Il ghiaccio è stato rotto nel migliore dei modi per la formazione dello sci nordico “griffata” Comitato FISI Alpi Centrali. Oggi a Santa Caterina primo appuntamento della stagione degli sci stretti con la prova sprint valida come gara FIS, primo appuntamento del circuito di Coppa Italia e per l’assegnazione del trofeo Dante Canclini.

Duello Italia Francia

In campo maschile la finalissima è stata tutta un duello fra Italia e Francia e dove ha prevalere sono stati i transalpini. Ad imporsi è stato Arnauld Chautemps che si è messo alle spalle il connazionale Clement Arnault e il finanziere Davide Graz. Bene, anzi benissimo il padrone di casa Francesco Manzoni che conquista la finalissima e termina in quinta piazza assoluta. Quarto posto per Riccardo Bernardi (US Dolomitica) e sesta piazza per il transalpino Louis Schwartz.

LEGGI ANCHE: Coppa Europa di sci alpino targata Cancro Primo Aiuto a Santa Caterina Valfurva

Podio tutto azzurro

Podio tutto azzurro, invece, nella prova femminile. Ilaria Debertolis (Fiamme Oro Moena) centra la vittoria regolando all’arrivo Elisa Brocard (CS Esercito) e la compagna di squadra Sara Pellegrini rispettivamente seconda e terza. Quarta piazza per la francese Delphine Claudel, quinto posto per la carabiniera Chiara De Zolt Pont e sesta piazza per Erica Antoniol anche lei delle Fiamme Oro Moena. Per quanto riguarda i colori del Comitato FISI Alpi Centrali 24esima piazza per Martina Ielitro, Polisportiva Le Prese, e 25esimo posto per Valentina Maj dello sci club Schilpario.

Leggi anche:  Nicola e Andrea Bagioli, una vita a due... ruote

Al di là delle aspettative

“Sono davvero contento di questi risultati” commenta un raggiante Daniele Compagnoni, allenatore della formazione degli sci stretti del Comitato FISI Alpi Centrali, che prosegue: “si inizia nel migliore dei modi con Manzoni terzo junior e con una Ielitro ancora aspiranti in grande forma. Questa mattina, prima della gara, ho detto a tutti i ragazzi che la cosa più importante Comitato Regionale Alpi Centrali Via G.B. Piranesi 46 – Milano era rompere il ghiaccio e scaricare l’adrenalina. Ma i risultati di oggi sono andati al di là di ogni più rosea aspettativa. Ora ho chiesto alla squadra di rimanere concentrati sulla prova individuale in programma domani mattina, perché sarà un bel banco di prova per tutti”. Come ricorda coach Compagni domani, domenica primo dicembre, seconda giornata di competizioni con la prova individuale. Start alle 9,30 sulla pista Valtellina.