Maggiori informazioni, ma nessun bisogno di ordinanze da parte dei sindaci sul blocco dei veicoli Diesel euro 3. E’ quanto emerso oggi in Regione dopo un’interrogazione presentata dal brianzolo Andrea Monti, vicecapogruppo della Lega in Consiglio.

Dubbi e incertezze

“Il tema dei Diesel euro 3 è importante e purtroppo c’è ancora molta confusione, non soltanto fra i cittadini ma anche fra gli amministratori locali lombardi -ha osservato Monti – Ho voluto far luce sulla questione, perché al momento non c’è chiarezza nemmeno fra i Comuni lombardi sull’applicazione del blocco in vigore da inizio mese”.

Sindaci disorientati

Alcuni sindaci in questi giorni hanno infatti sollevato dubbi, sostenendo che per l’effettiva attivazione delle limitazioni fosse necessaria un’apposita ordinanza sui diesel euro 3 firmata dai primi cittadini dei Comuni interessati.

“Oggi la Giunta regionale ha chiarito che le limitazioni sono in vigore a prescindere da eventuali ordinanze o dalla volontà dei singoli sindaci. È opportuno specificarlo, perché risulta evidente che questa situazione potrebbe generare confusione fra i cittadini lombardi che magari, ascoltando le parole dei propri amministratori locali di riferimento, potrebbero comunque ritrovarsi a dover pagare multe salate”, ha aggiunto Monti.

Sindaci “obiettori di coscienza”

Chiaro il riferimento al caso di Abbiategrasso, dove il sindaco Cesare Francesco Nai nei giorni scorsi ha espressamente dichiarato che non applicherà le limitazioni. “E’ bene quindi che anche gli abitanti di questo Comune sappiano che, a prescindere dalle intenzioni espresse dal loro primo cittadino, sono comunque passibili di sanzioni”, ha sottolineato ancora il consigliere di maggioranza.

Leggi anche:  Aggressioni sui treni, Fragomeli chiede a Salvini una task force sui convogli lombardi

Campagna informativa

La Giunta, per bocca del consigliere con delega a Rigenerazione e sviluppo area Expo, Fabio Altitonante, ha rassicurato circa l’avvio di una campagna informativa maggiormente capillare.

“Questa è una notizia molto positiva, proprio per evitare che ci si verifichino situazioni spiacevoli per i lombardi – ha osservato il Monti – In questa direzione si è mosso bene il sindaco di Vigevano, che ha fornito indicazioni puntuali e precise attraverso moduli ai suoi concittadini sulle deroghe previste dalla legge, specie per quanto riguarda artigiani e commercianti”.

Deroghe e soluzioni

Proprio sulle deroghe, Monti confida in novità: “Confido che queste azioni siano poste in essere il prima possibile e a titolo personale auspico che vengano messe in atto soluzioni che consentano deroghe a maglie più larghe per coloro che hanno un’attività produttiva e per le fasce di popolazione più deboli, come ad esempio gli anziani”.

Proprio il consigliere della Lega nei giorni aveva sollecitato apertamente l’assessore all’Ambiente, Raffaele Cattaneo “a mantenere le promesse sulle deroghe.

LEGGI ANCHE: 

E’ arrivato il giorno dello stop ai diesel euro 3 TUTTE LE INDICAZIONI

Stop ai diesel euro 3: chieste multe minime per chi… sgarra