Cammino dei Diritti https://giornaledisondrio.it/attualita/livigno-il-20-novembre-cammino-dei-diritti/ https://giornaledisondrio.it/attualita/livigno-il-20-novembre-cammino-dei-diritti/#respond Wed, 14 Nov 2018 06:00:12 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45372 Appuntamento col CiAGi. Livigno, il 20 novembre Cammino dei Diritti Da diversi anni il CiAGi di Livigno e Trepalle, in collaborazione con Comunità Educante, partecipa attivamente nell’organizzazione e divulgazione di una giornata molto particolare e fondamentale soprattutto per l’operato di quelle “istituzioni” che si occupano di ragazzi giovani e meno giovani. L’appuntamento è quello del […]

Continua la lettura di Livigno, il 20 novembre Cammino dei Diritti su Giornale di Sondrio.

]]>
Appuntamento col CiAGi.

Livigno, il 20 novembre Cammino dei Diritti

Da diversi anni il CiAGi di Livigno e Trepalle, in collaborazione con Comunità Educante, partecipa attivamente nell’organizzazione e divulgazione di una giornata molto particolare e fondamentale soprattutto per l’operato di quelle “istituzioni” che si occupano di ragazzi giovani e meno giovani. L’appuntamento è quello del 20 novembre. Data scelta in cui si ricorda in tutto il mondo la “Giornata Internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”.

La storia

La data ricorda il giorno in cui l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò nel 1989 la convenzione ONU sui diritti dei bambini e non solo. Da quell’anno, per la prima volta in modo ufficiale e chiaro, i bambini non vengono visti solamente come membri passivi di una società da assistere e crescere, ma possono e hanno il diritto, nelle condizioni della loro età, di partecipare in modo attivo alle decisioni da prendere.

Convenzione

Con questa importantissima Convenzione vengono sanciti diritti all’apparenza ovvi e banali, ma che non lo sono per nulla. Come ad esempio il diritto ad avere un nome (art.3), il diritto al riposo, al tempo libero e al gioco (art.31) e tra i più importanti il diritto di ricevere un’istruzione (art.28). Allo stato attuale sono 193 i Paesi nel mondo che hanno ratificato la Convenzione. L’Italia ha aderito nel 1991.

 

 

Continua la lettura di Livigno, il 20 novembre Cammino dei Diritti su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/attualita/livigno-il-20-novembre-cammino-dei-diritti/feed/ 0
Partita da dentro o fuori per l’Olympic Morbegno https://giornaledisondrio.it/sport/partita-da-dentro-o-fuori-per-lolympic-morbegno/ https://giornaledisondrio.it/sport/partita-da-dentro-o-fuori-per-lolympic-morbegno/#respond Tue, 13 Nov 2018 23:04:22 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45374 Per i quarti di finale della fase regionale di Coppa Italia, in campo l’Olympic Morbegno in serie C1. All’andata Il 29 ottobre scorso i blucelesti si imposero per 2-1. Una partita difficile contro un ottimo avversario come è la squadra varesina. Una delle decane del calcio a 5 regionale. Per l’Olympic Morbegno andarono in rete […]

Continua la lettura di Partita da dentro o fuori per l’Olympic Morbegno su Giornale di Sondrio.

]]>
Per i quarti di finale della fase regionale di Coppa Italia, in campo l’Olympic Morbegno in serie C1.

All’andata

Il 29 ottobre scorso i blucelesti si imposero per 2-1. Una partita difficile contro un ottimo avversario come è la squadra varesina. Una delle decane del calcio a 5 regionale. Per l’Olympic Morbegno andarono in rete Carella, al suo primo goal in serie C1 e Fabani. Sinigaglia realizzò per gli ospiti. Il rammarico fu soprattutto nella ripresa. Dove la squadra di Gusmeroli ebbe numerose occasioni per realizzare almeno il 3-1. Curiosità vuole che le due squadre si affronteranno venerdi 16 novembre per la nona giornata di campionato. E sempre in terra varesina.

Olympic Morbegno si qualifica se…

Vince o pareggia. In caso di sconfitta di una rete dopo i 40′ regolamentari si passerà direttamente ai calci di rigore. Non hanno valore doppio le reti realizzate in trasferta. Arbitreranno la partita Brentan di Saronno e Riondino di Varese.

I convocati

Olympic Morbegno che affronterà la partita con la stessa formazione che venerdi scorso ha battuto il San Biagio Monza. Unica eccezione, il rientro di Alessandro Passerini al posto di Leonardo Bradanini. Questi gli altri convocati. Tommaso Carella. Nicola Chistolini, Cristian Dell’Oca. Matteo Fabani. Yuri Levi. Marco Marioli. Andrea Passerini. Paolo Redaelli. Luca Soldati. Michele Tacchini. Alan Zuccalli.

Continua la lettura di Partita da dentro o fuori per l’Olympic Morbegno su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/sport/partita-da-dentro-o-fuori-per-lolympic-morbegno/feed/ 0
Scatta l’obbligo Catene e pneumatici invernali, ecco quando e dove https://giornaledisondrio.it/attualita/scatta-lobbligo-catene-e-pneumatici-invernali/ https://giornaledisondrio.it/attualita/scatta-lobbligo-catene-e-pneumatici-invernali/#respond Tue, 13 Nov 2018 15:47:08 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45365 Anas ricorda che dal 15 novembre al 15 aprile è in vigore l’obbligo catene a bordo o pneumatici invernali su alcuni tratti delle strade statali della Lombardia maggiormente esposte al rischio di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio durante la stagione invernale. Obbligo già in vigore Lungo la statale 42 “del Tonale e della Mendola” […]

Continua la lettura di Scatta l’obbligo Catene e pneumatici invernali, ecco quando e dove su Giornale di Sondrio.

]]>
Anas ricorda che dal 15 novembre al 15 aprile è in vigore l’obbligo catene a bordo o pneumatici invernali su alcuni tratti delle strade statali della Lombardia maggiormente esposte al rischio di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio durante la stagione invernale.

Obbligo già in vigore

Lungo la statale 42 “del Tonale e della Mendola” gli obblighi sono già in vigore dal 1° ottobre (fino al 30 aprile) fra Edolo, al km 118,700 e il Passo del Tonale, al km 147,850, e dal 1° novembre fra Berzo Demo, al km 105,980, e Edolo, al km 118,700.

Sulla statale 39 “dell’Aprica” fra il km 0 e il km 29,080, l’obbligo è invece in vigore dal 1° novembre e terminerà il 30 aprile 2019, così come sulla statale 591 bis “Cremasca”, dove le prescrizioni sono istituite fra Grassobbio, al km 2,200 e Zanica, al km 5,400.

Catene e pneumatici invernali

I tratti interessati dal provvedimento in vigore dal 15 novembre sono:

strada statale 36 “del Lago di Como e dello Spluga”da Trivio del Fuentes (km 96,700) al confine di Stato (km 149,560);

strada statale 36 Racc “Raccordo Lecco-Valsassina” da Lecco (km 0) a Ballabio (km 9,015);

strada statale 37 “del Maloja”, da Chiavenna (km 0) al confine di Stato (km 10);

strada statale 38 “dello Stelvio” da Trivio del Fuentes (km 0,900) a Bagni Vecchi (km 106,500);

strada statale 38 dir A “dello Stelvio” da Tirano (km 0,000) al confine di Stato (km 1,700);

strada statale 38 Var/A “Variante di Bormio” da Valdisotto, frazione Santa Lucia (km 0) a Valdisotto, frazione Oga (km 1,335);

statale 38 Var “Variante di Morbegno” da Colico (km 0) allo svincolo di Tartano (km 18,200);

– strada statale 233 “Varesina”, da Varese (km 53,850) al confine di Stato (km 72,116);

– strada statale 344 “di Porto Ceresio”, da Induno Olona (km 2,918) a Porto Ceresio (km 12,862);

– strada statale 712 “tangenziale Est di Varese”, dal ponte di Vedano (km 0) all’innesto con la statale 233 (km 8,810);

– strada statale 394 “del Verbano Orientale” da Varese (km 3,450) a Gavirate (km 10);

dal 15 novembre al 30 aprile l’obbligo sarà in vigore sulla statale 301 “del Foscagno” da Bormio (km 0) a Livigno (km 36,939).

Condizioni meteo

L’obbligo è segnalato su strada tramite apposita segnaletica verticale e si estende al di fuori del periodo previsto in caso di precipitazioni nevose, formazione di ghiaccio o fenomeni di pioggia ghiacciata. Durante il periodo di validità del provvedimento i ciclomotori e i motocicli potranno circolare solo in assenza di neve o ghiaccio sulla strada e di precipitazioni nevose in atto.

Nella pagina “piani e interventi” del sito Anas (http://www.stradeanas.it/it/piani-interventi) è possibile visualizzare tutti i tratti stradali ed autostradali ove vige l’obbligo di catene a bordo o pneumatici da neve e le principali aree di sosta in caso blocco della circolazione per i mezzi pesanti.

LEGGI ANCHE: “La Tangenziale di Morbegno è pericolosa appello degli autotrasportatori

Continua la lettura di Scatta l’obbligo Catene e pneumatici invernali, ecco quando e dove su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/attualita/scatta-lobbligo-catene-e-pneumatici-invernali/feed/ 0
App, smartphone e robot arrivano nelle stalle di montagna https://giornaledisondrio.it/economia/app-smartphone-e-robot-arrivano-nelle-stalle-di-montagna/ https://giornaledisondrio.it/economia/app-smartphone-e-robot-arrivano-nelle-stalle-di-montagna/#respond Tue, 13 Nov 2018 15:33:25 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45362 Sei milioni di euro per lo sviluppo della filiera lattiero casearia della montagna valtellinese, 2,2 finanziati da Regione Lombardia. È il progetto “Montagna in Movimento”, della cooperativa Latteria Sociale Valtellina che riunisce 110 aziende, con 120 dipendenti e un fatturato che supera i 30 milioni di euro. Allevamento 4.0 Il programma coinvolge i soci conferenti […]

Continua la lettura di App, smartphone e robot arrivano nelle stalle di montagna su Giornale di Sondrio.

]]>
Sei milioni di euro per lo sviluppo della filiera lattiero casearia della montagna valtellinese, 2,2 finanziati da Regione Lombardia. È il progetto “Montagna in Movimento”, della cooperativa Latteria Sociale Valtellina che riunisce 110 aziende, con 120 dipendenti e un fatturato che supera i 30 milioni di euro.

Allevamento 4.0

Il programma coinvolge i soci conferenti in un percorso di riqualificazione delle aziende agricole e di miglioramento delle strutture con l’ammodernamento di 4 siti produttivi, assieme a interventi di automazione nelle stalle: l’introduzione di robot di mungitura, sistemi meccanici per la gestione delle mandrie, nuovi box per vitelli, ristrutturazione delle stalle con nuovi impianti e l’installazione del biobed, un sistema per la biodegradazione delle acque reflue dei prodotti usati in agricoltura. Il piano prevede inoltre lo sviluppo di un progetto di ricerca, in collaborazione con l’Università di Milano, per l’implementazione di un’app per gli allevatori.

Miglioramento della qualità del latte conferito

Un piano di filiera in grado di innovare le strategie di sviluppo coordinando le azioni di 18 partner, fra enti pubblici e operatori privati, tra cui 14 aziende agricole per il miglioramento della qualità del latte conferito. Tra gli obiettivi ottenere il marchio “prodotto di montagna”, allargare il mercato, aumentare il benessere animale, ridurre l’impatto ambientale delle attività di produzione, di trasformazione del latte e di stagionatura dei formaggi.

35 milioni di litri di latte

La cooperativa Latteria Sociale Valtellina, con quasi quarant’anni alle spalle, raccoglie ogni anno 35 milioni di litri di latte prodotto da oltre cinquemila bovini e mille capre, alimentati dal foraggio coltivato su 1900 ettari di territorio nel fondovalle della provincia di Sondrio e dell’Alto Lario. Produce più di tremila tonnellate di formaggi, tra cui spiccano il Valtellina Casera e il Bitto, e commercializza 3,6 milioni di litri di latte fresco.

Promocoop

Partner di Latteria Sociale Valtellina, capofila del progetto, il Consorzio Consolida, Promocoop (società di Confcooperative Lombardia), l’Università degli Studi di Milano con il Dipartimento Vespa della facoltà di Scienze agrarie, 12 aziende agricole per il progetto complessivo e due per la parte relativa a sviluppo e innovazione.

In stalla con lo smartphone

Gli allevatori della Valtellina diventano 4.0. In mezzo a fieno e animali è lo smartphone il loro nuovo alleato. Direttamente dalla stalla, con un’app potranno tenere traccia di ogni informazione riguardante produzione e qualità del latte, in un clic. “La App, che nasce all’interno della Latteria Sociale Valtellina – ha spiegato Attilio Tartarini, coordinatore del progetto integrato di filiera – permette uno scambio continuo tra la cooperativa e gli allevatori che potranno avere informazioni in tempo reale sulla quantità e la qualità del latte conferito”.

Come funziona

Ideata per semplificare la comunicazione tra la Latteria e i soci, l’app, legata allo sviluppo di un sistema gestionale, è stata realizzata all’interno di un progetto di ricerca in collaborazione con l’Università di Milano. Un’interfaccia facile e intuitiva con cui gli allevatori potranno ogni giorno, in tempo reale, conoscere i valori del latte conferito, senza dover aspettare i 30 giorni standard per la consegna del cosiddetto “cartellino”. Un’informazione tempestiva che consentirà agli allevatori un intervento immediato sulla produzione, per migliorarne la qualità e ottenere così in base ai livelli raggiunti una maggior remunerazione. Gli stessi dati, resi accessibili attraverso un’area riservata, saranno inoltre a disposizione di tutti i produttori in una classifica in forma anonima con l’indicazione dei parametri più alti. Un sistema nato per incentivare buone prassi e migliorare sempre di più la qualità dei prodotti. Con l’obiettivo di creare uno strumento utile agli imprenditori, che metta in evidenza i dati più importanti per la produzione, è partita una sperimentazione che vede i ricercatori dell’università e 5 imprese agricole testare sul campo lo sviluppo dell’interfaccia. Oltre all’area riservata, una sezione pubblica dell’applicazione consentirà a buyer e consumatori di avere informazioni sulle 110 aziende socie della Latteria che dalle sponde del lago di Bellagio arrivano a toccare quota 1200 metri tra le baite e gli alpeggi della Valtellina e la Valchiavenna.

Continua la lettura di App, smartphone e robot arrivano nelle stalle di montagna su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/economia/app-smartphone-e-robot-arrivano-nelle-stalle-di-montagna/feed/ 0
Treni, dal Pirellone la palla passa a Roma https://giornaledisondrio.it/politica/treni-dal-pirellone-la-palla-passa-a-roma/ Tue, 13 Nov 2018 15:32:43 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45366 Il trasporto ferroviario regionale e il servizio offerto da Trenord. Via libera dal Pirellone alla risoluzione sul trasporto regionale su ferro in vista dell’incontro di domani del presidente Attilio Fontana con il ministro alle Infrastrutture, Danilo Toninelli. Per il futuro dei treni in Lombardia scatta dunque l’ora della verità. La situazione Ritardi, disservizi, treni soppressi, pendolari stretti come […]

Continua la lettura di Treni, dal Pirellone la palla passa a Roma su Giornale di Sondrio.

]]>
Il trasporto ferroviario regionale e il servizio offerto da Trenord. Via libera dal Pirellone alla risoluzione sul trasporto regionale su ferro in vista dell’incontro di domani del presidente Attilio Fontana con il ministro alle Infrastrutture, Danilo Toninelli. Per il futuro dei treni in Lombardia scatta dunque l’ora della verità.

La situazione

Ritardi, disservizi, treni soppressi, pendolari stretti come sardine, corse dimezzate su alcune tratte e sostituite da corse offerte dal trasporto su gomma, dagli autobus. Scenari incerti all’orizzonte, senza certezze di investimenti e di piani di assunzioni e sviluppo. Questa la triste fotografia che ha portato il Consiglio regionale ad affrontare per gran parte della giornata il tema del trasporto ferroviario e portare in Aula una proposta di risoluzione.

LEGGI ANCHE  Maniaco in treno si tocca davanti a una studentessa e viene filmato

La risoluzione

Il documento presentato in Aula da Andrea Monti invita Presidente e Giunta regionale ad attivarsi con il Governo affinché Trenitalia effettui investimenti analoghi a quelli sostenuti da Trenord per sostituire i treni vecchi con convogli di adeguata qualità. Il documento sollecita anche Trenord a rivedere la struttura organizzativa per garantire un livello adeguato di servizi e Rete Ferroviarie Italiane, Rfi, a interventi di ammodernamento e manutenzione della rete in Lombardia; inoltre si invita Trenord a riferire in Commissione Territorio ogni quattro mesi sugli interventi effettuati. La proposta di Risoluzione tocca anche il contratto di Trenord con Regione Lombardia, sottolineando che l’ipotesi di rinnovo fino al 2026 potrà essere valutata positivamente qualora venga garantita la possibilità di ulteriori investimenti in nuovo materiale rotabile. La risoluzione ha avuto semaforo verde con il con il voto di 46 consiglieri, 27 contrari e 2 astenuti.

LEGGI ANCHE Treni promessi “dirottati” a Genova: “Ulteriore beffa per i pendolari”

La disamina del presidente Fontana

“È manifesta la non gestione di un’azienda in cui soci hanno rimarcato negli anni una enorme disparità di investimenti – ha analizzato il presidente della Giunta, Attilio Fontana – Regione Lombardia ha impegnato 3,5 miliardi di euro, realizzati o programmati, Trenitalia solo 170 milioni nello stesso periodo: serve modificare gli assetti attuali. Rfi inoltre non investe nella rete da anni, manca manutenzione necessaria e fondamentale. A queste carenze è dovuta una grande parte dei disservizi subiti dai nostri cittadini. A Roma chiederemo che le promesse dei soci vengano mantenute, che vengano presi nuovi impegni e che il sistema ferroviario lombardo torni ad essere una delle priorità anche del Governo”.

Gli attacchi del M5S

“Mancanza di personale, mancanza di mezzi e problemi di governance. In questo senso, Regione Lombardia non può far finta di non sapere cosa fa o non fa Trenord”, ha osservato Nicola Di Marco che ha tuonato a muso duro: “E’ imbarazzante questa maggioranza: la sua priorità è Pedemontana, poi tutto d’un tratto si accorge dei problemi del sistema ferroviario”. Bordate anche al Pd: “Dov’era questo partito quando il ministro alle Infrastrutture era Delrio. Naturalmente, ora ci aspettiamo presidi e volantinaggi anche per l’aumento dei biglietti della metropolitana”. Poco prima un attacco analogo nei confronti del Partito democratico era arrivato anche dal capogruppo Dario Violi.  Dai pentastellati è arrivata la richiesta di prevedere nella risoluzione il rilancio delle stazioni e il tema della sicurezza

LEGGI ANCHE  Studente pendolare filma, con ironia, un anno di disservizi sui treni VIDEO

Il Pd

Voto contrario alla risoluzione da parte del Pd che di primo mattino aveva manifestato in stazione Cadorna e proprio davanti al Pirellone, primo dell’inizio del Consiglio. Tranciante il giudizio di Carmela Rozza: “E’ una risoluzione ipocrita, priva di contenuti che non dà soluzioni ai pendolari”.

LEGGI ANCHE  Treni, protesta del Pd davanti al Pirellone

Raffaele Straniero

Laconico il commento in facebook del consigliere regionale dem  lecchese Raffaele Straniero.

Davvero sconsolato il lecchese

“Se, di fronte al quotidiano bollettino di guerra, questo dibattito ha rappresentato comunque un segnale di attenzione del Consiglio Regionale, purtroppo la risposta della maggioranza è stata molto deludente: le responsabilità sono state semplicemente “scaricate” su altri soggetti (Trenitalia – FF.SS. – Governi precedenti), dimenticando che Lega e Forza Italia governano Regione Lombardia da 23 anni, che il centro destra è stato al Governo anche a livello nazionale per 12 anni negli ultimi 24, che la gestione del servizio regionale dipende da Trenord. Ma, soprattutto, non si sono individuate soluzioni concrete e spendibili che possano in qualche modo rassicurare gli oltre 700.000 lombardi che ogni giorno si spostano con i mezzi pubblici. “Nel mio intervento in aula ho sottolineato, in particolare, l’assurdità della decisione dell’amministratore delegato di FS di sostituire il 5% dei treni con bus per alleggerire la rete ferroviaria, definendola una pezza peggiore del buco e citando alcune testimonianze recenti di pendolari che certificano come l’utilizzo dei bus non rappresenti affatto un’alternativa ai treni, ma solo una nuova, incredibile odissea per quanti hanno la sventura di trovarsi a utilizzare le linee oggetto di questa misura.  Non dimentichiamo, poi, che una siffatta previsione costituisce un ulteriore contributo all’aumento del traffico veicolare.Da anni il Pd chiede alla Regione di mettere a gara il servizio – conclude Straniero – ma per il centrodestra il contratto di servizio con Trenord va prorogato fino al 2026. Ci sono stati evidenti ritardi negli investimenti ferroviari, ma la Regione può scaricare le colpe su Trenitalia? Dov’era negli anni scorsi? I pendolari hanno bisogno di più rispetto.”.

 

Lega e Forza Italia

“Un errore è stato non riuscire ad avere una governance con maggioranza regionale”, ha osservato Alessandro Corbetta. “Trenord ci chiede un gesto di grande responsabilità: accettare dei tagli, ma è chiaro che vogliamo vedere dei risultati. Facciamo in modo che Regione Lombardia abbia il controllo di questa società. Il M5S faccia pressioni sul ministro Toninelli, che è un lombardo, per avere una gestione più vicina al territorio”. Un’analisi condivisa da Marco Mariani che ha rilanciato: “Il precedente amministratore delegato di Fs era una birba, voleva il controllo di tutto per fare investimenti e migliorie. Questi si chiamano ricatti. E poi fa fatta chiarezza sulla proprietà e sulla gestione di reti, mezzi e stazioni: così, oggi, è solo un gran guazzabuglio”. Il capogruppo di Forza Italia, Marco Comazzi ha commentato da parte sua: “Non ci facciamo illusioni da Roma, ancora una volta sarà la Lombardia a doversi arrangiare da sola e ancora una volta ne saremo orgogliosi”. Infine il capogruppo della Lega, Roberto Anelli ha chiosato: “Abbiamo sentito tante critiche, ma nessuna proposta alternativa, così è facile parlare”. Dal rappresentante del partito di Salvini è arrivato un altro invito a Fontana: “Domani a Roma, faccia un giro anche in altri uffici per continuare a tenere calda la pista dell’autonomia. Quando l’avremo ottenuta, tanti problemi li risolveremo da soli.”.

La soddisfazione del relatore

Soddisfatto dell’esito della votazione, il relatore della risoluzione, Andrea Monti: “Adesso però occorre passare dalle parole ai fatti, che sono poi quelli che chiedono in ultima istanza le migliaia di pendolari che ogni giorno sono costretti ad utilizzare i treni lombardi, argomento oggi attualissimo anche alla luce del nuovo orario invernale. Su questo punto ci sono state molte polemiche recenti circa il taglio di alcuni treni, sostituiti con un servizio di pullman. Occorre porre un inciso: siamo disposti ad accettare i tagli, a patto che questa scelta porti reali benefici nell’immediato.

“Ognuno si prenda responsabilità”

“Tutti devono prendersi le proprie responsabilità – ha aggiunto Monti – Si chiede quindi alla Giunta di farsi parte attiva presso tutti i soggetti coinvolti, specialmente verso chi, fino ad oggi ha fatto orecchie da mercante. In particolare, il socio che possiede il 50% di Trenord, ovvero Trenitalia (Gruppo Fs), dimostratosi sospettosamente assente fino ad oggi. Trenitalia deve effettuare investimenti analoghi a quelli fatti, non con pochi sforzi, da Regione Lombardia in questi anni. Altro punto cruciale è l’aggiornamento delle ferrovie su cui viaggiano i pendolari, nella stragrande maggioranza in capo ad Rfi, altra azienda pubblica interamente controllata dal Gruppo FS. La risoluzione chiede inoltre di valutare l’applicazione di ulteriori misure e servizi compensativi per gli utenti, a fronte dei disagi patiti. Infine c’è la richiesta indirizzata proprio a Trenord di riferire con cadenza quadrimestrale presso la Commissione Territorio e Infrastrutture circa le azioni di miglioramento della rete e sullo stato di avanzamento degli investimenti. Personalmente credo sia arrivato il momento di cambiare davvero le cose”.

Continua la lettura di Treni, dal Pirellone la palla passa a Roma su Giornale di Sondrio.

]]>
Compravano cani per farci sesso: smascherate quattro donne https://giornaledisondrio.it/cronaca/compravano-cani-per-farci-sesso-smascherate-quattro-donne/ https://giornaledisondrio.it/cronaca/compravano-cani-per-farci-sesso-smascherate-quattro-donne/#comments Tue, 13 Nov 2018 07:06:37 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45324 Quattro donne, di età compresa tra i 40 e i 56 anni si spacciavano per volontarie e mettevano annunci nei siti riservati all’acquisto di cani di grossa taglia. Dopo averli comprati avrebbero abusato di loro, singolarmente o in gruppo, per poi cederli in adozione a terzi. Lo racconta il nostro portale settegiorni.it  che riporta la denuncia […]

Continua la lettura di Compravano cani per farci sesso: smascherate quattro donne su Giornale di Sondrio.

]]>
Quattro donne, di età compresa tra i 40 e i 56 anni si spacciavano per volontarie e mettevano annunci nei siti riservati all’acquisto di cani di grossa taglia. Dopo averli comprati avrebbero abusato di loro, singolarmente o in gruppo, per poi cederli in adozione a terzi. Lo racconta il nostro portale settegiorni.it  che riporta la denuncia della associazione AIDAA

Donne compravano grossi cani per fare sesso

Sesso con cani di grossa taglia sull’asse Cuneo-Vercelli-Rho-Vicenza. La scoperta di questo giro, l’uso del condizionale è d’obbligo, sarebbe iniziata grazie ad un clochard milanese. Una rhodense, appartenete ad un gruppo di quattro donne tra i 40 e 56 anni, avrebbe offerto 100 euro all’uomo per comprare il suo meticcio di grossa taglia. Avvisati i volontari di strada dell’AIDAA, questi si sarebbero subito attivati per rintracciare la donna.  Uno dei volontari di AIDAA, introdottosi in una chat riservata legata ad un sito dove venivano postati video ed incontri animal sex, si è finto interessato. In questo modo i volontari sarebbero  a capire il giro che stava dietro alla compravendita di questi animali.

Il racconto del presidente Lorenzo Croce di AIDAA

“Le quattro donne pare si siano conosciute in un social e scopertesi tutte amanti dello stesso genere si sono lanciate nell’orribile impresa da quanto abbiamo capito i cani venivano usati per divertimento personale e non ci sarebbero state cessioni dell’animale a pagamento come avvenuto in casi del passato quindi stiamo valutando il tipo di denuncia in relazione ai reati commessi dalle quattro nei confronti dei 3 cani sui quali abbiamo la certezza essere stati abusati ed almeno uno venduto ai possibili attori porno amatoriali, nei prossimi giorni comunicheremo eventuali sviluppi”.

Leggi qui tutti i particolari dell’inquietante vicenda

Continua la lettura di Compravano cani per farci sesso: smascherate quattro donne su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/cronaca/compravano-cani-per-farci-sesso-smascherate-quattro-donne/feed/ 3
32enne morto a Chiavenna, un mistero la causa del decesso https://giornaledisondrio.it/cronaca/32enne-morto-a-chiavenna-un-mistero-la-causa-del-decesso/ https://giornaledisondrio.it/cronaca/32enne-morto-a-chiavenna-un-mistero-la-causa-del-decesso/#respond Tue, 13 Nov 2018 07:02:33 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45322 Ancora molti gli aspetti da chiarire sul 32enne morto a Chiavenna la notte tra sabato e domenica. 32enne morto a Chiavenna C. G. di Samolaco è stato trovato in fin di vita per strada. Chi lo ha trovato ha chiamato i soccorsi che lo hanno trasportato all’ospedale cittadino. Per lui però c’è stato nulla da […]

Continua la lettura di 32enne morto a Chiavenna, un mistero la causa del decesso su Giornale di Sondrio.

]]>
Ancora molti gli aspetti da chiarire sul 32enne morto a Chiavenna la notte tra sabato e domenica.

32enne morto a Chiavenna

C. G. di Samolaco è stato trovato in fin di vita per strada. Chi lo ha trovato ha chiamato i soccorsi che lo hanno trasportato all’ospedale cittadino. Per lui però c’è stato nulla da fare, l’uomo è morto e ora sulla salma il magistrato ha disposto l’autopsia per stabilire l’esatta causa del decesso. Intanto sulla vicenda stanno indagando i Carabinieri. Tra i dubbi ancora da dissipare quello se l’incidente in via Consoli e il 32enne deceduto siano collegati. Solo nei prossimi giorni e con il proseguimento delle indagini potremo sapere di più.

LEGGI ANCHE:

Trovato in strada in gravi condizioni, 32enne muore a nella città del Mera

Statale 36, incidente con “mistero”

Continua la lettura di 32enne morto a Chiavenna, un mistero la causa del decesso su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/cronaca/32enne-morto-a-chiavenna-un-mistero-la-causa-del-decesso/feed/ 0
Livigno proclamata European Sport Town 2019 https://giornaledisondrio.it/sport/livigno-proclamata-european-sport-town-2019/ https://giornaledisondrio.it/sport/livigno-proclamata-european-sport-town-2019/#respond Tue, 13 Nov 2018 15:20:22 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45359 Ieri 12 novembre a Roma è stata proclamata dalla Commissione ACES Europe, come il Comune Europeo dello Sport 2019 grazie ai servizi, attività e strutture che la destinazione offre ai suoi ospiti. Nel cuore delle Alpi italiane Lo scorso luglio, la Commissione ACES Europe ed il suo presidente Gian Francesco Lupatelli, si sono recati a […]

Continua la lettura di Livigno proclamata European Sport Town 2019 su Giornale di Sondrio.

]]>
Ieri 12 novembre a Roma è stata proclamata dalla Commissione ACES Europe, come il Comune Europeo dello Sport 2019 grazie ai servizi, attività e strutture che la destinazione offre ai suoi ospiti.

Nel cuore delle Alpi italiane

Lo scorso luglio, la Commissione ACES Europe ed il suo presidente Gian Francesco Lupatelli, si sono recati a Livigno per valutare il suo valore aggiunto in fatto di sport. L’attenzione che il Piccolo Tibet pone verso lo sport è spiccata grazie all’offerta quotidiana che la regina dell’allenamento in alta quota, nel cuore delle Alpi italiane, ogni giorno offre ai suoi ospiti, grazie all’innovazione ed al continuo aggiornamento delle strutture ricettive, dei servizi, eventi e programmi per i giovani che ogni giorno prevedono attività diverse. Non solo sport invernali, ma anche moltissimi altri sport praticabili all’aria aperta e indoor: Livigno si presenta come una palestra open-air posizionata a 1816 m di altezza che non solo offre la possibilità di praticare sport, ma di trarne anche i molteplici benefici che l’altitudine naturalmente regala.

Riconoscimento a livello Europeo

“Lo sport per noi è di fondamentale importanza” dichiara Damiano Bormolini, Sindaco di Livigno “siamo molto onorati di aver ricevuto questo riconoscimento a livello Europeo, frutto anche del nostro quotidiano impegno per rendere accessibile la destinazione a tutti. Siamo felici di constatare come i giovani sono appassionati e di come lo sport possa essere anche uno strumento educativo. Il comune sta continuando ad attivarsi in azioni che amplieranno a livello strutturale l’offerta sportiva livignasca”.

Grande traguardo

Il Consigliere Comunale Samantha Todeschi dichiara: “Un grande traguardo per la destinazione, che conferma l’importanza del valore sportivo in una località. Non solo sport invernale, ma anche su altre attività. L’impegno del comune è evidente anche dal prossimo arrivo della pista di atletica e dal campo da calcio, di cui inizieranno i lavori, così come la piscina olimpionica da 50 metri ed il tennis coperto.”

LEGGI ANCHE: Incetta di premi per Livigno agli Snowpark Awards

Continua la lettura di Livigno proclamata European Sport Town 2019 su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/sport/livigno-proclamata-european-sport-town-2019/feed/ 0
Baby-sciatori a tutta velocità, la Vitalini Speed Contest confermata in Coppa del Mondo https://giornaledisondrio.it/sport/baby-sciatori-a-tutta-velocita-la-vitalini-speed-contest-confermata-in-coppa-del-mondo/ https://giornaledisondrio.it/sport/baby-sciatori-a-tutta-velocita-la-vitalini-speed-contest-confermata-in-coppa-del-mondo/#respond Tue, 13 Nov 2018 12:55:34 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45355 Dopo il successo dello scorso anno quando per la prima volta il Vitalini Speed Contest approdava in Coppa del Mondo sulla pista Stelvio al termine della discesa libera maschile, la Fis nella persona di Markus Waldner , il direttore della Coppa del Mondo, ne ha confermato quest’anno l’ufficialità internazionale. In Coppa del Mondo Ecco allora […]

Continua la lettura di Baby-sciatori a tutta velocità, la Vitalini Speed Contest confermata in Coppa del Mondo su Giornale di Sondrio.

]]>
Dopo il successo dello scorso anno quando per la prima volta il Vitalini Speed Contest approdava in Coppa del Mondo sulla pista Stelvio al termine della discesa libera maschile, la Fis nella persona di Markus Waldner , il direttore della Coppa del Mondo, ne ha confermato quest’anno l’ufficialità internazionale.

In Coppa del Mondo

Ecco allora per i bambini della nuova Speed Generation, affrontare il primo appuntamento di gara in Coppa del Mondo il 14 Dicembre in Val Gardena, subito dopo il SuperG, poi sarà ancora Bormio il 28 dicembre ad ospitare i mini velocisti. La Speed Contest dopo le tappe prestigiose internazionali prosegue in Tour, toccando varie località italiane e straniere nel 2019: il giorno della Befana con la Fisi Brescia in Tonale, il 27 gennaio a Schilpario, il 2 Febbraio a Cogne, il 10 febbraio all’Abetone, il 16 febbraio a St Moritz, il 3 marzo a Campo Felice ed il 10 marzo ad Antagnod.

Chi e come

Chi partecipa: il contest è riservato alle categorie Baby, Cuccioli e in alcune sedi anche i SuperBaby Come funziona: si parte per Sci Club, vengono posizionate alcune porte direzionali sullo shuss finale della pista da gara (negli appuntamenti di Gardena e Bormio sarà proprio lo shuss finale delle gare di Coppa del Mondo, così i bambini proveranno l’ebrezza di tagliare il traguardo della World Cup) e viene misurata la velocità massima negli ultimi 150 metri.

Scopo

Lo scopo: questo Contest è un primo avviamento alla velocità vissuta come un gioco e non come una paura. E’ il primo approccio in sicurezza, perché la velocità, se allenata da piccoli non è pericolosa: si insegna a cercarla e a gestirla attraverso la giusta posizione e soprattutto usando la testa. Perché, come spiega Pietro Vitalini che ha vissuto di velocità: ” Siamo noi che portiamo gli sci, non gli sci che portano noi.”

Grandi emozioni

“La presenza in Coppa del Mondo – continua Pietro Vitalini – riservata ai bambini crea quel collegamento tra la base e l’eccellenza che permette di rendere possibile il sogno di un futuro in nazionale ed è con entusiasmo che Walder come Direttore della Coppa del Mondo ha voluto questa presenza, anche coinvolgendo per le riprese video delle discese, la Infront. I bambini proveranno come i grandi: passare sotto il traguardo di Coppa del Mondo, sedersi sul trono nel Leader Corner ed essere premiati proprio dove vengono premiati i campioni”.
La sicurezza : ” I genitori devono stare sereni – spiega Vitalini – perché anche se si toccano alte velocità , non ci sono pericoli, perché tutto avviene in massima sicurezza. Sono cinque anni che portiamo lo Speed Contest in Tour, anche in Indoor a Madrid, e solo l’entusiasmo dei bambini ha caratterizzato questa esperienza”.

Vitalini presenta un altro appuntamento abbinato alla World Cup ed è la Combi Race del 22 dicembre, gara di Slalom a squadre, abbinata allo Slalom W.C. sulla 3Tre di Madonna di Campiglio. La mattina prima dell’appuntamento di Campiglio in notturna, i Children ( Ragazzi e Allievi ) si sfideranno a squadre di quattro componenti. Importanti i premi: a squadra che vincerà e i vincitori individuali di categoria, oltre ad aggiudicarsi una tutina da gara Vitalini totalmente dedicata, avranno un posto d’onore al parterre per gustarsi i campioni dello slalom.

Continua la lettura di Baby-sciatori a tutta velocità, la Vitalini Speed Contest confermata in Coppa del Mondo su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/sport/baby-sciatori-a-tutta-velocita-la-vitalini-speed-contest-confermata-in-coppa-del-mondo/feed/ 0
Eletta la nuova Consulta Provinciale degli Studenti https://giornaledisondrio.it/economia/eletta-la-nuova-consulta-provinciale-degli-studenti/ https://giornaledisondrio.it/economia/eletta-la-nuova-consulta-provinciale-degli-studenti/#respond Tue, 13 Nov 2018 12:41:39 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45351 Cambio ai vertici della Consulta Provinciale degli Studenti (CPS). Consulta Provinciale degli Studenti I 18 ragazzi membri all’organo istituzionale che rappresenta gli oltre 8.000 studenti delle scuole superiori della provincia di Sondrio, si sono riuniti oggi, martedì 13 novembre, presso la sede dell’UST di via Donegani in Assemblea plenaria per le elezioni del nuovo Presidente, […]

Continua la lettura di Eletta la nuova Consulta Provinciale degli Studenti su Giornale di Sondrio.

]]>
Cambio ai vertici della Consulta Provinciale degli Studenti (CPS).

Consulta Provinciale degli Studenti

I 18 ragazzi membri all’organo istituzionale che rappresenta gli oltre 8.000 studenti delle scuole superiori della provincia di Sondrio, si sono riuniti oggi, martedì 13 novembre, presso la sede dell’UST di via Donegani in Assemblea plenaria per le elezioni del nuovo Presidente, del Vicepresidente e della Giunta esecutiva. Costituitasi già nell’anno scolastico 2017/2018, la Consulta ha subito un restyling non solo per sostituire gli studenti diplomati, ma anche a seguito di alcune dimissioni dei suoi membri fra cui quelle del Presidente, Giada Urbani, e del Vicepresidente, Daniele Galli. Durante l’incontro, svoltosi sotto la guida della docente referente Maria Maddalena Ricciardi, sono state discusse anche le attività che verranno intraprese dalla Consulta nel corso del mandato e si è proceduto alla programmazione e delibera degli impegni futuri.

Nuova composizione

Al ballottaggio, con 11 voti su 18, Marco Foppoli dell’Istituto “Besta-Fossati” di Sondrio succede al Presidente dimissionario Giada Urbani dell’Istituto “Alberti” di Bormio. Alla carica di Vicepresidente, con 11 voti su 18, è stata eletta Erika Ghezzi del Liceo “Piazzi-Perpenti” di Sondrio, che raccoglie l’eredità del predecessore Daniele Galli dell’Istituto “De Simoni – Quadrio” di Sondrio. Eletti nella Giunta esecutiva della Consulta sono stati invece Pamela Chistolini del Liceo “Piazzi-Perpenti”, Alessandro Tarchini dell’Istituto “De Simoni” di Sondrio e Rebecca De Campo dell’Istituto “Pinchetti di Tirano”.

Marco Foppoli Presidente

“Ringrazio tutti i ragazzi che mi hanno votato e per la fiducia che hanno deciso di accordarmi – commenta il nuovo Presidente Marco Foppoli –. Spero di portare la mia esperienza maturata nel corso dello scorso anno come membro della Consulta. Sono convinto che, i meccanismi che regolano la Consulta, ricalcando quelli degli organi Statali, rappresentano un’interessante opportunità per la crescita di noi ragazzi e per lo sviluppo consapevole ad un approccio critico nel partecipare alla vita sociale, politica e culturale anche in futuro».
«Ringrazio tutti i membri che mi hanno votato e quello che mi piacerebbe fare nel corso del mio mandato all’interno della Consulta è riuscire a coinvolgere tutte le scuole nelle attività proposte – commenta il neoeletto Vicepresidente Erika Ghezzi –. Anche io facevo parte di membri dello scorso anno e ora sono contenta di poter contribuire in maniera fattiva, e con un incarico di maggior rilievo, ai lavori della Consulta studentesca».

Linee di indirizzo e progetti

Nel corso dell’Assemblea plenaria i ragazzi hanno discusso ampiamente sulle attività da promuovere nel corso dell’anno. Rinnovato l’impegno già profuso in passato a sostegno di alcuni progetti legati al tema della legalità e la volontà di riproporre la Mostra artistica studentesca (MAS) sulla base del successo riscosso lo scorso anno. E ancora confermato l’impegno nella gestione della pagina Facebook dedicata alla Consulta Provinciale degli Studenti e degli altri social network per divulgare in maniera capillare le attività anche attraverso i più recenti mezzi di comunicazione. Accolta all’unanimità anche l’idea di partecipare a momenti di approfondimento legati alla storia e alla cultura musicale. Approvata da tutti anche la scelta di organizzare un incontro sul tema della sicurezza stradale specie alla luce dei drammatici fatti di cronaca che hanno investito la provincia di Sondrio.

Dar voce ai ragazzi

“La Consulta è un organo estremamente importante per i ragazzi che consente loro di esprimere le proprie potenzialità e di vivere numerose esperienze formative ed arricchenti anche dal punto di vista della crescita personale – commenta la docente referente, Maria Maddalena Ricciardi –. La Consulta, oggetto di un sostanziale rinnovo nel direttivo, anche quest’anno scolastico si farà promotrice di tante iniziative e cercherà di coinvolgere il maggior numero possibile di studenti della provincia. Non sarà un organo isolato ma si farà portavoce delle istanze di tutti gli studenti”.

“Il compito principale della Consulta è quello di assicurare il più ampio confronto fra gli studenti di tutte le Istituzioni d’Istruzione Secondaria Superiore della provincia, anche al fine di ottimizzare le iniziative e di formulare proposte d’intervento che superino le dimensioni del singolo istituto – sottolinea il Dirigente dell’Ust di Sondrio, Fabio Molinari –. Un ruolo fondamentale per dar voce a tutti i ragazzi, un modo importante per farli sentire gli effettivi “protagonisti” della vita scolastica di cui, come ho avuto più volte modo di sottolineare, sono il vero cuore pulsante. A tutti loro auguro un buon lavoro nella speranza di instaurare un rapporto di reciproco confronto. Sappiate che la porta del mio ufficio sarà sempre aperta”.

Continua la lettura di Eletta la nuova Consulta Provinciale degli Studenti su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/economia/eletta-la-nuova-consulta-provinciale-degli-studenti/feed/ 0
Incontro pubblico sulla razionalizzazione https://giornaledisondrio.it/attualita/incontro-pubblico-sulla-razionalizzazione/ https://giornaledisondrio.it/attualita/incontro-pubblico-sulla-razionalizzazione/#respond Tue, 13 Nov 2018 12:05:03 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45347 Venerdì a Lovero. Incontro pubblico sulla razionalizzazione Si chiama “Parliamone a Lovero” la seratà che avrà luogo venerdì 16 novembre alle 20.30 presso la Casa della comunità di Lovero. Il tema è quello della razionalizzazione delle linee ad alta tensione dopo la realizzazione della nuova linea Robbia – San Fiorano. La domanda è sempre quella […]

Continua la lettura di Incontro pubblico sulla razionalizzazione su Giornale di Sondrio.

]]>
Venerdì a Lovero.

Incontro pubblico sulla razionalizzazione

Si chiama “Parliamone a Lovero” la seratà che avrà luogo venerdì 16 novembre alle 20.30 presso la Casa della comunità di Lovero. Il tema è quello della razionalizzazione delle linee ad alta tensione dopo la realizzazione della nuova linea Robbia – San Fiorano. La domanda è sempre quella che il Comitato sorto spontaneamente si pone ormai da qualche mese: a quando la demolizione delle linee esistenti? Il momento informativo è promosso dal Comitato per la razionalizzazione delle linee ad alta tensione con il patrocinio del Comune di Lovero.

 

Continua la lettura di Incontro pubblico sulla razionalizzazione su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/attualita/incontro-pubblico-sulla-razionalizzazione/feed/ 0
Gli ex allievi del Da Vinci si raccontano https://giornaledisondrio.it/attualita/gli-ex-allievi-del-da-vinci-si-raccontano/ https://giornaledisondrio.it/attualita/gli-ex-allievi-del-da-vinci-si-raccontano/#respond Tue, 13 Nov 2018 11:16:54 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45344 Il progetto “Scuola viva per tutti” del “L. da Vinci” di Chiavenna è giunto alla V edizione ed è pronto a partire ancora una volta con il patrocinio del Comune di Chiavenna e della Comunità Montana e con la collaborazione della Biblioteca della Valchiavenna. Lo scopo del progetto Lo scopo del progetto è quello di […]

Continua la lettura di Gli ex allievi del Da Vinci si raccontano su Giornale di Sondrio.

]]>
Il progetto “Scuola viva per tutti” del “L. da Vinci” di Chiavenna è giunto alla V edizione ed è pronto a partire ancora una volta con il patrocinio del Comune di Chiavenna e della Comunità Montana e con la collaborazione della Biblioteca della Valchiavenna.

Lo scopo del progetto

Lo scopo del progetto è quello di aprire le porte dell’Istituto al territorio e ai suoi bisogni culturali, offrendo a tutti i cittadini una serie di incontri per riflettere e discutere su problemi legati alla nostra zona, ma anche su temi più generali di carattere culturale.

Gli ex allievi in cattedra

Il progetto di quest’anno presenta un’importante novità: quattro serate su cinque vedono la partecipazione da protagonisti indiscussi degli incontri di quattro ex studenti del Da Vinci che si sono distinti in qualche particolare campo.

Il calendario

Il primo appuntamento è per venerdì 30 novembre, alle ore 20.30, presso l’Aula magna dell’Istituto, ed è dedicato alla scrittrice Silvia Montemurro che dialogherà con il Dirigente scolastico, prof. Salvatore La Vecchia, parlando dei suoi libri e non solo. Seguirà a gennaio un incontro sul “Fumetto d’autore” con Caterina Scaramellini, grafica, fumettista e illustratrice. A marzo toccherà ad Elvis Ghibello che sta svolgendo e sperimentando con successo, importanti attività nel campo della musicoterapia, la sua serata è intitolata infatti: “Musicoterapia: un attivo percorso di crescita”. A ridosso del 25 aprile, in collaborazione anche con al Società operaia, gli studenti della classi IV e V AFM e VSIA, coordinati dai proff. Federica Del Giorgio, Pasquale Guariglia, Carmelina Schepis, Ivano Signorelli, presenteranno un progetto sulla resistenza giovanile non violenta al nazifascismo, condotta nella nostra zona, in particolare in Valle Spluga, da un’organizzazione denominata Aquile randagie. Nell’ultimo incontro, a maggio, l’Istituto ospiterà Simone Sottocornola, ricercatore del CERN di Ginevra che illustrerà, in maniera accessibile a tutti, l’attività svolta nel più grande laboratorio al mondo di fisica delle particelle.

Continua la lettura di Gli ex allievi del Da Vinci si raccontano su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/attualita/gli-ex-allievi-del-da-vinci-si-raccontano/feed/ 0
Colletta Alimentare 2018 a Sondrio, ECCO DOVE https://giornaledisondrio.it/attualita/colletta-alimentare-2018-a-sondrio-ecco-dove/ https://giornaledisondrio.it/attualita/colletta-alimentare-2018-a-sondrio-ecco-dove/#respond Tue, 13 Nov 2018 10:59:30 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45340 La XXIIa giornata nazionale della Colletta Alimentare si terrà il prossimo 24 novembre 2018 e coinvolgerà anche la provincia di Sondrio (Scopri i Punti Vendita in provincia di Sondrio). Colletta Alimentare 2018 Si tratta di una proposta di solidarietà che diviene di anno in anno sempre più necessaria e significativa. Durante la scorsa edizione sono […]

Continua la lettura di Colletta Alimentare 2018 a Sondrio, ECCO DOVE su Giornale di Sondrio.

]]>
La XXIIa giornata nazionale della Colletta Alimentare si terrà il prossimo 24 novembre 2018 e coinvolgerà anche la provincia di Sondrio (Scopri i Punti Vendita in provincia di Sondrio).

Colletta Alimentare 2018

Si tratta di una proposta di solidarietà che diviene di anno in anno sempre più necessaria e significativa. Durante la scorsa edizione sono state raccolte in tutta Italia 8500 tonnellate di cibo, sono stati coinvolti 11.000 punti vendita, 145.000 volontari e si calcola che 5.500.000 persone abbiano donato cibo. In provincia di Sondrio il gesto, nel 2017, ha coinvolto 110 supermercati con una raccolta di 630 quintali di prodotti alimentari; distribuiti a 16 associazioni presenti sul territorio Valtellinese grazie al lavoro ed alla generosità di otre 50 mila donatori e più di un migliaio di volontari.

In Valtellina e Valchiavenna

“Siamo lieti di invitare tutte le persone che andranno a fare la spesa il prossimo 24 novembre nei circa 110 punti vendita in provincia di Sondrio e ad unirsi al “popolo della colletta” confermando la grande generosità di Valtellina e Valchiavenna che ogni anno stupiscono tutta la Lombardia e tutta l’Italia per il miracolo di solidarietà e di collaborazione della Colletta Alimentare” si legge in una nota scritta oggi dal Balco Alimentare. “Anche quest’anno saranno con noi i nostri amici volontari che proporranno la donazione nei punti vendita: le persone detenute della Casa Circondariale di Sondrio, gli Alpini, la Croce Rossa, gli Scout, le Parrocchie, le associazioni caritative beneficiarie della raccolta e anche tantissime persone che non appartengono ad associazioni ma colgono l’importanza dell’evento”.

Riceviamo più di quello che doniamo

Da novembre 2016 ad ottobre 2017 il Banco Alimentare ha distribuito 156 tonnellate di alimenti alle Associazioni Caritative convenzionate in Valtellina e Valchiavenna per un valore di 468 mila euro, con il coinvolgimento di 16 Strutture Caritative  e 2771 persone assistite. “Quanto ricevuto dal nostro territorio, supera di gran lunga quanto donato nella Giornata di Colletta – spiegano quelli del Banco Alimentare Possiamo dire quindi che quanto donato localmente rimane sul nostro territorio”.

LEGGI ANCHE: Colletta alimentare, coinvolti oltre 100 punti vendita

Continua la lettura di Colletta Alimentare 2018 a Sondrio, ECCO DOVE su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/attualita/colletta-alimentare-2018-a-sondrio-ecco-dove/feed/ 0
Treni, protesta del Pd davanti al Pirellone https://giornaledisondrio.it/politica/treni-protesta-del-pd-davanti-al-pirellone/ https://giornaledisondrio.it/politica/treni-protesta-del-pd-davanti-al-pirellone/#respond Tue, 13 Nov 2018 10:32:13 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45337 Treni, puntuali sono solo ritardi e disservizi. Ecco la protesta del Pd davanti al Pirellone e in stazione Cadorna: “Non un treno di meno”, lo slogan della manifestazione. LEGGI ANCHE  Maniaco in treno si tocca davanti a una studentessa e viene filmato Presidio davanti al Pirellone Sindaci, amministratori e pendolari, insieme ai consiglieri regionali del […]

Continua la lettura di Treni, protesta del Pd davanti al Pirellone su Giornale di Sondrio.

]]>
Treni, puntuali sono solo ritardi e disservizi. Ecco la protesta del Pd davanti al Pirellone e in stazione Cadorna: “Non un treno di meno”, lo slogan della manifestazione.

LEGGI ANCHE  Maniaco in treno si tocca davanti a una studentessa e viene filmato

Presidio davanti al Pirellone

Sindaci, amministratori e pendolari, insieme ai consiglieri regionali del Partito democratico si sono radunati questa mattina davanti alla sede del Consiglio della Lombardia per contestare l’inerzia della Regione nell’affrontare i problemi del trasporto ferroviario. Nel chiedere una svolta rispetto all’ulteriore peggioramento di affidabilità e puntualità rilevati nel corso del 2018, la manifestazione contesta l’intenzione di Trenord di sostituire diverse corse ferroviarie con i bus.

Volantinaggio in stazione

 

I nuovi treni per i pendolari lombardi? Sono stati mandati a Genova…

La protesta dell’opposizione ha avuto un “antipasto” proprio nel momento di maggior afflusso dei pendolari a Milano. Prima del presidio, infatti, dalle 7.30 alle 8.30, i consiglieri del Pd hanno effettuato un volantinaggio alla stazione di Milano Cadorna per poi dirigersi al Pirellone dove è in programma dalle 10 una seduta di Consiglio che si annuncia infuocata, tutta dedicata al trasporto ferroviario regionale.

Le proposte in Aula

Il Pd, con un emendamento interamente sostitutivo della risoluzione della maggioranza che sarà discussa in Aula, chiede la revisione del contratto di servizio e la messa a gara, a scadenza, nel 2020, del servizio ferroviario regionale o di parte di esso. Il capogruppo Fabio Pizzul e il consigliere Pietro Bussolati spiegano così l’iniziativa, entrando nelle polemiche Milano – Roma di questi giorni: “Il presidente Fontana e il Ministro Toninelli risparmino ai cittadini questo ridicolo rimpallo di responsabilità. I nove treni usati promessi per l’inizio di ottobre, peraltro arrivati solo in parte, sono una goccia nel mare dei problemi di Trenord. Lo ha ammesso lo stesso amministratore delegato Marco Piuri. Regione e Governo devono dare ai pendolari risposte ben più convincenti e concrete. Occorrono investimenti pesanti sulla rete e sui convogli, come quelli fatti dal precedente Governo, ma questa volta anche la Lombardia deve attivarsi per ottenere la propria parte. Sosterremo le ragioni di chi prende il treno tutti i giorni e vorrebbe un servizio all’altezza”.

Continua la lettura di Treni, protesta del Pd davanti al Pirellone su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/politica/treni-protesta-del-pd-davanti-al-pirellone/feed/ 0
Presepe vivente a Sondrio https://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/presepe-vivente-a-sondrio/ https://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/presepe-vivente-a-sondrio/#respond Tue, 13 Nov 2018 09:05:41 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45331 Mancano sei settimane a Natale, e già ci si prepara per renderlo particolarmente speciale nella città di Sondrio. La Comunità Pastorale di Sondrio in collaborazione con il Comune, il comitato Pro Sassella, le scuole che aderiranno, gli alpini, le associazioni di volontariato e i Cori, Coldiretti, la sezione sondriese dell’Associazione nazionale carabinieri, la Casa circondariale […]

Continua la lettura di Presepe vivente a Sondrio su Giornale di Sondrio.

]]>
Mancano sei settimane a Natale, e già ci si prepara per renderlo particolarmente speciale nella città di Sondrio. La Comunità Pastorale di Sondrio in collaborazione con il Comune, il comitato Pro Sassella, le scuole che aderiranno, gli alpini, le associazioni di volontariato e i Cori, Coldiretti, la sezione sondriese dell’Associazione nazionale carabinieri, la Casa circondariale di Sondrio, la sottosezione sondriese di Unitalsi,e tutti i numerosi volontari che si stanno rendendo disponibili, stanno infatti lavorando alacremente per realizzare il Presepe Vivente a Sondrio in località Sassella, nel tragitto che si snoda dalla “Parete di roccia” proseguendo sulla strada che giunge alla Chiesa e terminando con la rappresentazione della Natività sotto il suo portico. La località sondriese sarà animata dalla splendida rappresentazione nelle serate di sabato 22 e domenica 23 dicembre.

Presepe vivente a Sondrio

“L’idea di questo progetto è che diventi un momento significativo di attrazione per il periodo natalizio, che possa far convergere in città persone presenti in tutta la valle, coinvolgendo nella sua realizzazione diversi gruppi o singoli che, in sinergia, lavorino per la sua buona riuscita – spiega l’assessore agli Eventi, Francesca Canovi -. Tutto il percorso sarà curato nei dettagli, così da rendere l’atmosfera coerente con la rappresentazione, ricreando scene e lavori dei tempi antichi, culminando con la rappresentazione della Natività. Per due serate faremo un tuffo nel passato, lasciandoci avvolgere da una suggestiva atmosfera carica di fede e spiritualità”.
Articolato il progetto presentato e su cui si sta ora lavorando. Tutto il presepe sarà “vivo”, con la presenza di comparse (pastorelli, contadini, ecc.) che accompagneranno i visitatori e simuleranno momenti di vita quotidiana. Tutto il percorso sarà illuminato con fiaccole, mentre le rappresentazioni avranno una illuminazione dedicata.

Continua la lettura di Presepe vivente a Sondrio su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/presepe-vivente-a-sondrio/feed/ 0
Banca Popolare Sondrio, utile di 78,4 milioni nei primi nove mesi https://giornaledisondrio.it/economia/banca-popolare-sondrio-utile-di-784-milioni-nei-primi-nove-mesi/ https://giornaledisondrio.it/economia/banca-popolare-sondrio-utile-di-784-milioni-nei-primi-nove-mesi/#respond Mon, 12 Nov 2018 17:10:42 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45313 Ammonta a 78,4 milioni l’utile netto della Banca Popolare di Sondrio nei primi 9 mesi del 2018. Oggi il Consiglio di Amministrazione ha approvato i risultati al 30 settembre. Banca Popolare Sondrio, tiene la redditività Il Gruppo Bps ha saputo realizzare un positivo risultato di periodo. Lo ha fatto pure in un contesto difficile soprattutto a […]

Continua la lettura di Banca Popolare Sondrio, utile di 78,4 milioni nei primi nove mesi su Giornale di Sondrio.

]]>
Ammonta a 78,4 milioni l’utile netto della Banca Popolare di Sondrio nei primi 9 mesi del 2018. Oggi il Consiglio di Amministrazione ha approvato i risultati al 30 settembre.

Banca Popolare Sondrio, tiene la redditività

Il Gruppo Bps ha saputo realizzare un positivo risultato di periodo. Lo ha fatto pure in un contesto difficile soprattutto a causa dell’elevata volatilità dei mercati finanziari correlata alle crescenti incertezze relative ai conti pubblici. L’utile netto consolidato, al 30 settembre 2018, ammonta a 78,4 milioni, in riduzione del 30,2% nel confronto con i 112,3 milioni di euro dei primi nove mesi del 2017. Il risultato sconta peraltro 25,9 milioni di oneri relativi alle contribuzioni al Fondo Nazionale di Risoluzione e al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi.

La raccolta e i crediti

La raccolta diretta segna  31.312 milioni, meno 1% sul 31 dicembre 2017. La raccolta indiretta si attesta, ai valori di mercato, a  30.978 milioni, più 2,9% sul 31 dicembre 2017, quella assicurativa somma  1.403 milioni, più 5% sul 31 dicembre 2017. La raccolta complessiva da clientela si posiziona quindi a  63.693 milioni, più 1% sul 31 dicembre 2017. I finanziamenti verso clientela, costituiti dai crediti verso clientela valutati al costo ammortizzato e da quelli valutati al fair value con impatto a conto economico, sommano  25.957 milioni, più 1% nel confronto con i crediti verso clientela di fine 2017. Tale aggregato, pari a  25.696 milioni, è stato oggetto di rettifica negativa per  60 milioni in sede di FTA dell’IFRS 9.

Il gruppo e la nuova acquisizione

L’organico del Gruppo bancario si è portato a 3.255 unità dalle 3.196 unità di fine 2017, cui si aggiungono le 29 risorse, in buona parte stagionali, della Pirovano Stelvio Spa. La compagine sociale è a oggi formata di 170.998 soci. Come noto, il 30 ottobre scorso è stato sottoscritto con la Fondazione Cassa di Risparmio di Cento e la Holding CR Cento S.p.A., società controllata dalla Fondazione, un contratto definitivo finalizzato all’acquisizione della maggioranza del capitale sociale di Cassa di Risparmio di Cento S.p.A.

SU CENTRO VALLE IN EDICOLA SABATO 17 NOVEMBRE IL SERVIZIO COMPLETO CON TUTTI I NUMERI DEL BILANCIO

Continua la lettura di Banca Popolare Sondrio, utile di 78,4 milioni nei primi nove mesi su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/economia/banca-popolare-sondrio-utile-di-784-milioni-nei-primi-nove-mesi/feed/ 0
Creval, al 30 settembre utile netto pari a 11,4 milioni https://giornaledisondrio.it/economia/creval-al-30-settembre-utile-netto-pari-a-114-milioni/ https://giornaledisondrio.it/economia/creval-al-30-settembre-utile-netto-pari-a-114-milioni/#respond Mon, 12 Nov 2018 17:39:57 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45315 Il nuovo Consiglio di amministrazione di Creval ha approvato oggi il bilancio al 30 settembre 2018. L’utile netto segna 11,4 milioni. Creval, forte crescita di credito e raccolta diretta Sono in miglioramento le performance commerciali della banca. I volumi di credito erogato da inizio anno sono pari a 1,9 miliardi di euro (+22% a/a). La raccolta diretta ammonta […]

Continua la lettura di Creval, al 30 settembre utile netto pari a 11,4 milioni su Giornale di Sondrio.

]]>
Il nuovo Consiglio di amministrazione di Creval ha approvato oggi il bilancio al 30 settembre 2018. L’utile netto segna 11,4 milioni.

Creval, forte crescita di credito e raccolta diretta

Sono in miglioramento le performance commerciali della banca. I volumi di credito erogato da inizio anno sono pari a 1,9 miliardi di euro (+22% a/a). La raccolta diretta ammonta a 20,3 miliardi di euro, in crescita del 3,4% rispetto al 31 dicembre 2017. Nel confronto si registra un aumento del 5,1% nella componente formata da conti correnti e depositi a scadenza pari a 13,7 miliardi di euro (13,1 miliardi al 31/12/2017).  La raccolta indiretta è pari a 10,3 miliardi di euro rispetto a 11,3 miliardi di euro di fine dicembre 2017.

Il commento dell’amministratore delegato Selvetti

“Il trimestre appena concluso rappresenta un’altra tappa fondamentale nel processo di rilancio di Creval- ha commentato l’ad Mauro Selvetti – concluso il rafforzamento patrimoniale ed il piano di cessioni di crediti deteriorati previsto per il 2018, ora l’attività della Banca è totalmente focalizzata sull’aumento della redditività operativa. Un ulteriore contributo arriverà inoltre dallo sviluppo dell’attività di factoring che prevede la fusione di Claris Factor, acquisita lo scorso giugno, in Creval Più Factor, entro fine anno per dar vita ad una società prodotto con una elevata expertise ed un turnover atteso per il 2018 di circa 800 milioni di euro. Sul fronte dell’attività commerciale, seppur condizionata dalle numerose operazioni straordinarie poste in essere quest’anno e dalle recenti tensioni dei mercati finanziari, vi sono segnali incoraggianti che arrivano dai volumi di credito erogato, nei primi 9 mesi del 2018 è pari a 1,9 miliardi di euro in crescita del 22% su base annua e dalle masse di raccolta da clientela retail, in particolare nell’aggregato depositi e conti correnti pari a 13,7 miliardi di euro in crescita del 5,1% da inizio anno”.

SU CENTRO VALLE IN EDICOLA SABATO 17 NOVEMBRE IL SERVIZIO COMPLETO

Continua la lettura di Creval, al 30 settembre utile netto pari a 11,4 milioni su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/economia/creval-al-30-settembre-utile-netto-pari-a-114-milioni/feed/ 0
Le buone pratiche dell’ATS della Montagna in mostra a Roma https://giornaledisondrio.it/attualita/le-buone-pratiche-dellats-della-montagna-in-mostra-a-roma/ https://giornaledisondrio.it/attualita/le-buone-pratiche-dellats-della-montagna-in-mostra-a-roma/#respond Tue, 13 Nov 2018 08:59:05 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45328 Venerdì scorso, 9 novembre, anche l’ATS della Montagna era presente al Palazzo dei Congressi dell’EUR a Roma. ATS della Montagna a Roma 3.000 partecipanti, 275 relatori, 15 sessioni, 14 Associazioni professionali, 120 progetti, 64 buone pratiche, sono solo alcuni dei numeri della 1^ Convention del Management della Sanità italiana di FIASO, Federazione Italiana Aziende Sanitarie […]

Continua la lettura di Le buone pratiche dell’ATS della Montagna in mostra a Roma su Giornale di Sondrio.

]]>
Venerdì scorso, 9 novembre, anche l’ATS della Montagna era presente al Palazzo dei Congressi dell’EUR a Roma.

ATS della Montagna a Roma

3.000 partecipanti, 275 relatori, 15 sessioni, 14 Associazioni professionali, 120 progetti, 64 buone pratiche, sono solo alcuni dei numeri della 1^ Convention del Management della Sanità italiana di FIASO, Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere. La tre giorni di approfondimento e riflessione che ha ruotato, tra eventi, letture magistrali, tavole rotonde e market place, intorno a innovazione e management e ha visto impegnate molte aziende sanitarie italiane e il coinvolgimento di molti stakeholders della sanità italiana in un confronto serrato al tempo stesso pragmatico e attento agli scenari futuri.

Buone pratiche

Nell’ambito delle buone pratiche provenienti da tutto il territorio nazionale, l’ATS della Montagna ha portato all’attenzione dei partecipanti l’esperienza dell’“Ottobre Rosa”, con i materiali prodotti per l’occasione. Nell’ambito del “market place”, una apposita area dedicata alla presentazione e al confronto tra buone pratiche nazionali, l’ATS della Montagna ha presentato i risultati raggiunti per l’adesione allo screening mammografico attraverso un percorso integrato e capillare con i Medici di Medicina Generale che collaborano a garantire ottimi riscontri in termini di copertura se rapportati al dato nazionale, ma anche di diffusione della cultura della prevenzione e dei corretti stili di vita. Ad illustrare progetto, obiettivi e metodo di lavoro sono stati il Direttore Generale dell’ATS Maria Beatrice Stasi e il Direttore Sanitario Lorella Cecconami. L’ATS della Montagna, dunque, conferma la propria missione in termini di pianificazione e strutturazione di quelle cosiddette buone pratiche esportabili anche al di fuori dei confini provinciali e regionali.

LEGGI ANCHE: ATS della Montagna premiata a livello nazionale

Continua la lettura di Le buone pratiche dell’ATS della Montagna in mostra a Roma su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/attualita/le-buone-pratiche-dellats-della-montagna-in-mostra-a-roma/feed/ 0
Sondalo, al via la nuova edizione del concorso di poesia dialettale https://giornaledisondrio.it/attualita/sondalo-al-via-la-nuova-edizione-del-concorso-di-poesia-dialettale/ https://giornaledisondrio.it/attualita/sondalo-al-via-la-nuova-edizione-del-concorso-di-poesia-dialettale/#respond Tue, 13 Nov 2018 08:00:41 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45319 Il bando è aperto. Sondalo, al via la nuova edizione del concorso di poesia dialettale Ottava edizione del concorso tra i poeti della Provincia di Sondrio e quelli del Grigionitaliano. Nell’affrontare come organizzatori questa nuova sfida, è inevitabile dare uno sguardo a ritroso: sette edizioni, oltre 230 poesie in molti dialetti della provincia e delle […]

Continua la lettura di Sondalo, al via la nuova edizione del concorso di poesia dialettale su Giornale di Sondrio.

]]>
Il bando è aperto.

Sondalo, al via la nuova edizione del concorso di poesia dialettale

Ottava edizione del concorso tra i poeti della Provincia di Sondrio e quelli del Grigionitaliano. Nell’affrontare come organizzatori questa nuova sfida, è inevitabile dare uno sguardo a ritroso: sette edizioni, oltre 230 poesie in molti dialetti della provincia e delle limitrofe valli svizzere. Alcuni poeti sono divenuti presenze fisse, altri si sono limitati a una sola edizione. Tutti però con il merito di portare un esempio di vitalità del proprio dialetto plasmato allo scopo per esprimere struggenti stati d’animo e sensazioni, o nostalgici rimpianti del passato, o problematiche sociali, o ancora divertissement ironici e irriverenti. Sono stati presentati sonetti perfetti, componimenti in quartine dalle rime baciate e alternate, poesie in versi sciolti.

I promotori

“Ed è una sfida – dicono l’assessore alla Cultura del Comune di Sondalo Luca Della Valle, il segretario del CSSAV Dario Cossi e il Il referente della PGI Giovanni Ruatti – anche per noi promotori che affrontiamo ogni nuovo bando con la curiosità e l’emozione della prima volta, con la speranza che i poeti continuino ad avere voglia di partecipare, di mettersi in gioco, di salire sul palco di Sondalo per mantenere viva la nostra lingua mamma”. Il concorso è promosso dal Comune di Sondalo e dal Centro studi storici Alta Valtellina in collaborazione con l’associazione Pro Grigioni Italiano. Il termine ultimo per presentare le composizioni è fissato al 31 gennaio 2019. Il bando di concorso è scaricabile dai siti: www.comune.sondalo.so.it, www.cssav.cmav.so.it, www.pgi.ch.

Continua la lettura di Sondalo, al via la nuova edizione del concorso di poesia dialettale su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/attualita/sondalo-al-via-la-nuova-edizione-del-concorso-di-poesia-dialettale/feed/ 0
Gianesini mattatore al Rally del Gomitolo https://giornaledisondrio.it/sport/gianesini-mattatore-al-rally-del-gomitolo/ https://giornaledisondrio.it/sport/gianesini-mattatore-al-rally-del-gomitolo/#respond Tue, 13 Nov 2018 09:08:25 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45334 Al Rally del Gomitolo disputatosi domenica 11 novembre, Marco Gianesini è stato autore di un’altra grande prestazione a bordo della Renault Clio Rs Light vincendo con ampio margine la classe N3. Gianesini mattatore al Rally del Gomitolo Insieme al bergamasco Fabrizio Cattaneo e in condizioni proibitive (forti piogge, strada bagnata e fangosa), il pilota di […]

Continua la lettura di Gianesini mattatore al Rally del Gomitolo su Giornale di Sondrio.

]]>
Al Rally del Gomitolo disputatosi domenica 11 novembre, Marco Gianesini è stato autore di un’altra grande prestazione a bordo della Renault Clio Rs Light vincendo con ampio margine la classe N3.

Gianesini mattatore al Rally del Gomitolo

Insieme al bergamasco Fabrizio Cattaneo e in condizioni proibitive (forti piogge, strada bagnata e fangosa), il pilota di Sondrio si è esaltato con la francesina preparata dalla Top Rally chiudendo la graduatoria assoluta in decima posizione finale e in vetta alla propria classe, la N3 oltre al secondo posto di Gruppo N. “E’ stata una gara molto difficile per via delle condizioni trovate ma al contempo è stato un rally divertente che ha mischiato un po’ le carte della classifica. Siamo riusciti ad ottenere anche un nono assoluto parziale che ci appaga a pieno.” Dopo la vittoria di classe al Camunia, un altro successo per l’accoppiata Gianesini –Clio N3.

LEGGI ANCHE: Sorrisi per Marco Gianesini al Rally del Taro

Continua la lettura di Gianesini mattatore al Rally del Gomitolo su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/sport/gianesini-mattatore-al-rally-del-gomitolo/feed/ 0
Mazzo, mostra sul cambiamento climatico https://giornaledisondrio.it/attualita/mazzo-mostra-sul-cambiamento-climatico/ https://giornaledisondrio.it/attualita/mazzo-mostra-sul-cambiamento-climatico/#respond Tue, 13 Nov 2018 06:00:20 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45288 Promossa dal Fai. Mazzo, mostra sul cambiamento climatico La delegazione Fai di Sondrio in collaborazione con Cai Sezione Valtellinese di Sondrio e Fondazione Bombardieri, Sev, Fondazione Fojanini e Sondrio Festival presentano “Il cambiamento climatico, quali scenari per la Valtellina?”, mostra documentale sul cambiamento climatico in Valtellina. L’allestimento avrà luogo nella sala consiliare Centro Sociale in […]

Continua la lettura di Mazzo, mostra sul cambiamento climatico su Giornale di Sondrio.

]]>
Promossa dal Fai.

Mazzo, mostra sul cambiamento climatico

La delegazione Fai di Sondrio in collaborazione con Cai Sezione Valtellinese di Sondrio e Fondazione Bombardieri, Sev, Fondazione Fojanini e Sondrio Festival presentano “Il cambiamento climatico, quali scenari per la Valtellina?”, mostra documentale sul cambiamento climatico in Valtellina. L’allestimento avrà luogo nella sala consiliare Centro Sociale in via Mortirolo 3 a Mazzo di Valtellina. La mostra è aperta dal 15 novembre al 15 dicembre 2018. Da lunedì a venerdì ore 09.00-16.00, sabato ore 15.00-17.00, domenica ore 10.00-12.00. Venerdì 16 novembre ore 20.30 presentazione mostra a cura del professor Fausto Gusmeroli. Informazioni e prenotazione visite guidate: +39 347 3150909.

Continua la lettura di Mazzo, mostra sul cambiamento climatico su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/attualita/mazzo-mostra-sul-cambiamento-climatico/feed/ 0
La Strada Provinciale del Lago riapre a senso unico alternato dopo la frana https://giornaledisondrio.it/attualita/la-strada-provinciale-del-lago-riapre-a-senso-unico-alternato-dopo-la-frana/ Mon, 12 Nov 2018 15:02:21 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45306 Arriva una buona notizia da Bellano. Tra circa mezz’ora, ovvero intorno alle 16.30 la Strada Provinciale del Lago riapre a senso unico alternato. Siamo parlando della Sp 72, chiusa da domenica 4 novembre a causa di una frana. La Strada Provinciale del Lago riapre a senso alternato dopo la frana La Provincia di Lecco ha infatti […]

Continua la lettura di La Strada Provinciale del Lago riapre a senso unico alternato dopo la frana su Giornale di Sondrio.

]]>
Arriva una buona notizia da Bellano. Tra circa mezz’ora, ovvero intorno alle 16.30 la Strada Provinciale del Lago riapre a senso unico alternato. Siamo parlando della Sp 72, chiusa da domenica 4 novembre a causa di una frana.

La Strada Provinciale del Lago riapre a senso alternato dopo la frana

La Provincia di Lecco ha infatti comunicato alle Amministrazioni comunali che la viabilità sull’importante arteria sarà i ripristinata anche se con un senso unico alternato  in località Tre Madonne.  “Sono stati eseguiti i primi importanti lavori per la messa in sicurezza del versante instabile – fanno sapere dal gruppo Bellano Guarda Avanti –  Ora si attende il reperimento dei fondi necessari per poi completare i lavori e riaprire in ambedue i sensi di marcia l’arteria viabilistica così strategica per il territorio”.

Continua la lettura di La Strada Provinciale del Lago riapre a senso unico alternato dopo la frana su Giornale di Sondrio.

]]>
Calcestruzzo e innovazione. Italcementi al GIC di Piacenza https://giornaledisondrio.it/casa/calcestruzzo-e-innovazione-italcementi-al-gic-di-piacenza/ Fri, 09 Nov 2018 15:46:09 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45309 Si respira aria di ottimismo in occasione delle Giornate Italiane del Calcestruzzo (GIC) a Piacenza Expo, in scena dall’8 al 10 novembre. La manifestazione fieristica – alla sua seconda edizione – ha aperto i battenti con 245 espositori e una serie di convegni dedicati agli operatori del settore.  Tra le aziende presenti, anche Italcementi che ha presentato le principali novità […]

Continua la lettura di Calcestruzzo e innovazione. Italcementi al GIC di Piacenza su Giornale di Sondrio.

]]>
Si respira aria di ottimismo in occasione delle Giornate Italiane del Calcestruzzo (GIC) a Piacenza Expo, in scena dall’8 al 10 novembre.
La manifestazione fieristica – alla sua seconda edizione – ha aperto i battenti con 245 espositori e una serie di convegni dedicati agli operatori del settore.  Tra le aziende presenti, anche Italcementi che ha presentato le principali novità di settore.
Nel video una sintesi della giornata.

Continua la lettura di Calcestruzzo e innovazione. Italcementi al GIC di Piacenza su Giornale di Sondrio.

]]>
Reddito di cittadinanza: a Sondrio sarebbero in pochi a riceverlo TUTTI I DATI https://giornaledisondrio.it/politica/reddito-di-cittadinanza-a-sondrio-sarebbero-in-pochi-a-riceverlo-tutti-i-dati/ https://giornaledisondrio.it/politica/reddito-di-cittadinanza-a-sondrio-sarebbero-in-pochi-a-riceverlo-tutti-i-dati/#respond Mon, 12 Nov 2018 15:40:37 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45301 Nella Provincia di Sondrio andrebbe a poco più del 3% delle famiglie… a Crotone a quasi una famiglia su tre. Stiamo parlando del reddito di cittadinanza. A dirlo è la classifica stilata dal Sole 24Ore relativa alla presenza, nelle varie province italiane, di famiglie con Isee ordinario inferiore ai 9mila euro che avrebbero quindi diritto al reddito […]

Continua la lettura di Reddito di cittadinanza: a Sondrio sarebbero in pochi a riceverlo TUTTI I DATI su Giornale di Sondrio.

]]>
Nella Provincia di Sondrio andrebbe a poco più del 3% delle famiglie… a Crotone a quasi una famiglia su tre. Stiamo parlando del reddito di cittadinanza. A dirlo è la classifica stilata dal Sole 24Ore relativa alla presenza, nelle varie province italiane, di famiglie con Isee ordinario inferiore ai 9mila euro che avrebbero quindi diritto al reddito di cittadinanza. Classifica che vede Sondrio  piazzata al 109° posto. Il nostro territorio risulta quindi essere tra quelli in cui le famiglie indigenti sono le meno numerose.

La misura di sostegno a Sondrio

Secondo i calcoli del più noto dei quotidiani economici a Sondrio potrebbero fare affidamento sulla misura circa 2600 famiglie, ovvero il 3,3%.

A chi andrà il reddito di cittadinanza?

Rispetto a  quanto annunciato M5S ad aver diritto al reddito di cittadinanza saranno le famiglie con Isee fino a 9.360 euro, ma i criteri potrebbero essere ancora rivisti. Il parametro che determinerà chi ha diritto all’assegno è proprio quello dell’Isee, e in base ai dati riportati verrà pagato un assegno che può raggiungere la cifra massima di 780 euro.

Ecco la “classifica”

Ecco l’info grafica realizzata dal Sole.

(Fonte: elaborazione del Sole 24 Ore su dati “Il nuovo Isee. Rapporto di monitoraggio 2016”, ministero del Lavoro, e Istat).

 

Divario tra nord e sud

Le prime dieci posizioni in classifica, ovvero i territori dove il reddito di cittadinanza avrà un “peso specifico” maggiore sono tutti al sud. Di contrasto gli “ultimi”, tra i quali ci siamo anche noi lecchesi, sono tutti al nord. “Queste cifre – sottolinea il quotidiano economico – vanno rapportate agli abitanti. Se a Napoli e Palermo l’incidenza supera il ­20% delle famiglie residenti, a Torino e Roma è intorno al 9%, mentre a Milano non arriva al 7 per cento”. In pratica se prendiamo  100 le famiglie con i requisiti d’ammissione, 48,6 sono al Sud e nelle Isole, 19 al centro e 32,4 al Nord.

Leggi anche:  A Lecco tutti di corsa… per costruire l’oratorio FOTO

E i nostri vicini di casa?

Anche a Como e Lecco, sempre in proporzione al numero totale dei residenti, la misura non andrà a favorire molte famiglie. 11mila circa a nel Comasco e 6000 nel Lecchese. Anche Bergamo e Monza Brianzasono in fondo  a questa particolare classifica, anche se precedono il nostro territorio. Sono praticamente appaiate in posizione 100 e 101.

In Lombardia

Tra le province della nostra regione  quella con più famiglie che avrebbero diritto all’erogazione è Brescia, al 52º posto della classifica (8,2%), seguita da Mantova al 64º (7.6%), da Lodi all’83º (6,9%), da Milano all’86º (6,7%) e da Pavia al 91º (6,5%).

Continua la lettura di Reddito di cittadinanza: a Sondrio sarebbero in pochi a riceverlo TUTTI I DATI su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/politica/reddito-di-cittadinanza-a-sondrio-sarebbero-in-pochi-a-riceverlo-tutti-i-dati/feed/ 0
Tennis Tavolo, il Csi Morbegno in testa https://giornaledisondrio.it/sport/tennis-tavolo-il-csi-morbegno-in-testa/ https://giornaledisondrio.it/sport/tennis-tavolo-il-csi-morbegno-in-testa/#respond Mon, 12 Nov 2018 13:29:19 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45290 Vittoria casalinga non scontata per i ragazzi della serie D3 (Como-Lecco-Sondrio) sabato 10 nella palestra in via Ambrosetti a Morbegno contro la formazione del TT Abbadia Lariana: 5 a 4 per i padroni di casa con un superlativo Luca Nava (tre punti su tre), Nicolas Callina (un punto) e Cosmo Matozzo (un punto). La formazione […]

Continua la lettura di Tennis Tavolo, il Csi Morbegno in testa su Giornale di Sondrio.

]]>
Vittoria casalinga non scontata per i ragazzi della serie D3 (Como-Lecco-Sondrio) sabato 10 nella palestra in via Ambrosetti a Morbegno contro la formazione del TT Abbadia Lariana: 5 a 4 per i padroni di casa con un superlativo Luca Nava (tre punti su tre), Nicolas Callina (un punto) e Cosmo Matozzo (un punto). La formazione del G.S. CSI Morbegno ora è prima in solitaria nella classifica del girone con 6 punti.

Tennis Tavolo, le valtellinesi in campionato

Altra sconfitta, questa volta pesante, per la squadra della D1 (girone C) in trasferta a Monguzzo (CO): 5 a 2 per i padroni di casa dell’U.S. Villa Romanò, I due punti della bandiera sono stati siglati da Antonio Carganico e Francesco Acquistapace. Ora in classifica i diavoli rossi, dopo quattro giornate, condividono l’ultimo posto con il TT Lambrugo. Chi sorride invece è il TT Cosio Valtellino che grazie alla vittoria per 5 a 2 conto il TT Abbadia Lariana (3 punti di Luigi Acquistapace, uno a testa per Diego Cornaggia e Alan Orsingher) conduce la classifica con 6 punti insieme ad ASD Canottieri Lecco.

Il calendario gare prevede per il 24 novembre il turno di riposo per la squadra del G.S. CSI Morbegno in D3, mentre in serie D1 sarà derby tra TT Cosio Valtellino e G.S. CSI Morbegno.

Continua la lettura di Tennis Tavolo, il Csi Morbegno in testa su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/sport/tennis-tavolo-il-csi-morbegno-in-testa/feed/ 0
Statale 36, incidente con “mistero” a Chiavenna https://giornaledisondrio.it/cronaca/statale-36-incidente-con-mistero-a-chiavenna/ https://giornaledisondrio.it/cronaca/statale-36-incidente-con-mistero-a-chiavenna/#comments Sun, 11 Nov 2018 15:09:45 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45237 Statale 36, incidente con “mistero” a Chiavenna, Provincia di Sondrio. Incidente a Chiavenna Una Fiat Punto è andata a finire contro le barriere che delimitano la strada in via Consoli Chiavenna. L’allarme è scattato poco dopo l’una di questa notte ma quando i soccorsi sono arrivati sul posto insieme ai Carabinieri, non c’era traccia del conducente […]

Continua la lettura di Statale 36, incidente con “mistero” a Chiavenna su Giornale di Sondrio.

]]>
Statale 36, incidente con “mistero” a Chiavenna, Provincia di Sondrio.

Incidente a Chiavenna

Una Fiat Punto è andata a finire contro le barriere che delimitano la strada in via Consoli Chiavenna. L’allarme è scattato poco dopo l’una di questa notte ma quando i soccorsi sono arrivati sul posto insieme ai Carabinieri, non c’era traccia del conducente della macchina. Sono in corso indagini per stabilire l’esatta dinamica dell’incidente e per risalire al proprietario della vettura e chi fosse al volante.

LEGGI ANCHE: Telecamere e bodycam in Valchiavenna

Continua la lettura di Statale 36, incidente con “mistero” a Chiavenna su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/cronaca/statale-36-incidente-con-mistero-a-chiavenna/feed/ 1
Proiettile vagante ferisce uomo per strada, è grave https://giornaledisondrio.it/cronaca/proiettile-vagante-ferisce-uomo-per-strada-e-grave/ https://giornaledisondrio.it/cronaca/proiettile-vagante-ferisce-uomo-per-strada-e-grave/#respond Mon, 12 Nov 2018 06:56:33 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45248 E’ grave il bresciano di 71 anni che ieri è stato colpito da un proiettile vagante mentre si trovava sulla strada a Corteno Golgi, in Alta Vallecamonica, non distante da Aprica. Colpito da proiettile vagante L’allarme è scattato intorno alle 15.30 nella frazione di Santicolo. L’uomo si è accorto di essere stato colpito solo dopo […]

Continua la lettura di Proiettile vagante ferisce uomo per strada, è grave su Giornale di Sondrio.

]]>
E’ grave il bresciano di 71 anni che ieri è stato colpito da un proiettile vagante mentre si trovava sulla strada a Corteno Golgi, in Alta Vallecamonica, non distante da Aprica.

Colpito da proiettile vagante

L’allarme è scattato intorno alle 15.30 nella frazione di Santicolo. L’uomo si è accorto di essere stato colpito solo dopo aver notato il sangue che cadeva dalla ferita avvenuta all’altezza del fondo schiena. Immediana la chiamata ai soccorsi da parte della donna che era con lui. Il ferito è stato caricato sull’eliambulanza e trasportato d’urgenza all’ospedale di Brescia dove è stato ricoverato in gravi condizioni. Ora la vicenda è in mano ai Carabinieri di Edolo e Breno, spetterà loro fare chiarezza sul proiettile, di quelli utilizzati per la caccia agli ungulati, che ha colpito l’anziano. Intanto la Procura ha aperto un fascicolo contro ignoti.

LEGGI ANCHE: Trovato in strada in gravi condizioni, 32enne muore a Chiavenna

Continua la lettura di Proiettile vagante ferisce uomo per strada, è grave su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/cronaca/proiettile-vagante-ferisce-uomo-per-strada-e-grave/feed/ 0
Il Sessantotto in mostra a Sondrio https://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/il-sessantotto-in-mostra-a-sondrio/ https://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/il-sessantotto-in-mostra-a-sondrio/#respond Mon, 12 Nov 2018 13:25:33 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45277 “Vogliamo tutto: 1968-2018”. È questo il titolo della mostra promossa dall’Ufficio Scolastico Territoriale di Sondrio in collaborazione con il Centro culturale Don Giovanni Minzoni presso l’Istituto paritario “Pio XII” di via Giosuè Carducci a Sondrio. “Vogliamo tutto: 1968-2018” L’inaugurazione ufficiale si terrà il 14 novembre alle ore 17.00 e la mostra sarà aperta fino al […]

Continua la lettura di Il Sessantotto in mostra a Sondrio su Giornale di Sondrio.

]]>
“Vogliamo tutto: 1968-2018”. È questo il titolo della mostra promossa dall’Ufficio Scolastico Territoriale di Sondrio in collaborazione con il Centro culturale Don Giovanni Minzoni presso l’Istituto paritario “Pio XII” di via Giosuè Carducci a Sondrio.

“Vogliamo tutto: 1968-2018”

L’inaugurazione ufficiale si terrà il 14 novembre alle ore 17.00 e la mostra sarà aperta fino al 22 novembre.  Nel capoluogo valtellinese approda dunque l’esposizione realizzata in occasione della manifestazione “Meeting per l’Amicizia fra i popoli” 2018, a cura di Andrea Avveduto, Maria Bocci, Pietro Bongiolatti, Edoardo Bressan, Marta Busani, Francesco Magni, Luca Pesenti e Paolo Valvo. La mostra, che si snoda attraverso 41 pannelli illustrativi suddivisi in 5 sezioni tematiche corredate da supporti audiovisivi, nasce dal desiderio di un gruppo di studenti universitari accompagnati da docenti, ricercatori e insegnanti delle scuole secondarie, di approfondire un momento decisivo della storia del Novecento, il Sessantotto che, a distanza di cinquant’anni, rischia di rimanere un “mito” fondativo della società contemporanea (negativo o positivo che sia), senza che se ne comprenda la reale portata storica.

LEGGI ANCHE: “Italia 70 10 anni di Piombo”, lo spunto viene da Sondrio

Continua la lettura di Il Sessantotto in mostra a Sondrio su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/il-sessantotto-in-mostra-a-sondrio/feed/ 0
Trovato in strada in gravi condizioni, 32enne muore a Chiavenna https://giornaledisondrio.it/cronaca/trovato-in-gravi-condizioni-32enne-muore-a-chiavenna/ https://giornaledisondrio.it/cronaca/trovato-in-gravi-condizioni-32enne-muore-a-chiavenna/#respond Mon, 12 Nov 2018 06:30:44 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45245 Un 32enne è morto ieri, 11 novembre 2018, a Chiavenna, provincia di Sondrio. Sulla sua morte, avvenuta in ospedale, ci sono molti dubbi e tutto è ancora da chiarire. Valchiavennasco trovato in gravi condizioni L’uomo di Samolaco è stato portato in ospedale dopo che alcuni passanti lo hanno trovato già in gravi condizioni in una […]

Continua la lettura di Trovato in strada in gravi condizioni, 32enne muore a Chiavenna su Giornale di Sondrio.

]]>
Un 32enne è morto ieri, 11 novembre 2018, a Chiavenna, provincia di Sondrio. Sulla sua morte, avvenuta in ospedale, ci sono molti dubbi e tutto è ancora da chiarire.

Valchiavennasco trovato in gravi condizioni

L’uomo di Samolaco è stato portato in ospedale dopo che alcuni passanti lo hanno trovato già in gravi condizioni in una strada del centro. Dopo il ricovero però il valtellinese, C. G., queste le iniziali, è deceduto. Spetterà ora i Carabinieri a ricostruire la vicenda tramite gli accertamenti in corso.

seguiranno agiornamenti

LEGGI ANCHE: Statale 36, incidente con “mistero” a Chiavenna

Continua la lettura di Trovato in strada in gravi condizioni, 32enne muore a Chiavenna su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/cronaca/trovato-in-gravi-condizioni-32enne-muore-a-chiavenna/feed/ 0
La stampa tedesca alla scoperta di prodotti e territorio valtellinese https://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/la-stampa-tedesca-alla-scoperta-di-prodotti-e-territorio-valtellinese/ https://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/la-stampa-tedesca-alla-scoperta-di-prodotti-e-territorio-valtellinese/#respond Mon, 12 Nov 2018 13:31:41 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45291 Un weekend alla scoperta della Valtellina e delle sue prelibatezze per la stampa tedesca. Un tour enogastronomico, organizzato nell’ambito del progetto Taste The Alps, ha portato infatti i giornalisti di alcune tra le principali testate lifestyle e food a conoscere da vicino le eccellenze del territorio. La stampa tedesca scopre la Valtellina del gusto Degustazioni […]

Continua la lettura di La stampa tedesca alla scoperta di prodotti e territorio valtellinese su Giornale di Sondrio.

]]>
Un weekend alla scoperta della Valtellina e delle sue prelibatezze per la stampa tedesca. Un tour enogastronomico, organizzato nell’ambito del progetto Taste The Alps, ha portato infatti i giornalisti di alcune tra le principali testate lifestyle e food a conoscere da vicino le eccellenze del territorio.

La stampa tedesca scopre la Valtellina del gusto

Degustazioni di Bresaola della Valtellina IGP, formaggi, mele e non solo: l’educational tour tedesco ha permesso di approfondire direttamente la conoscenza produzione delle eccellenze enogastronomiche locali facendo visita ai produttori in loco, grazie al supporto del Distretto Agroalimentare di Qualità della Valtellina “Valtellina Che Gusto!” e dei Consorzi di tutela. Alcune aziende vinicole locali hanno accolto i giornalisti tedeschi guidandoli in un wine-tour 100% Valtellinese, tra i vini Rosso di Valtellina Doc, Valtellina Superiore DOCG, Sforzato di Valtellina DOCG e Alpi Retiche IGP.

E dopo il gusto i… panorami

Per concludere in bellezza, l’ultima giornata è stata caratterizzata dalla visita dei terrazzamenti dei vitigni valtellinesi: un panorama unico che ha emozionato i giornalisti tedeschi prima di un pranzo a base di ingredienti a chilometro zero.

 

Continua la lettura di La stampa tedesca alla scoperta di prodotti e territorio valtellinese su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/la-stampa-tedesca-alla-scoperta-di-prodotti-e-territorio-valtellinese/feed/ 0
Acel Energie: da oggi cambia la bolletta https://giornaledisondrio.it/attualita/acel-energie-da-oggi-cambia-la-bolletta/ https://giornaledisondrio.it/attualita/acel-energie-da-oggi-cambia-la-bolletta/#respond Mon, 12 Nov 2018 13:25:42 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45281 Acel Energie – società nata dalla fusione tra Aevv Energie e Acel Service – informa tutti i propri clienti che a partire da oggi, lunedì 12 novembre, ci saranno alcune novità anche per quel che riguarda la bolletta. Le tre novità di Acel Energie Sono tre le novità per i consumatori. La prima riguarda una veste […]

Continua la lettura di Acel Energie: da oggi cambia la bolletta su Giornale di Sondrio.

]]>
Acel Energie – società nata dalla fusione tra Aevv Energie e Acel Service – informa tutti i propri clienti che a partire da oggi, lunedì 12 novembre, ci saranno alcune novità anche per quel che riguarda la bolletta.

Le tre novità di Acel Energie

Sono tre le novità per i consumatori. La prima riguarda una veste grafica nuova, più chiara e di facile lettura per le bollette, sia gas che energia elettrica, C’è inoltre una nuova area riservata sul sito, con funzioni più avanzate che consentiranno di gestire in tutta comodità diversi aspetti delle proprie forniture di luce e gas (verificarne lo stato, consultare le bollette emesse, effettuare le autoletture, attivare la bolletta online e molto altro ancora). Infine, è pronta una APP dedicata alla gestione dei propri contratti.

La parole dell’amministratore delegato Casartelli

“L’aggregazione di Acel Service di Lecco e Aevv Energie di Sondrio si sta sviluppando – spiega l’amministratore di Acel Energie Maurizio Casartelli – L’integrazione dei sistemi informatici di gestione clienti ne è una tappa fondamentale”. La nuova società, infatti, che oggi conta oltre 110 mila clienti, sta portando avanti un articolato processo di adeguamento di tutte le prassi amministrative e gestionali cercando nel contempo di limitare al minimo l’impatto sulla clientela. “Potrà verificarsi qualche piccolo ritardo o disguido, come è normale con operazioni di tale portata – prosegue Casartelli – Ad esempio nei tempi di emissione delle bollette, ma contiamo che le novità che stiamo preparando sappiano compensare questi piccoli disagi”.

Ecco cosa deve fare il consumatore

Acel Energie informa inoltre che per motivi tecnici sarà necessario registrarsi al nuovo portale attraverso una semplice procedura on line accedendo al sito www.aevvenergie.it. Procedura necessaria anche per i clienti già registrati sul vecchio portale. Gli uffici in Provincia sono a completa disposizione dei clienti per qualsiasi necessità, così come i due numeri verdi:

• per il Mercato Libero GAS ed ENERGIA ELETTRICA il numero verde 800 822 034
• per il Mercato di Maggior Tutela ENERGIA ELETTRICA il numero verde 800 020 170

Continua la lettura di Acel Energie: da oggi cambia la bolletta su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/attualita/acel-energie-da-oggi-cambia-la-bolletta/feed/ 0
Società Storica Valtellinese, nuove cariche https://giornaledisondrio.it/attualita/societa-storica-valtellinese-nuove-cariche/ https://giornaledisondrio.it/attualita/societa-storica-valtellinese-nuove-cariche/#respond Mon, 12 Nov 2018 13:18:25 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45279 Grande rinnovamento. Società Storica Valtellinese, nuove cariche Il consiglio della Società Storica Valtellinese, riunito a Sondrio, ha proceduto al rinnovo delle cariche sociali. Dopo avere preso atto con rammarico delle indisponibilità della presidente, della segretaria e della vicesegretaria uscenti (Augusta Corbellini, Franca Prandi e Aurora Carugo) per un nuovo mandato, dopo un articolato scambio di […]

Continua la lettura di Società Storica Valtellinese, nuove cariche su Giornale di Sondrio.

]]>
Grande rinnovamento.

Società Storica Valtellinese, nuove cariche

Il consiglio della Società Storica Valtellinese, riunito a Sondrio, ha proceduto al rinnovo delle cariche sociali. Dopo avere preso atto con rammarico delle indisponibilità della presidente, della segretaria e della vicesegretaria uscenti (Augusta Corbellini, Franca Prandi e Aurora Carugo) per un nuovo mandato, dopo un articolato scambio di opinioni ha proceduto alle nomine. Alla carica di presidente è stato eletto Bruno Ciapponi Landi, a quella di vicepresidente il professor Massimo Della Misericordia, segretaria è stata nominata la dottoressa Francesca Bormetti e vicesegretaria la professoressa Franca Prandi. Il consiglio ha infine acclamato presidente emerita la professoressa Augusta Corbellini per la qualità dell’impegno e la dedizione dimostrata nei 12 anni in cui è stata alla guida del sodalizio.

Continua la lettura di Società Storica Valtellinese, nuove cariche su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/attualita/societa-storica-valtellinese-nuove-cariche/feed/ 0
Negozi Storici 2018, ecco i premiati per la Provincia di Sondrio https://giornaledisondrio.it/attualita/negozi-storici-2018-ecco-i-premiati-per-la-provincia-di-sondrio/ https://giornaledisondrio.it/attualita/negozi-storici-2018-ecco-i-premiati-per-la-provincia-di-sondrio/#respond Mon, 12 Nov 2018 13:05:41 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45272 Sono cinque in Provincia di Sondrio i Negozi Storici 2018 che verranno premiati da Regione Lombardia. Negozi Storici 2018 per la Provincia di Sondrio Ecco quali sono: a Cosio Valtellino, Elettrodomestici Martinalli aperto nel 1966; a Sondrio, Abbigliamento Sandra inaugurato nel 1964; La Tabaccheria Edicola di Ronchi Laura aperta nel 1942; a Valfurva, il Bar […]

Continua la lettura di Negozi Storici 2018, ecco i premiati per la Provincia di Sondrio su Giornale di Sondrio.

]]>
Sono cinque in Provincia di Sondrio i Negozi Storici 2018 che verranno premiati da Regione Lombardia.

Negozi Storici 2018 per la Provincia di Sondrio

Ecco quali sono: a Cosio Valtellino, Elettrodomestici Martinalli aperto nel 1966; a Sondrio, Abbigliamento Sandra inaugurato nel 1964; La Tabaccheria Edicola di Ronchi Laura aperta nel 1942; a Valfurva, il Bar Pozzi la cui apertura risale addirittura al 1910; a Villa di Chiavenna, il Ristorante Lanterna Verde del 1967.  Alla cerimonia di premiazione, martedì 13 novembre 2018, sarà presente l’assessore allo Sviluppo economico Alessandro Mattinzoli, interverranno anche: Simonpaolo Buongiardino, vicepresidente Confcommercio Lombardia, e Gianni Rebecchi, presidente Confesercenti Lombardia.

Tradizione e innovazione

“Questo è un anno record – evidenzia l’assessore Mattinzoli -, con 132 negozi premiati e un intero distretto, come quello di Busto Arsizio: siamo contenti di superare i numeri delle precedenti edizioni”. E’ il segno che puntare sulla tradizione è fondamentale per
costruire il futuro, è il segno che tradizione e innovazione procedono molto bene insieme”. “Attraverso il passaggio generazionale, attraverso la capacità di saper coniugare l”evoluzione con il valore storico si possono vincere anche le sfide peggiori, come la crisi appena passata” prosegue Mattinzoli.

Valore sociale delle attività

“Infine, un dato importante è il alore sociale che queste attività innescano nei nostri centri storici e nei quartieri delle nostre città, contro la desertificazione che genera abbandono e insicurezza – conclude l’assessore regionale -. Regione Lombardia, con il presidente Attilio Fontana, ancora una volta dimostra attenzione verso le nostre realtà produttive che hanno saputo tramandare il proprio sapere e il proprio saper fare”.

LEGGI ANCHE: Chiude l’ultimo negozio di arrotino

Continua la lettura di Negozi Storici 2018, ecco i premiati per la Provincia di Sondrio su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/attualita/negozi-storici-2018-ecco-i-premiati-per-la-provincia-di-sondrio/feed/ 0
Disservizi sui treni: i sindaci convocano un’assemblea pubblica https://giornaledisondrio.it/cronaca/disservizi-sui-treni-della-bitta-convoca-unassemblea-pubblica/ https://giornaledisondrio.it/cronaca/disservizi-sui-treni-della-bitta-convoca-unassemblea-pubblica/#respond Mon, 12 Nov 2018 12:56:21 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45268 Domani, martedì 13 novembre ore 18, presso la Sala Consiglio del Comune di Chiavenna, incontro pubblico degli amministratori con studenti, genitori, pendolari. I sindaci a Trenord: “Disservizi vergognosi non più tollerabili”. Disservizi inaccettabili La convocazione arriva subito dopo l’ennesima giornata di passione vissuta da studenti e pendolari: “Risulta persino difficile trovare le parole per esternare […]

Continua la lettura di Disservizi sui treni: i sindaci convocano un’assemblea pubblica su Giornale di Sondrio.

]]>
Domani, martedì 13 novembre ore 18, presso la Sala Consiglio del Comune di Chiavenna, incontro pubblico degli amministratori con studenti, genitori, pendolari. I sindaci a Trenord: “Disservizi vergognosi non più tollerabili”.

Disservizi inaccettabili

La convocazione arriva subito dopo l’ennesima giornata di passione vissuta da studenti e pendolari: “Risulta persino difficile trovare le parole per esternare rabbia e delusione – spiega Luca Della Bitta, sindaco di Chiavenna, a nome di tutti gli amministratori della valle – per interpretare i sentimenti di sfiducia e di rassegnazione dei nostri cittadini per una situazione che da tempo denunciamo come intollerabile. Davvero contiamo così poco per Trenord? Come può un’azienda che svolge un servizio pubblico calpestare i diritti dei propri utenti che pagano? Ignorarli a tal punto da negare loro quantomeno una spiegazione agli ormai ordinari disservizi? Quanto sta avvenendo è vergognoso e noi amministratori, con i nostri cittadini, ci sentiamo presi in giro. Ancora una volta, l’ennesima, stamattina sono stati cancellati tutti i treni sulla Colico-Chiavenna e l’unico bus sostitutivo si è rivelato insufficiente a garantire un servizio decente”.

“Le parole non ci interessano più”

“Qui non sono in gioco i diritti, seppure altrettanto legittimi, di chi viaggia per piacere – prosegue il sindaco – bensì gli impegni di pendolari che ogni giorno utilizzano il treno per svolgere il proprio lavoro o per seguire le lezioni: adulti e ragazzi che semplicemente pretendono efficienza e puntualità e, nel caso di inconvenienti, vorrebbero essere informati. Le nostre richieste sono eccessive? Trenord ce lo dica, invece di promettere e non mantenere. Ne abbiamo abbastanza di incontri e di rassicurazioni: le parole non ci interessano più. Ora vogliamo fatti. Pretendiamo un cambiamento drastico che garantisca alla Valchiavenna e ai pendolari nulla di più di quello per cui pagano: un servizio efficiente, la certezza di arrivare puntuali”.

La pazienza è finita

“La situazione ormai è paradossale. Pendolari e studenti che si svegliano all’alba e raggiungono una delle stazioni sulla linea Colico-Chiavenna senza sapere se il treno arriverà, se sarà puntuale o se l’eventuale servizio sostitutivo garantirà loro un posto a sedere. E i genitori che, dopo aver pagato l’abbonamento ferroviario per i figli, devono lasciare all’improvviso i loro impegni per accompagnarli in auto a scuola spendendo altri soldi. A Milano si rendono conto dei problemi che causano alle famiglie? Come rappresentanti degli enti pubblici valchiavennaschi, per conto dei nostri cittadini, non siamo più disposti a tollerare altri clamorosi disservizi che sottendono alla mancanza di rispetto di un’azienda, per di più partecipata da enti pubblici, che deve attenzione ai suoi utenti”.

Continua la lettura di Disservizi sui treni: i sindaci convocano un’assemblea pubblica su Giornale di Sondrio.

]]>
https://giornaledisondrio.it/cronaca/disservizi-sui-treni-della-bitta-convoca-unassemblea-pubblica/feed/ 0
Incidente sul lavoro a San Siro: paura per un operaio FOTO https://giornaledisondrio.it/cronaca/incidente-sul-lavoro-a-san-siro-paura-per-un-operaio/ Mon, 12 Nov 2018 09:44:41 +0000 https://giornaledisondrio.it/?p=45257 Questa mattina, lunedì 12 novembre, intorno alle 10 c’è stato un incidente sul lavoro a San Siro lungo la Statale Regina. Incidente sul lavoro a San Siro Secondo le prime informazioni un pilastro di cemento sarebbe caduto sopra al veicolo dove stava lavorando un operaio. L’uomo, rimasto incastrato, è stato liberato grazie all’intervento dei Vigili […]

Continua la lettura di Incidente sul lavoro a San Siro: paura per un operaio FOTO su Giornale di Sondrio.

]]>
Questa mattina, lunedì 12 novembre, intorno alle 10 c’è stato un incidente sul lavoro a San Siro lungo la Statale Regina.

Incidente sul lavoro a San Siro

Secondo le prime informazioni un pilastro di cemento sarebbe caduto sopra al veicolo dove stava lavorando un operaio. L’uomo, rimasto incastrato, è stato liberato grazie all’intervento dei Vigili del fuoco e successivamente soccorso dai sanitari. Per lui un grandissimo spavento ma non sarebbe in pericolo di vita. E’ stato trasportato all’ospedale in codice giallo con delle fratture alle gambe dalla Cri di Menaggio. Sul posto anche i Carabinieri di Menaggio a cui spetterà ricostruire la dinamica dell’accaduto. Allertata anche l’Ats della Montagna.

Continua la lettura di Incidente sul lavoro a San Siro: paura per un operaio FOTO su Giornale di Sondrio.

]]>