E’ terminata con il raggiungimento di 750 firme la raccolta delle sottoscrizioni necessarie per presentare la candidatura alle elezioni regionali di Matteo Oreggioni e della lecchese Silvia Brianti. Correranno nella lista Liberi e Uguali in Lombardia che propone come candidato presidente Onorio Rosati.

Elezioni regionali: il risultato non era scontato

I promotori spiegano in una nota: “Si tratta di un risultato assolutamente non scontato, trattandosi di un soggetto politico nato soltanto il 3 dicembre e considerato il pochissimo tempo a disposizione. C’è stato un forte impegno da parte di attivisti e simpatizzanti di tutte e tre le forze politiche fondatrici di LeU: Articolo 1-MDP, Possibile e Sinistra Italiana della provincia di Sondrio. Abbiamo riscontrato interesse per la novità e la speranza che può offrire, in un quadro di
pre-campagna elettorale piuttosto deprimente, la presenza di una nuova lista di sinistra aperta,
plurale, innovativa. I temi del lavoro dignitoso, della salute e scuola pubblica, della conversione ecologica dell’economia, della lotta contro le disuguaglianze… a quanto pare conferiscono a Liberi e Uguali u’identità e un’attrattiva interessante, un segno di novità della quale si sentiva la mancanza”.

Il commento del candidato

Matteo Oreggioni commenta: “Un ringraziamento sincero alle tante persone di Morbegno, Sondrio, Tirano, Sondalo… che hanno firmato per far sì che la nostra candidatura diventasse realtà. Abbiamo superato ampiamente il numero di firme necessarie e questo è un primo grande risultato! Vi raggiungeremo tutti nelle prossime settimane, dalla Valchiavenna all’Alta Valtellina, per ragionare insieme sul nostro programma, sul presente e sul futuro della Lombardia e  dell’Italia”.

Leggi anche:  Casinò di Campione chiuso, Braga: "Ho chiesto ai vicepremier di convocare un tavolo di confronto"