C’è un’alternativa a una politica diventata esclusivamente comunicazione ed è una politica fedele al suo fine, quello di essere attività e pensiero indirizzati alla ricerca del bene comune. Una politica, quindi, concreta e “pratica”, ma ancorata fortemente a un’idealità e a un pensiero che possa indirizzarne l’azione. Soffermarsi su questi concetti non dovrebbe essere tempo perso, eppure è raro che ciò avvenga, soprattutto nei “palazzi” dei politici o su iniziativa dei politici.

E’ perciò un’occasione unica la Giornata di studio su “L’agire politico e i suoi saperi”, promossa a Palazzo Pirelli da Mechrì-Laboratorio di filosofia e cultura col patrocinio del Consiglio regionale della Lombardia. Il convegno si svolgerà mercoledì 9 ottobre al Belvedere “Jannacci” al 31° piano del Pirellone.

Giornata di studio in Regione

I lavori saranno introdotti alle ore 9.30 dai saluti del Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi. Seguiranno le relazioni di Florinda Cambria (“Risvolti politico-pedagogici di un laboratorio interdisciplinare”); Carlo Sini (“Da Siracusa a Konigsberg: i filosofi e la pace”); Riccardo Conte (“Diritti inviolabili e doveri di solidarietà. Segmenti di un percorso”); Gabriele Pasqui (“Politica e città”); Mauro Piazza (“Il sofista ha vinto?”).

Leggi anche:  Centri per l'impiego e "navigator": tutto da rifare, passano dalle Province alla Regione

Dalle ore 15 alle 17.30 è prevista una tavola rotonda moderata da Florinda Cambria con Antonio Attisani, Riccardo Conte, Rossella Fabbrichesi; Gabriele Pasqui, Mauro Piazza, Enrico Redaelli, Carlo Sini.

Una politica più concreta e “pratica”

“In un momento in cui la maturazione della coscienza politica si forma sui social network attraverso scambi di opinioni che si fondano molte volte su fake news, ritengo sia importante confrontarsi sui valori e sulle dottrine politiche che sono alla base delle democrazie liberali. Attraverso l’aiuto dell’associazione Mechrì e del suo fondatore il professor Carlo Sini, la giornata del 9 ottobre sarà un’occasione importante per ritornare a riflettere in maniera approfondita rispetto a ciò su cui si fonda l’agire politico”, dichiara Mauro Piazza (nella foto di copertina), Consigliere regionale lombardo.