Forza Italia ha presentato oggi i suoi candidati alle elezioni regionali. Sono Carla Cioccarelli ed Elio Della Patrona

Elezioni regionali: sostegno a Fontana da Forza Italia

Il coordinatore provinciale Filippo Rebai ha aperto la presentazione ribadendo il sostegno convinto ad Attilio Fontana, candidato del centrodestra alla presidenza della regione. “È importante che la Regione continui a essere governata da una squadra che si è dimostrata vincente negli ultimi anni”, ha detto.

Elio Della Patrona

Infrastrutture come primo obiettivo per il candidato al consiglio regionale Elio Della Patrona. “Il primo punto è il miglioramento delle infrastrutture sia per quanto riguarda la viabilità che il trasporto ferroviario. Su questo fronte ricordo che fu proprio il nostro rappresentante Maurizio Del Tenno a lanciare il Piano Valtellina per migliorare la percorribilità ferroviaria tra Milano e Tirano. I nostri treni hanno ancora tempi di percorrenza troppo lunghi. E questo ci penalizza anche da un punto di vista del turismo. Maroni, anche in questi giorni, ha ventilato l’ipotesi di organizzare le olimpiadi invernali del 2026 in Lombardia. Con la Valtellina che potrebbe avere un ruolo fondamentale. Ma senza eccellere nelle infrastrutture non si può pensare a questi eventi”.

Carla Cioccarelli

Recuperare risorse dalle acque avendo un ruolo da protagonisti nella partita delle concessioni per poi investire le risorse non solo nelle infrastrutture, ma nello sviluppo complessivo del territorio. Questo in sintesi il messaggio lanciato dall’altra candidata, Carla Cioccarelli, ex sindaco di Aprica ed ex presidente del Bim. Che tra le peculiarità valtellinesi da esportare ha inserito lo skipass gratis per bambini e ragazzi nato proprio con la sua regia. “Lo sci è un modo per vivere le nostre montagne – ha detto – Ridurre i costi per le famiglie può favorire la pratica di uno sport che è comunque costoso. Inoltre, se estendessimo a tutta la regione l’esperimento valtellinese, ne trarrebbe beneficio il comparto turistico nel suo complesso”.

Leggi anche:  Referendum Verbano-Cusio-Ossola: alta attenzione in Valtellina

La montagna è diversa dalla pianura

Entrambi i candidati hanno promesso, in caso di elezione, un impegno particolare ore differenziare la montagna dalla pianura. Della Patrona sollecitando leggi urbanistiche differenti, “perché le norme che vanno bene per il resto della regione spesso sono sfasate per la nostra provincia. E quindi vanno calibrate sul territorio”. Cioccarelli ha invece guardato all’agricoltura: “L’agricoltura è collegata al turismo non solo attraverso le eccellenze enogastronomiche che possono dare un’emozione al visitatore. Anche il paesaggio è valore e cultura: la manutenzione del territorio di chi carica alpeggi o tiene i terrazzamenti è un vantaggio per tutti. Per questo dobbiamo chiedere e pretendere di più perché quello che vale in pianura non va bene spesso per la montagna”.