Con la cerimonia del passaggio della ‘Ruota Kolo’ dal Tirolo alla Lombardia, alla presenza del ministro degli Affari regionali e Autonomia, Erika Stefani, è ufficialmente iniziato l’anno lombardo di presidenza di Eusalp, la strategia macro regionale Alpina fondata nel 2013.

Guardare al futuro puntando sui giovani

“La nostra – ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana – è un’esperienza nuova, ma che guarda al futuro puntando innanzitutto sui giovani. La strategia macro regionale è importante per dare un’impostazione diversa ai rapporti tra le persone che vivono in Europa, tra i territori che hanno un’omogeneità di interessi e necessità di avere risposte comuni”.

CLICCA QUI per la pagina ufficiale di Eusalp

Messaggio del Presidente Mattarella

Anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha voluto far pervenire ai partecipanti il suo saluto. “Le regioni, le Comunità locali e i diversi ambiti accomunati da questi tratti – ha scritto – contribuiscono a dare corpo e vigore alla cooperazione europea in una dimensione complementare sia rispetto a quella dell’unione sia a quella degli stati nazionali, avvicinandosi alle esigenze dei cittadini”.

“Essenziali in questo senso – ha continuato il presidente Mattarella – è il coinvolgimento della società civile, e mi auguro che durante la presidenza italiana, possano essere ulteriormente messe a fuoco le opportunità che l’approccio macro regionale offre in termini di potenzialità e di crescita e sviluppo”.

LEGGI ANCHE: Strategia per la Macroregione alpina: la presidenza passa alla Lombardia

Ringrazio Mattarella, Governo e Europa

“Ci ha fatto molto piacere il messaggio del presidente Mattarella – ha continuato Fontana – perché lascia intendere come anche lui stesso guardi con attenzione a questa strategia. Così come intendo ringraziare il Governo per la presenza del ministro Stefani e la Commissione Europea per il proprio sostegno fattivo. Continueremo l’attività egregiamente svolta dal Tirolo e approfondiremo il tema dello sviluppo sostenibile, compatibile con il rispetto dell’ambiente, a partire da un coinvolgimento sempre maggiore dei giovani“. “Cercheremo – ha concluso il presidente lombardo – di rafforzare ulteriormente Eusalp perché siamo sicuri che potrà dare quelle riposte che i nostri territori chiedono”.

Leggi anche:  Associazioni fondiarie, via libera alla semplificazione

Cosa è Eusalp

La Macroregione alpina, ufficialmente EUSALP (EU Strategy for the Alpine region), è un accordo siglato nel 2013 dai paesi che fanno parte dell’unione Europea: Italia, Francia, Germania, Austria , Slovenia e da due stati extra europei Svizzera e Liechtenstein; ne fanno parte le 48 regioni e province autonome che si trovano attorno alla catena alpina. Le regioni italiane sono la Lombardia, la Liguria, il Piemonte, la Valle d’Aosta, il Veneto , Il Friuli Venezia Giulia e le province autonome di Trento e Bolzano. La strategia alpina punta a promuovere una gestione sostenibile dell’energia e delle risorse naturali e culturali e la protezione ambientale del territorio, ad aumentare lo sviluppo del territorio favorendo una mobilità sostenibile, una rafforzata cooperazione accademica tra i paesi e le regioni che ne fanno parte, nonché lo sviluppo di servizi, trasporti e infrastrutture per la sua comunicazione. Al centro dello sviluppo alpino vuole assicurare una crescita sostenibile e promuovere piena occupazione, la competitività e l’innovazione facendo dialogare, attraverso la cooperazione, le aree montane con le aree urbane.