Sabato 31 agosto 2019 presso il Centro Sportivo Comunale di Chiuro ancora un’altra giornata di grande sport con risultati tecnici di alto livello ma soprattutto all’insegna dell’attività che è considerata universalmente la regina degli sport …. l’atletica leggera.

Grande giornata di sport a Chiuro

Gare FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera) e gare FISPES (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali) si sono alternate per tutta la giornata di sabato 31 confermando anche quest’anno che la pista del Centro Sportivo Comunale di Chiuro garantisce ottime performance.

Due record

Da segnalare ben due record italiani FISPES, nel getto del peso Tonetto Lorenzo della ASD SS Trionfo Ligure per la categoria F64 ha lanciato 12,73 e nei 200 metri categoria T33 Zani Nicolas della G.S.H. Sempione 82 ASD ha corso in 55″66′. Anche quest’anno presente il nostro amico Oney Tapia della ASD Omero Runners Bergamo che, al rientro da un grave infortunio muscolare, ha scelto Chiuro per il ritornare alle competizioni ottenendo un ottimo 43,15 nel lancio del disco e 13,55 nel getto del peso. Riccardo Bagaini, giovane atleta della nazionale FISPES plurimedagliato ai mondiali 2017 di Londra e agli europei di Berlino nel 2018, della G.S.H. Sempione 82 ASD si è distinto con 12”09 nei 100, 24”08 nei 200 e 53”18 nei 400.

Leggi anche:  Missione compiuta a Tavernerio per la Schena Generali Sondrio

LEGGI ANCHE: Grappolo d’Oro di Chiuro, si alza il sipario

Big mondiale

Non da meno le gare FIDAL del pomeriggio che hanno visto in pedana una BIG mondiale, la britannica Lorraine Ugen che vanta un bronzo mondiale indoor a Portland nel 2016, un argento europeo indoor a Belgrado nel 2017 e un personale di 7,05 nel salto in lungo.
La Ugen era alla ricerca della misura minima per la partecipazione ai mondiali di Doha e ha scelto proprio Chiuro per raggiungere l’obiettivo. Peccato si sia fermata a 6,52 a soli 20 cm dal minimo per Doha ma resta comunque la soddisfazione per tutti gli spettatori di avere visto gareggiare un’atleta fra le prime nel ranking mondiale. Nelle altre gare da segnalare le vittorie di Marta Milani nei 200 con 24,91, di Rebecca Provenzi nei 100hs in 15,47, di Cinzia Zugnoni nei 5000 in 19,06,79 e di Federica Dozio nel peso allieve con 11,99 che poi si ripete nel giavellotto con 35,60.