“Autonomia come Trento e Bolzano? Serve una riforma costituzionale”. Lo sostiene il senatore leghista Jonny Crosio che interviene nel dibattito nato dopo la proposta di Del Barba.

Autonomia come Trento e Bolzano: occasione persa

“Chi parla di autonomia della provincia di Sondrio senza essersi mai impegnato per ottenerla fa un po’ di confusione e crea nella gente false speranze” Esordisce così Jonny Crosio riferendosi alla replica di Mauro Del Barba al suo commento alla proposta del senatore Pd di Morbegno. E aggiunge: “A che autonomia si aspira? Se per autonomia intendiamo quella di Trento e Bolzano è opportuno chiarire che non c’è altra via per ottenerla che la riforma costituzionale. Lo speciale status delle due province è scritto nella Costituzione. Questo è il motivo per il quale nel 2016 avevo presentato un emendamento  durante la discussione in Senato della riforma costituzionale. Quella era l’occasione, l’unica che si sia mai presentata. Noi della Lega Nord abbiamo cercato di sfruttarla, purtroppo senza avere i voti necessari. Il resto è noto: la riforma costituzionale è stata bocciata dagli elettori al referendum del 4 dicembre”.

Leggi anche:  Comuni Confinanti, a Roma l'incontro del Comitato paritetico con il ministro Boccia

Cosa fare ora?

Crosio conclude: “Quando si ripresenterà un’occasione analoga? Difficile prevederlo. Vogliamo quindi accontentarci di altre forme di autonomia? Di un’autonomia a metà? Quello che invece potremmo fare subito è cancellare la disastrosa legge Delrio approvando il disegno di legge che ho presentato in Senato insieme ai colleghi della Lega Nord. Serve per reintrodurre l’elezione diretta del presidente della Provincia e per riorganizzare le competenze delle Prefetture. È già depositato, basta votarlo”.