Il Consiglio Regionale Lombardo ha approvato oggi il Progetto di Legge Semplificazione contenente un emendamento proposto dal consigliere leghista Simona Pedrazzi relativo alle disposizioni sulle Associazioni Fondiarie.

Associazioni Fondiarie, ecco che cosa fanno

Le AsFo, garantendo una gestione associata delle piccole proprietà terriere tra i vari proprietari, permettono di poter pianificarne l’amministrazione, il mantenimento e il miglioramento delle proprietà conferite nell’associazione stessa. Inoltre, utilizzando sopratutto manodopera locale disoccupata o i partecipanti ai corsi di formazione del settore agrosilvopastorale, forniscono un’occasione in più per avvicinare anche i giovani ad un settore molto rilevante per il territorio e contrastarne, al tempo stesso, il fenomeno dell’abbandono e dell’incuria.

Associazioni Fondiarie, il commento di Simona Pedrazzi

“Grazie a questo provvedimento – spiega Simona Pedrazzi – le AsFo potranno acquisire personalità giuridica attraverso l’iscrizione nel Registro Regionale delle persone giuridiche private e beneficiare, di conseguenza, dei finanziamenti previsti dai bandi regionali, incrementando la valorizzazione e la redditività delle aree rurali, dell’occupazione e del generale incremento produttivo. Questo provvedimento potrebbe risultare molto utile per poter ottenere i finanziamenti necessari alla sistemazione e riqualificazione dei muretti a secco, che rappresentano ben 2500 chilometridi patrimonio dell’Unesco. E’ mia intenzione promuovere nei prossimi giorni dei tavoli di lavoro sul  territorio, a partire dal coinvolgimento delle cinque comunità montane, per far conoscere tutte le potenzialità legate a questa norma”.