Giovanni Curti confermato segretario provinciale e Vinicio Peluffo eletto numero uno regionale: questo il risultato delle primarie Pd di domenica.

Curti confermato alla guida del Pd

Per le provinciali, riservate agli iscritti, hanno votato in 148 con la conferma a segretario di Giovanni Curti come segretario. Un dato, quello dei votanti, che segna un aumento rispetto al passato. Nel 2017 gli iscritti erano infatti 130. “La consultazione di domenica fornisce segnali importanti da cogliere per uscire dal momento di difficoltà: lavorare assieme per dare una prospettiva al paese e sul territorio – ha affermato Curti – E’ in aumento il numero degli iscritti rispetto all’anno scorso e ci sono ancora un paio di mesi per il tesseramento, importante anche per partecipare alla prima fase del congresso nazionale che vedrà poi l’elezione del segretario con le primarie aperta a tutti. Partecipata l’elezione della segreteria Regionale, solitamente meno percepita, con 200 votanti in più rispetto agli iscritti grazie alle primarie aperte. E’ un segnale ed una richiesta ed allo stesso tempo di reazione, di partecipazione, della volontà di esserci e di non lasciare il dibattito nelle mani di 5 Stelle e Lega. Il partito c’è, deve rinnovarsi ed essere propositivo, ma c’è. L’impegno è di tutti è quello di andare avanti, ascoltare la voce dei cittadini e guardare al futuro”.

Eletti anche i segretari dei circoli con le primarie Pd

Sono stati eletti domenica anche i segretari dei circoli. Sono Daniele Tavasci (Valchiavenna), Federico Gusmeroli (Morbegno e Bassa Valle), Massimo Zampatti (Sondrio) e Vincenzo Saligari (Tirano).

Leggi anche:  Dalla Valtellina la protesta contro la Legge di Bilancio di Salvini e Di Maio

Primarie Pd regionali: vince Peluffo

Per quel che riguarda l’elezione del segretario regionale, la vittoria è andata a Vinicio Peluffo che, in provincia, ha ottenuto un risultato superiore a quello lombardo. “In Valtellina e Valchiavenna è stata netta l’affermazione di Vinicio Peluffo, che ha raccolto il 68% dei consensi, contro il 32% di Eugenio Comincini, consentendo l’elezione nell’assemblea regionale di Pierluigi Morelli , Roberta Songini ed Elena Rossi, rappresentanti locali in suo sostegno – hanno commentato i componenti del comitato che sosteneva Peluffo – Ai numerosi elettori che hanno partecipato alla consultazione ed in particolare ai 235 che hanno scelto la proposta di Vinicio Peluffo va un grande ringraziamento per il sostegno dimostrato e per aver condiviso la volontà di “Ri-cominciare” dal Pd con una proposta che parte dalla gente, dal basso, dai territori, proposta unica e condivisa che sappia contrastare il populismo che avanza. A Vincio Peluffo infatti è doveroso attribuire il merito e la responsabilità di rilanciare il partito lombardo, ripartendo dai valori originari del pluralismo, grazie anche alla sua capacità aggregativa, per una nuova unità del Pd lombardo. Siamo lieti che la sua proposta sia stata sostenuta con questa intensità e da parte nostra confermiamo impegno e sostegno nella realizzazione del suo progetto. I nostri rappresentanti eletti in assemblea, a cui auguriamo buon lavoro, saranno a servizio del suo programma, portando contemporaneamente le specificità del nostro territorio all’attenzione del partito lombardo”.