2717 gradini, una fatica incredibile ma una gioia enorme nell’arrivare in cima. Altra edizione della Vertical Tube Race da ricordare per i 420 atleti e non solo.

Nuovo record per il Vertical Tube

L’edizione 2019 delle kermesse che vanta il chilometro verticale più duro al mondo segna un nuovo record del tracciato, quello di Hannes Perkmann, trionfatore sulle condotte dell’Enel per la terza volta di fila. Il fenomenale atleta ha migliorato il record precedente abbassandolo di ben 14 secondi: 13 minuti e 53 secondi il sempo che è valso la vittoria davanti ad Alberto Vender, più lento di 27 secondi, e a Emanuele Manzi, arrivato terzo con il tempo di 14’49”.

Sortini vince tra le donne

Nella gara femminile la più veloce è stata Elisa Sortini che si è imposta con un 17’08” sulla polacca Katarzyna Kuzminska (17’27”) e sulla sorpresa di giornata Valentina Garattini (17’50”). Oltre alla gara, la Vertical Tube è stata una grande festa per tutti, sia durante la gara che dopo le premiazioni. Soddisfazioni per gli organizzatori che già guardano al 2020.

Leggi anche:  Gran finale a sondalo per “Esordienti in pista”

LEGGI QUI  L’edizione 2018