Parla il sindaco Trabucchi.

Valdidentro, chiarimento della maggioranza

L’annuncio di un cambio di passo da parte della minoranza “non può che essere accolto positivamente da parte nostra. Infatti aldilà delle dichiarazioni di rito che avrebbero voluto questa minoranza costruttiva e propositiva abbiamo visto un qualcosa di ben diverso. Tra gli atti politici di ampio respiro che abbiamo visto in questi mesi troviamo infatti la richiesta di monumentali relazioni ai responsabili degli uffici (su questioni che gli amministratori uscenti avrebbero dovuto conoscere peraltro perfettamente), il finanziamento di un blog della minoranza e la richiesta di posti auto presso il garage del Municipio”. Così il sindaco Massimiliano Trabucchi.

Caso Cm

“Difficile poi mantenere toni istituzionali quando si commentano le dichiarazioni relative alla Comunità montana. Il documento programmatico sottoscritto dalle quattro amministrazioni di Livigno, Valdisotto, Valfurva e Valdidentro non è stato sottoscritto dagli altri Comuni (Bormio e Sondalo). Si prefigura quindi un quadro in cui ci sarà una minoranza, cui molto probabilmente farà parte Bormio, e una maggioranza, cui farà parte Valdidentro. Come si manifesti, all’interno di questo contesto, la presunta sudditanza di Valdidentro nei confronti di Bormio, è e resterà un mistero. Una cosa è certa, questa amministrazione cerca e offre collaborazione a tutti i Comuni del comprensorio in quanto riteniamo sia l’unica strada da percorrere. Se questo non piace perché in netta controtendenza rispetto a quanto fatto in precedenza, ce ne faremo una ragione”.

I Forni

“Per quanto riguarda l’acqua termale ai Forni, ci siamo sempre opposti alla realizzazione di un piccolo centro termale per un evidente problema di sostenibilità gestionale. Il progetto preliminare approvato dalla precedente Giunta prevedeva la realizzazione di tre vasche non meglio definite, ben lontane comunque dalla fontanella di cui si è parlato in seguito, anche in occasione dei consigli comunali. Ovviamente nessuno studio è risultato disponibile relativamente ai costi di gestione, ma su questo non avevamo dubbi. Sul tema “acqua termale” proseguono i confronti con la proprietà e vista la facilità di interlocuzione che abbiamo rilevato su questo ed altri temi, non comprendiamo come quella convenzione, la cui bozza era arrivata in Comune a gennaio del 2017, non si stata approvata entro l’11 giugno dello scorso anno”.

Leggi anche:  Frana in Valdidentro, 80 persone evecuate

Lavori

“Per quanto riguarda i lavori di potenziamento degli impianti di illuminazione pubblica, segnaliamo che il verbale di consegna dei lavori è stato firmato in data 1 febbraio 2018. Si tratta del lotto 1 – Primo stralcio, ed i lavori partiranno non appena la neve lo consentirà. Parlando poi dei parcheggi di Semogo è stata affidata nello scorso dicembre la progettazione ad uno studio ingegneristico che ha recentemente presentato una prima bozza del progetto preliminare. La bozza si compone di due diverse soluzioni progettuali, a breve avremo un incontro con i progettisti per approfondire assieme le potenzialità e criticità delle due soluzioni, che comunque sono estremamente interessanti. La nostra intenzione è quella di procedere il più velocemente possibile all’attuazione del progetto”.