Si chiama Benedetta Rinaldi, ha 35 anni, due lauree ed è candidata nella lista di Europa Verde. E anche se da tempo vive a Milano, ha profondi legami con la Valtellina.

Ecco chi è la candidata valtellinese di Europa Verde

“Sono nata a Tirano e ho vissuto a Sernio fino ai 19 anni, quando mi sono trasferita a Milano per studiare Storia – si racconta Benedetta Rinaldi – A 21 anni ho avuto la splendida occasione di andare a studiare a Berlino, grazie all’Erasmus, programma di scambio europeo dedicato agli studenti universitari. Nel 2014 ho preso una seconda laurea in Scienze politiche. Recentemente, con l’associazione culturale che ho fondato con alcuni amici, ho iniziato a lavorare per approfondire e divulgare episodi della storia della nostra provincia. Credo nell’importanza dello studio e della conoscenza. Per questo mi candido con Europa Verde: i cambiamenti climatici sono una realtà, gli scienziati ce lo confermano e abbiamo modo di vederlo anche noi, anche nella nostra quotidianità. I fenomeni meteorologici estremi sono aumentati negli ultimi anni e i nostri agricoltori lo possono confermare. I nostri ghiacciai si stanno ritirando. Non abbiamo tempo da perdere”.

La proposta politica di Europa Verde

“La nostra candidata alla Presidenza della Commissione Europea, Ska Keller, ha 37 anni ed è una giovane donna con le idee molto chiare e che non lascerà spazio ai compromessi di comodo di chi anziché interessarsi a risolvere i problemi di tutti continuerà a guardare solo ai proprio interessi economici – prosegue – I giovani sono con noi. Ogni venerdì scendono in piazza e scioperano per il clima, al grido di “Cambiamo il sistema, non il clima”. Seguono l’esempio di Greta Thunberg, la ragazza svedese di 16 anni che per prima ha lanciato questo allarme e ha chiesto ai potenti del mondo di fare qualcosa, di assumersi le responsabilità del collasso verso cui ci stanno portando. In ballo c’è il futuro di tutti, ma soprattutto quello dei più giovani, che oggi più che mai sembra senza speranza. Le ragazze e i ragazzi di tutto il mondo si rendono conto che l’emergenza climatica è reale e che è l’unica vera emergenza di cui ora dovremmo interessarci. Perché se non invertiamo in fretta la rotta, presto (gli esperti dicono in 11 anni) saremo a un punto di non ritorno”.

Leggi anche:  Due risse per strada, notte agitata a Tirano SIRENE DI NOTTE

L’appello agli elettori

Benedetta Rinaldi conclude rivolgendosi direttamente a chi il 26 maggio andrà alle urne per il rinnovo del Parlamento europeo: “Abbiamo la straordinaria opportunità oggi di mettere in moto una grande rivoluzione verde che possa darci anche una migliore qualità della vita. Mettete da parte il cinismo e guardate ai vostri figli e ai vostri nipoti: loro non possono votare, voi invece sì. Scegliete il futuro”.